Apri il menu principale

BiografiaModifica

Figlio di un rilegatore gallese, Billy De Wolfe si interessò presto al teatro e trovò lavoro come usciere prima di diventare un ballerino con la Jimmy O'Connor Band. Fu a questo punto che cambiò il suo cognome in De Wolfe, che era il cognome del manager del teatro del Massachusetts in cui lavorava. Durante gli anni trenta andò in tournée in Europa con una compagnia di danza e apparve in una rivista londinese chiamata Revels in Rhythm. Durante la seconda guerra mondiale, prestò servizio nella Marina degli Stati Uniti e fu congedato nel 1944 per ragioni di salute.

Nel frattempo, nel 1943, aveva firmato un contratto con la Paramount Pictures e divenne un affidabile comprimario in ruoli brillanti. I suoi caratteristici baffetti e le sue maniere sussiegose facevano da perfetto contraltare ai protagonisti romantici. Tra i suoi ruoli più noti, da ricordare quello di Timmy Timmins, l'attore che diventa protagonista ricorrente nelle pellicole mute interpretate da Pearl White (Betty Hutton) nel film biografico La storia di Pearl White (1947). I suoi modi comicamente pomposi vennero messi in risalto in due commedie con Doris Day, Tè per due (1950) e La ninna nanna di Broadway' (1951).

De Wolfe interpretò il ruolo di Pemberton Williams, incaricato d'affari del ducato di Lichtenburg, nella commedia musicale Chiamatemi Madame (1953), accanto a Ethel Merman e George Sanders, dopodiché - scaduto il suo contratto con la Paramount - tornò sul palcoscenico per interpretare le riviste John Murray Anderson's Almanac (1953-1954) e Ziegfeld Follies of 1957. All'inizio degli anni sessanta iniziò a comparire con sempre maggior frequenza sul piccolo schermo in popolari show e sit com, come The Dick Van Dyke Show (1965), I Pruitts (1967), The Queen & I (1969), The Doris Day Show (1970-1973), interpretando personaggi brillanti, come quello di Robert B. Hutton Jr., pignolo manager di una stazione radio in Good Morning, World (1967-1968).

Dopo un'ultima apparizione cinematografica nel film per ragazzi Nanù, il figlio della giungla (1973), De Wolfe era pronto per tornare a Broadway e interpretare il ruolo di Madame Lucy nel revival del musical Irene, con Debbie Reynolds e Ruth Warrick. Tuttavia, durante le prime fasi delle prove, apprese di essere malato di cancro e fu sostituito da George S. Irving. Morì a Los Angeles, il 5 marzo 1974, all'età di 67 anni.

Filmografia parzialeModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN100312613 · ISNI (EN0000 0000 7112 540X · LCCN (ENno93017604 · BNF (FRcb138000348 (data) · WorldCat Identities (ENno93-017604