Apri il menu principale

Zabano (... – post 584) è stato un duca longobardo, duca di Pavia durante il Periodo dei Duchi (dal 574 al 584).

Indice

BiografiaModifica

Come comandante militare fu coinvolto nell'invasione longobarda del nord Italia nel 568, sotto la guida del re Alboino, Zabano divenne in seguito dux (duca) della città di Ticinum (Pavia)[1]. Già capitale del Regno Longobardo, dopo la morte del re Clefi Pavia era rimasta il centro di un grande ducato, uno dei trentacinque nei quali lo Stato dei Longobardi era diviso. Sembra che, essendo stato il duca di quella che era stata precedentemente la capitale, Zabano aveva una certa superiorità fra i duchi suoi pari e potrebbe aver agito come loro comandante in capo[senza fonte].

Nel 575, Zabano guidò una scorreria nella valle del Rodano[2].

In seguito divenne duca di Pavia il condottiero e comandante dell'esercito reale Sundrarit.

NoteModifica

  1. ^ Paolo Diacono, Historia Langobardorum, II, 32.
  2. ^ Paolo Diacono, Historia Langobardorum, III, 8.

Voci correlateModifica

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Letteratura storiograficaModifica

  • Lidia Capo, Commento, in Paolo Diacono, Storia dei Longobardi, Milano, Lorenzo Valla/Mondadori, 1992, ISBN 88-04-33010-4.
  • Thomas Hodkin, Italy and her Invaders, Clarendon Press, 1895.
  • Jörg Jarnut, Storia dei Longobardi, Torino, Einaudi, 2002, ISBN 88-464-4085-4.
  • Sergio Rovagnati, I Longobardi, Milano, Xenia, 2003, ISBN 88-7273-484-3.