Apri il menu principale
Alessandro Quaggiotto
Serie B 1986-87 - Bologna vs Cagliari - Gol di Alessandro Quaggiotto.jpg
Quaggiotto in azione al Bologna nel 1987
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1993
Carriera
Giovanili
1980-1981 Brescia
Squadre di club1
1981-1984 Brescia 34 (0)
1984-1985 Ospitaletto 34 (2)
1985-1988 Bologna 86 (6)
1988-1989 Genoa 38 (6)
1989-1990 Pescara 18 (0)
1990-1993 Brescia 36 (3)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alessandro Quaggiotto (Padova, 4 gennaio 1962) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

È il padre di Nicolò Quaggiotto, anche lui calciatore.[1][2]

Indice

CarrieraModifica

Ha militato con la maglia del Brescia dagli esordi nelle giovanili fino al 1984, disputando un campionato di Serie B e due di Serie C1. Dopo un anno da titolare in Serie C2 nella stessa provincia, precisamente con l'Ospitaletto, nell'estate 1985 si trasferisce al Bologna, società nella quale milita per tre stagioni in Serie B, partecipando al ritorno in massima serie degli emiliani, con cui inizia anche la stagione successiva, disputando 4 delle 5 gare della fase a gironi di Coppa Italia, con una rete all'attivo.[3]

 
Quaggiotto (in piedi, terzo da sinistra) al Brescia nel 1982-1983

Nel settembre del 1988 viene ceduto al Genoa, e gioca tutte le 38 partite del campionato, mettendo a segno 6 gol e contribuendo alla vittoria del torneo cadetto. Gioca nel campionato di seconda divisione anche nella successiva stagione, in forza al Pescara. Nel 1990 fa ritorno al Brescia, dove al secondo tentativo conquista la sua terza promozione in Serie A.

Nella seguente stagione, che sarà l'ultima della sua carriera, Quaggiotto ha l'occasione di disputare 3 partite nella massima categoria, tutte da subentrato, debuttando il 22 novembre 1992, sostituendo Salvatore Giunta al 68' della gara casalinga contro la Fiorentina, conclusasi sul risultato di 1-1. Scende in campo al posto di Giunta, dal 59', anche nella successiva gara in casa dell'Inter, persa dalla sua squadra per 2-1. La sua ultima apparizione in campionato è del 4 aprile 1993, in sostituzione di Luciano De Paola a partire dall'80', nella partita in casa contro l'Ancona pareggiata per 1-1.[4]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Bologna: 1987-1988
Genoa: 1988-1989
Brescia: 1991-1992

NoteModifica

  1. ^ Nicolò Quaggiotto, Transfermarkt.it. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  2. ^ Genoa, Delneri ricomincia da tre (La linea arretrata a tre, con Canini e Moretti ai fianchi di Granqvist) (XML), Il Secolo XIX.it, Articolo del 14 dicembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  3. ^ Salvatore Lo Presti, Annuario del calcio mondiale '92-'93, S.E.T., p. 86.
  4. ^ Almanacco illustrato del calcio 1994, Panini, pp. 159, 160, 175.

Collegamenti esterniModifica