Apri il menu principale

Distribuzione e habitatModifica

La famiglia delle Aizoacee esprime la maggiore biodiversità nell'Africa meridionale, ma è presente con alcune specie anche nell'Africa tropicale e in Asia, Australia, Nord America e Sud America.[2][3]

TassonomiaModifica

La famiglia comprende 146 generi suddivisi in 5 sottofamiglie:[1][3]

Alcune specieModifica

ColtivazioneModifica

Questo tipo di succulente ha foglie che possono disseccare prima della nuova fogliazione, ma bisognerà avere l'accortezza di non innaffiarle anche quando si vedranno le foglie seccare. Le Aizoaceae, non si possono definire rustiche perché non sopportano il freddo intenso e prolungato; in estate gradiscono il pieno sole, ma raggiungono il meglio della colorazione se posizionate a mezzo sole.[senza fonte]

In piena terra sono coltivati i generi più decorativi, mentre quelli più delicati devono essere coltivati in vaso in modo da poter dosare luce e calore. Il loro ambiente naturale è la serra fredda e alcune specie non sono reperibili in commercio: si possono trovare solo presso i collezionisti in quanto la loro moltiplicazione per talea è molto difficile e quella per seme, oltre che lunga, è anche molto delicata: infatti solo una minima parte riesce a germogliare.[senza fonte]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Aizoaceae, su The Plant List. URL consultato il 9 aprile 2019.
  2. ^ (EN) Aizoaceae, su delta-intkey.com. URL consultato il 10 aprile 2019.
  3. ^ a b (EN) Aizoaceae, su Angiosperm Phylogeny Website. URL consultato il 10 aprile 2019.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica