Bivacco Agostino Parravicini

Bivacco delle Alpi Retiche
Bivacco Agostino Parravicini
Bivacco Parravicini.jpeg
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine3 183 m s.l.m.
LocalitàLanzada (SO)
CatenaAlpi del Bernina delle Alpi Retiche occidentali
Coordinate46°21′41.18″N 9°52′59.92″E / 46.361439°N 9.883311°E46.361439; 9.883311Coordinate: 46°21′41.18″N 9°52′59.92″E / 46.361439°N 9.883311°E46.361439; 9.883311
Dati generali
Inaugurazione1936
ProprietàClub Alpino Italiano, sezione valtellinese
GestioneNon custodito
Periodo di aperturaSempre aperto
Capienza6 posti letto
Mappa di localizzazione

Il bivacco Agostino Parravicini è un bivacco situato in alta valle Scerscen nel comune di Lanzada (SO), a 3183 m s.l.m nelle Alpi Retiche[1].

StoriaModifica

Il bivacco è stato costruito nel 1936 a memoria dell'alpinista Agostino Parravicini, morto ventenne sulla Cima di Zocca il 02/08/1935[2].

CaratteristicheModifica

Il bivacco è posto a 3183 m s.l.m. in alta valle Scerscen (diramazione della Val Lanterna, a sua volta propaggine orientale della Val Malenco), a poca distanza dalla via normale per il Pizzo Sella e il Piz Roseg.

È una costruzione in legno ricoperta di lamiera bianca, fissata al suolo roccioso con tiranti metallici. All'interno si trovano 6 cuccette ripiegabili, un tavolo e coperte. L'approvvigionamento idrico è possibile fondendo l'abbondante neve sempre presente in zona. Sulla superficie esterna di una parete laterale è posta una targa commemorativa.

Visti l'essenzialità della struttura, l'ambiente severo e l'esiguo numero di posti, non è consigliabile programmare un pernottamento al suo interno. È invece indicato come ricovero d'emergenza in caso di maltempo.

AccessiModifica

L'accesso avviene partendo da Campo Moro, parcheggiando nei pressi della diga. Si procede poi per il Rifugio Carate Brianza (2636 m s.l.m., 2h dalla partenza), quindi per la Bocchetta delle Forbici e si sale poi al Rifugio Marinelli Bombardieri (2815 m s.l.m., 3h15 dalla partenza). Si procede poi su sentiero verso il Passo Marinelli occidentale[3], dove inizia la vedretta superiore di Scerscen. Si attraversa la vedretta con un ampio semicerchio verso sinistra, mantenendosi a dovuta distanza dalle imponenti pareti meridionali di Bernina, Scerscen e Roseg (possibili scariche) e dirigendosi verso il Pizzo Sella[4][5].

Il bivacco (2h dal Rifugio Marinelli) è situato su una sporgenza rocciosa a sinistra rispetto alla via, poco lontano dalla parete sud del Piz Roseg[1].

Dato lo sviluppo glaciale della via, sono necessarie le dovute precauzioni in termini di vestiario, attrezzatura e preparazione alla progressione in ambiente.

Galleria d'immaginiModifica

AscensioniModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Node: Bivacco A. Parravicini (2388866816), su OpenStreetMap. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  2. ^ Trofeo Parravicini | LA STORIA, su trofeo-parravicini. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) Node: Passo Marinelli Occidentale (564379261), su OpenStreetMap. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  4. ^ Waltellina Team, Bivacco Agostino Parravicini, su www.waltellina.com. URL consultato il 29 luglio 2018.
  5. ^ Pwf Cms Engine, Bivacco Parravicini Agostino, su www.rifugi-bivacchi.com. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  6. ^ Lanzada - alpinismo - Sella (Pizzo) Via Normale dalla Diga di Campo Moro - Lombardia, su www.gulliver.it. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  7. ^ Piz Roseg : via normale dal bivacco Parravicini - Camptocamp.org, su camptocamp.org. URL consultato il 29 luglio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna