Ariete (astrologia)

segno zodiacale dell'astrologia occidentale
Ariete
Simbolo dell'Ariete
Elemento Fuoco
Qualità Cardinale
Durata 21 marzo[1] - 20 aprile
Domicilio Marte
Esaltazione Sole
Esilio Venere
Caduta Saturno
Segno opposto Bilancia
Precedente Pesci
Successivo Toro

Secondo l'astrologia occidentale, l'Ariete è il primo dei 12 segni zodiacali, situato tra Pesci e Toro.

Ovis aries rappresentato in un libro di astrologia del XV secolo

CaratteristicheModifica

L'Ariete è un segno cardinale di fuoco, governato da Marte.[2][3] In questo segno Marte si trova in domicilio (diurno), il Sole in esaltazione, Venere in esilio, Saturno in caduta. Il segno opposto è la Bilancia. Il colore del segno è il rosso

I nati in questo segno presenterebbero energia, coraggio e intraprendenza, avrebbero una grande carica vitale e dinamicità con cui perseguire la loro autoaffermazione in maniera indipendente, anche se spesso sarebbero inclini alla competizione. Marte il pianeta governatore del segno infatti donerebbe loro un'indole guerriera che li renderebbe combattenti determinati con una grande forza interiore, grazie alla quale sarebbero sempre pronti ad affrontare nuove sfide e a risollevarsi in fretta dopo un ostacolo. Altre qualità tipiche sarebbero la passionalità, l'ottimismo, la sincerità e la spontaneità. Sarebbero contraddistinti anche dall'impulsività, dall'impazienza e da una certa propensione all'irascibilità e all'aggressività. Il Sole si può trovare nel segno dell'Ariete nel periodo che va, all'incirca, dal 21 marzo al 20 aprile[4]: l'inizio coincide con l'equinozio di primavera, stagione che appunto prende avvio da questo segno.[2][5] Il periodo esatto varia di anno in anno, e per stabilire la sua posizione nei giorni estremi è necessario consultare le effemeridi.

NoteModifica

  1. ^ In coincidenza dell'equinozio primaverile.
  2. ^ a b Ariete segno cardinale, di inizio stagione su dichesegnosei.it
  3. ^ FUOCO - Elemento del segno Ariete su dichesegnosei.it
  4. ^ ariete su Treccani online.
  5. ^ Ariete: segno di primavera su dichesegnosei.it

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica