Billy Ray

regista e sceneggiatore statunitense

William Ray, detto Billy (Tennessee, 21 settembre 1971), è uno sceneggiatore e regista statunitense.

William Ray

Carriera modifica

Intraprende già da giovane la sua attività di sceneggiatore, probabilmente influenzato verso questa attività dal fatto che già il padre era un agente letterario.[1] Il suo esordio è stato con la scrittura di un episodio de I pronipoti (serie a cartoni animati andata in onda tra il 1962 e il 1988)[1], passando poi alla partecipazione ad una sceneggiatura nel 1990 insieme a Robbie Fox del film The Bobby & Larry Show, e continuando con il salto alla stesura di una sceneggiatura propria nel 1994 scrivendo Il colore della notte per la televisione e arrivare al salto definitivo per la produzione ad alto budget Sotto corte marziale nel 2002.

Da sottolineare anche la sua partecipazione alla serie televisiva Progetto Eden, della quale sarà sceneggiatore di 21 dei 22 episodi.

Nel 2003 oltre a scrivere ha iniziato anche a dirigere i propri lavori. Il suo primo film, suggeritogli dalla HBO, è stato L'inventore di favole, il cui soggetto è un giornalista che inventa gli articoli che scrive.[2] Questo film gli è valso la canidatura a "regista più promettente" dalla Chicago Film Critics Association e alla "miglior sceneggiatura" dall'Independent Spirit Award.[3]

Breach - L'infiltrato (2007), che Ray ha cosceneggiato e diretto, racconta una storia simile su un agente dell'FBI che fa il doppio gioco vendendo importanti segreti all'Unione Sovietica.[4]

Filmografia modifica

Sceneggiatore modifica

Regista modifica

Produttore modifica

Attore modifica

Riconoscimenti modifica

Note modifica

  1. ^ a b Billy Ray | MYmovies
  2. ^ Michael Hastings, Overview: Shattered Glass, su allmovie.com, AllMovie. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  3. ^ Awards: Billy Ray, su allmovie.com, AllMusic. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  4. ^ Jason Buchanan, Overview: Breach, su allmovie.com, AllMovie. URL consultato il 15 marzo 2010.

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN10056756 · ISNI (EN0000 0000 5952 2429 · LCCN (ENno97024201 · GND (DE140477438 · BNE (ESXX928481 (data) · BNF (FRcb14130978x (data) · J9U (ENHE987007432754405171 · NDL (ENJA01028627