Apri il menu principale
Angelico Aprosio.

Angelico Aprosio (Ventimiglia, 29 ottobre 160723 febbraio 1681) è stato un letterato e scrittore italiano.

Nato Lodovico Aprosio mutò il nome in Angelico al momento della sua entrata nell'Ordine Agostiniano. Visse a Genova, Venezia e Treviso.

Indice

BiografiaModifica

Dopo aver peregrinato nei principali centri culturali italiani, ottenne licenza di sistemare la sua biblioteca nella città natale, nel Convento Agostiniano di Ventimiglia (oggi parte bassa della città), e fondò, nel 1648, la Biblioteca Aprosiana, prima biblioteca pubblica della Liguria ed una delle prime in Italia.

Difese Giambattista Marino contro Tommaso Stigliani in numerose opere pubblicate con vari pseudonimi, e intrattenne fittissimi rapporti epistolari con circa 500 esponenti della cultura dell'epoca, sparsi in tutta Europa.

Alla sua morte, la raccolta comprendeva circa 10.000 volumi (incunaboli, codici manoscritti), ancora oggi accessibili a studiosi e amanti della cultura nella sala del Fondo antico. Originariamente situato nei locali del convento degli agostiniani, nella città bassa, attualmente esso (la "Libraria") è collocato nell'ex Teatro civico in via Garibaldi nella città alta; gli uffici amministrativi e il fondo moderno della biblioteca civica sono invece di recente tornati presso il restaurato chiostro degli agostiniani, in via Cavour, n. 61.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN29645976 · ISNI (EN0000 0001 2277 8946 · SBN IT\ICCU\CFIV\061568 · LCCN (ENn87854073 · GND (DE119107961 · BNF (FRcb12546614x (data) · BAV ADV10043250 · CERL cnp01013297