Apri il menu principale

Ardaburio Aspare

magister militum dell'Impero romano d'Oriente
Flavio Ardaburio Aspare
Piatto di ardaburio, argento fuso, 434 d.c. (found in 1769) 03.JPG
Dettaglio del Piatto di Ardaburio Aspare, risalente al 434, raffigurante Ardaburio e il giovane figlio Ardabur
Nascita400
Morte471
Cause della morteAssassinato
Dati militari
Paese servitoImpero bizantino
Forza armataEsercito bizantino
GradoMagister militum praesentalis
CampagneSpedizione contro Giovanni Primicerio
voci di militari presenti su Wikipedia

Flavio Ardaburio Aspare (latino: Flavius Ardaburius Aspar; 400471) è stato un generale bizantino di stirpe alana, magister militum dell'Impero romano d'Oriente nel V secolo.

BiografiaModifica

Figlio dell'alano Ardaburio, svolse un ruolo cruciale nella spedizione per sconfiggere l'usurpatore dell'Impero romano d'Occidente, Giovanni Primicerio, e per portare a Ravenna Galla Placidia e suo figlio. Inoltre contribuì a negoziare un trattato di pace con Genserico dopo l'invasione dei Vandali nel Nord Africa, qui acquistò il giullare Zercone.

Non divenne mai imperatore a causa della sua fede ariana. Al suo posto salì al trono Marciano, dopo che questi aveva sposato Elia Pulcheria, sorella di Teodosio II. Fu invece magister militum praesentalis dal 457 a quando morì. Nel 471 Aspare cadde ucciso, assieme al figlio Ardabur, in un congiura tesa da parte dei suoi nemici: il secondo figlio, Giulio Patrizio scompare dalle cronache, mentre Ermenerico ebbe salva la vita.

Aspare fu insegnante di Teodorico il Grande, successivamente re degli Ostrogoti e d'Italia. Una cisterna a lui attribuita esiste ancora a Istanbul.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90823314 · ISNI (EN0000 0000 6568 6809 · GND (DE138541485 · CERL cnp01177735 · WorldCat Identities (EN90823314