Apri il menu principale

1º aprile 2000!

film del 1952 diretto da Wolfgang Liebeneiner
1º aprile 2000!
1º aprile 2000!.jpg
L'astronave della Global Union arriva a Vienna
Titolo originale1. April 2000
Paese di produzioneAustria
Anno1952
Durata83 minuti
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33:1
Generesatirico, fantascienza
RegiaWolfgang Liebeneiner
SoggettoErnst Marboe
SceneggiaturaRudolf Brunngraber, Ernst Marboe
ProduttoreErnst Marboe
Produttore esecutivoKarl Ehrlich
Casa di produzioneWien Film
Distribuzione in italianoAmore Film
FotografiaSepp Ketterer, Karl Löb, Fritz Arno Wagner
MontaggioHenny Brünsch-Tauschinsky
MusicheJosef Fiedler, Robert Stolz
Alois Melichar (direzione musicale)
CostumiElli Rolf, Leo Bei
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

1º aprile 2000! (1. April 2000) è un film del 1952 diretto da Wolfgang Liebeneiner. È una satira fantapolitica ambientata 48 anni nel futuro in cui s'immagina l'indipendenza dell'Austria, la quale tre anni dopo riconquistò la piena sovranità con il Trattato di Stato austriaco.[1]

TramaModifica

«Pensavo che se il nostro presidente sposasse la presidentessa, sarebbe un affare.
Già, quanti guai di meno avremmo avuto se la figlia di Truman avesse sposato il figlio di Stalin

1º aprile dell'anno 2000: la povera e inerme Austria si trova da 53 anni sotto l'occupazione di Unione Sovietica, Stati Uniti d'America, Francia e Gran Bretagna, oramai superpotenze atomiche. Contro ogni previsione il neoeletto presidente dichiara la volontà d'indipendenza, inneggiando il popolo a distruggere le cittadinanze delle nazioni occupanti. Gli alti commissari di quest'ultime denunciano la nazione alla Global Union, il Consiglio di Difesa Mondiale per aggressione e minaccia della pace, causando l'irruzione, a Vienna, della superpolizia mondiale a bordo di stratorazzi armati di lanciarazzi della morte. La severa presidentessa della Global Union è decisa ad adottare un provvedimento definitivo: cancellare l'Austria dalla carta geografica, trasferire altrove la sua popolazione e rendere il territorio inabitato per duecento anni. Le buone intenzioni del capo del governo di Vienna e la storia pacifista del suo Paese - rievocata attraverso una "macchina del tempo" - convincono però il tribunale a concedergli nuovamente la libertà.[2]

ProduzioneModifica

Il film fu girato con larghi mezzi e vide l'utilizzo di oltre 20mila comparse.[1]

CriticaModifica

«Il Trattato di Stato che restituì piena sovranità all'Austria venne firmato il 15 maggio 1955. Nel 1952 - anno in cui il film fu realizzato - la questione era tuttavia ancora aperta e non doveva apparire di rapida soluzione. Su quella spinosa attualità il regista Liebeneiner sviluppa una fantasiosa vicenda, modulata su toni da operetta, che parla di un lontano domani assai simile al presente [...] Gli elementi fantascientifici sono marginali ma degni di nota.»

(Fantafilm[1])

NoteModifica

  1. ^ a b c Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), 1° aprile 2000, in Fantafilm. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  2. ^ Bertieri 1984.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN209900551 · GND (DE4756082-4 · WorldCat Identities (EN209900551