Apri il menu principale

Bruno Cagli

critico musicale, musicologo e saggista italiano

BiografiaModifica

Si laureò all'Università di Roma in storia della musica sotto la guida del musicologo Luigi Ronga. Successivamente si specializzò nello studio dell'opera - in particolare quella italiana e francese dei secoli XVIII e XIX - sulla quale pubblicò numerosi saggi.

Come critico musicale scrisse per diversi quotidiani e periodici sia in Italia che all'estero; fu inoltre autore e sceneggiatore per il teatro, per programmi culturali radio-televisivi e per il cinema (il film Rossini! Rossini! di Mario Monicelli, 1991, con Suso Cecchi D'Amico e Nicola Badalucco), nonché autore di libretti d'opera per diversi compositori. Come docente ordinario insegnò storia della musica nei conservatori di Pesaro e di Roma, e nelle Università di Urbino e di Napoli. Ricoprì diversi incarichi direzionali in numerose istituzioni musicali e festival. Era accademico effettivo di Santa Cecilia e membro dell'Arcadia, dell'Istituto di studi romani, dell'Accademia Filarmonica Romana, dell'Accademia Raffaello di Urbino.

Nel 2010 il Consiglio Comunale di Cagli gli conferì, a consenso unanime, la cittadinanza onoraria.

CaricheModifica

Curatele e edizioniModifica

  • Curatore dell'edizione critica delle opere di Rossini per la Fondazione Rossini di Pesaro
  • Curatore delle Sonate per violino e chitarra di Paganini
  • Curatore della Storia del Teatro San Carlo di Napoli, pubblicata da Electa
  • Curatore della nuova edizione dell'epistolario di Rossini

Onorificenze e riconoscimentiModifica

OnorificenzeModifica

  Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 dicembre 1994[1]
  Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte
— 28 marzo 1994[2]

PremiModifica

Cittadinanza onorariaModifica

  • Cittadinanza onoraria della città di Cagli (Consiglio Comunale di Cagli, Delibera n. 52 del 29.09.2010)

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN76743996 · ISNI (EN0000 0000 6639 8171 · SBN IT\ICCU\CFIV\048668 · LCCN (ENn85350157 · BNF (FRcb120330719 (data) · WorldCat Identities (ENn85-350157