Apri il menu principale

Anna Maria Alberghetti

soprano e attrice italiano naturalizzata statunitense
Anna Maria Albeghetti nel 1958, ospite di uno show di Bob Hope

Anna Maria Alberghetti (Pesaro, 15 maggio 1936) è un soprano e attrice italiana naturalizzato statunitense.

Nel 1951 fu coprotagonista del film-opera Il medium, tratto dall'omonima opera di Gian Carlo Menotti, mentre nel 1962 vinse un Tony Award come migliore attrice per il suo ruolo nel musical Carnival! di Bob Merrill.

BiografiaModifica

 
La Alberghetti in Carnival!

Anna Maria Alberghetti nacque a Pesaro da una famiglia di musicisti. Suo padre, Daniele Alberghetti, era un baritono e violoncellista, che lavorò al Teatro alla Scala e all'Opera di Roma. Sua madre, Vittoria, era una pianista che lavorava alla Scuola Regia Musicale di Rodi.

La Alberghetti iniziò giovanissima la sua carriera artistica di cantante, esibendosi già a sei anni a Rodi nel 1942, in un concerto per voce e orchestra, e quindi in vari teatri europei, nonostante le difficoltà del periodo bellico.

Il 28 aprile 1950, all'età di 13 anni, debuttò in concerto a New York alla Carnegie Hall e, il 29 giugno dello stesso anno, si esibì con la New York Philharmonic al Lewisohn Stadium, davanti a un pubblico di 13.000 spettatori, cantando arie dalla Lucia di Lammermoor e La Traviata[1]. Il successo fu così immediato che la famiglia Alberghetti decise di trasferirsi negli Stati Uniti in maniera permanente[2].

Nel 1951 fu tra i protagonisti del film-opera Il medium, diretto dallo stesso compositore Gian Carlo Menotti, distinguendosi sia per le capacità vocali sia per le doti di recitazione, in quello che resta il suo più importante contributo all'opera lirica, ampiamente apprezzato dalla critica[1].

Negli anni seguenti comparve anche in alcuni altri film, ma solo due le offrirono l'occasione non solo di recitare ma anche di mostrare le proprie doti canore. Interpretò un'orfana di guerra che canta l'aria "Caro nome" dal Rigoletto in un cameo nel film È arrivato lo sposo (1951) di Frank Capra, e fu co-protagonista nel film Il cammino delle stelle (1953) di Norman Taurog, nei panni di una giovane rifugiata polacca di cui si scopre il grande talento musicale[2].

La Alberghetti continua soprattutto a esibirsi in numerosi concerti negli Stati Uniti (Las Vegas, Miami, New York, Filadelfia, Los Angeles) ma anche in Australia, Europa, e America latina. Divenne una presenza popolare anche in numerosi programmi televisivi negli Stati Uniti, a cominciare da The Ed Sullivan Show, continuando anche le esibizioni teatrali in produzioni di musicals.

Il suo ruolo teatrale più significativo giunse nel 1961-1963 come protagonista, a Broadway, del musical Carnival! di Bob Merrill. Per la sua interpretazione ricevette nel 1962 un Tony Award come migliore attrice protagonista in un musical[3].

Nel 1964 sposò il produttore Claudio Guzmán, riducendo drasticamente la propria attività artistica. Anche dopo il divorzio nel 1974, si occupò delle figlie, riprendendo con più intensità la carriera artistica solo dalla fine degli anni settanta in teatro con The Sound of Music (1978) e Camelot (1981), e tornando ad esibirsi come solista in concerti e in televisione.

OpereModifica

TeatroModifica

FilmografiaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Ursula Jackson, "Anna Maria Alberghetti".
  2. ^ a b IMDb
  3. ^ IBDB

BibliografiaModifica

  • Ursula Jackson, "Anna Maria Alberghetti". In Italian Americans on the Twentieth Century, ed. George Carpetto and Diane M. Evanac. Tampa, FL: Loggia Press, 1999, pp. 6–7
  • David Dye, Child and Youth Actors: Filmography of Their Entire Careers, 1914-1985. Jefferson, NC: McFarland & Co., 1998, p. 4.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN232938108 · ISNI (EN0000 0003 7509 6513 · LCCN (ENn91096116 · GND (DE139931627 · WorldCat Identities (ENn91-096116