Barry Otto

Barry Otto (Brisbane, 1941) è un attore australiano.

Barry Otto

BiografiaModifica

GiovinezzaModifica

Barry Otto è nato a Brisbane nel 1941, figlio di un macellaio. Si è formato come artista ma è passato alla recitazione.

CarrieraModifica

Otto ha esordito come attore nel 1975 interpretando il ruolo di Trevor McKenzie nella serie televisiva Until Tomorrow. Dopo aver recitato in diversi film come Norman Loves Rose (1982), Bliss (1985), Howling III (1987), Il vendicatore (1989) e Shadows of the Heart (1990), ottiene grande successo recitando il ruolo di Doug Hastings nel film Ballroom - Gara di ballo (1992). Per questa sua interpretazione Otto riceverà un AACTA Award come miglior attore non protagonista.

In seguito reciterà nei film The Custodian (1993), Exile (1994), Pazzi per Mozart (1996), Lilian's Story (1996), Mr. Nice Guy (1997), Oscar e Lucinda (1997), Corrispondenza d'amore (2004), Rogue (2007), Australia (2008), Il grande Gatsby (2013) e The Dressmaker - Il diavolo è tornato (2015).

Molto attivo anche in televisione, ha recitato nelle serie televisive Murder Call, Lasciate in pace i koala, The Secret Life of Us, All Saints e Dance Academy.

Artista dilettante, dipinge spesso membri della sua famiglia ed ha ottenuto due volte l'Archibald Prize.[1]

Vita privataModifica

Otto ha sposato Lindsay, dalla quale ha avuto una figlia Miranda, nata il 16 dicembre 1967 a Brisbane. I due divorziarono nel 1973. Con la sua partner Sue Hill, ha un figlio, Eddy (insegnante e allenatore professionista di cricket), ed una figlia, Gracie. Gracie e Miranda Otto sono entrambe attrici.

FilmografiaModifica

AttoreModifica

DoppiatoreModifica

RiconoscimentiModifica

Anno Premio Categoria Lavoro Risultato Note
1985 AACTA Award Miglior attore Bliss Candidato/a
1986 Miglior attore The More Things Change... Candidato/a
1992 Miglior attore non protagonista Ballroom - Gara di ballo Vincitore/trice
1993 Miglior attore non protagonista The Custodian Candidato/a
1996 Miglior attore non protagonista Pazzi per Mozart Candidato/a

NoteModifica

  1. ^ Louise Schwartzkoff, Barry's M.Otto: if at first you don't succeed, paint on, in The Sydney Morning Herald, 7 febbraio 2009. URL consultato il 4 gennaio 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN86775727 · ISNI (EN0000 0001 1952 1752 · LCCN (ENno97030647 · GND (DE1062140915 · WorldCat Identities (ENlccn-no97030647