Apri il menu principale
Alberto Maritati

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XIII; XIV; XV; XVI
Gruppo
parlamentare
Democratici di Sinistra, Partito Democratico
Circoscrizione Puglia
Collegio 7-Lecce
Incarichi parlamentari
  • Vicepresidente della 2ª Commissione permanente (Giustizia)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democratici di Sinistra, Partito Democratico
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione magistrato

Alberto Maritati (Lecce, 7 agosto 1940) è un magistrato e politico italiano.

Indice

Carriera giudiziariaModifica

Laureato in giurisprudenza, è stato magistrato e pubblico ministero.

Nella sua attività, quando era pretore di Otranto ha realizzato il famoso recupero della Cavtat nel canale di Otranto, operazione documentata da Jacques-Yves Cousteau. Successivamente, giudice istruttore a Bari, ha istruito il primo grande processo alla Sacra Corona Unita, organizzazione mafiosa pugliese.

Ha condotto anche processi contro le infiltrazioni criminali nella vita politica ed economica barese. Infine è entrato a far parte della Direzione nazionale antimafia, ed è stato Procuratore Aggiunto del procuratore Siclari prima e del procuratore Vigna poi, sino al giugno 1999.

Maritati si candidò nel giugno 1999 e rimase in carica come senatore del Pd fino al febbraio 2013, quando rinunciò a partecipare alle primarie per le nuove elezioni politiche[1].

Carriera politicaModifica

Come esponente dei Democratici di Sinistra è entrato nel Senato il 30 giugno 1999. Durante i governi D'Alema (governo D'Alema I e governo D'Alema II), è stato sottosegretario agli affari interni dal 1999 al 2000.

Ha successivamente confermato il suo seggio a Palazzo Madama anche dopo le elezioni politiche del 2001, le consultazioni del 2006 e le elezioni politiche del 2008.

Nel maggio 2002 si candidò con il centrosinistra alle elezioni comunali di Lecce, ma fu sconfitto nettamente dalla candidata del centrodestra, Adriana Poli Bortone[2]. Consigliere comunale a Lecce dal 2002 al 2007.

Nella sua attività in Parlamento ha fatto parte di numerose commissioni: giustizia, elezioni ed immunità parlamentari, diritti umani, procedimenti d'accusa, immigrazione, Antimafia e contenzioso.

Dal 2006 al 2008 fece parte del secondo governo Prodi in qualità di sottosegretario alla Giustizia.

NoteModifica

  1. ^ Politiche 2013, il Pd presenta le liste: "Siamo il partito dei salentini", su lecceprima.it. URL consultato il 27 gennaio 2013.
  2. ^ Articolo su antennasud.com, su antennasud.com. URL consultato il 5 marzo 2007 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2006).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90162109 · SBN IT\ICCU\CFIV\091594