Apri il menu principale

BiografiaModifica

Dopo la partecipazione alla miniserie tv Delitti privati (1993), regia di Sergio Martino, e successivamente a Stato di emergenza, regia di Carlo Lizzani, nel 1996 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia. Inoltre segue un corso presso il Traverse Theatre di Edimburgo e partecipa ad uno stage con la Compagnia del Teatro del Carretto.

Sempre nel 1996 debutta in teatro, sia come attore che come regista, nel Cyrano de Bergerac, inoltre appare sugli schermi cinematografici con il film 3, regia di Christian De Sica, e con Quando parliamo d'amore, regia di Matteo Pedani. In seguito alterna il lavoro teatrale con quello cinematografico e soprattutto televisivo.

Nel 2007 diventa popolare presso il grande pubblico grazie alla quinta stagione della serie tv Un medico in famiglia, in cui ha il ruolo di Max Cavilli, interpretato anche nella sesta stagione, in onda nel 2009. Nello stesso anno appare nel ruolo del centurione Cornelio Longino, che trafisse a morte Gesù Cristo sulla croce, ne L'inchiesta, regia di Giulio Base, e in quello del cattivo Vieri ne Le ragazze di San Frediano, regia di Vittorio Sindoni; entrambe miniserie tv trasmesse da Rai Uno, ma L'inchiesta esce in versione cinematografica in Spagna e negli Stati Uniti.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

CortometraggiModifica

  • The Net, regia di Michele Torbidoni (1995)
  • Assunta, regia di Eros Puglielli (1995)
  • La spiotta, regia di Matteo Pedani (1996)
  • La mancia, regia di Roberto Palmerini (1999)

Spot pubblicitariModifica

NoteModifica

  1. ^ Elenco Artisti Settore Audiovisivo Rappresentati da Nuovo IMAIE (al 31/01/2014) (PDF), su areasoci.nuovoimaie.it, IMAIE. URL consultato il 16 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2015).

Collegamenti esterniModifica