Apri il menu principale

Casanova farebbe così!

film del 1942 diretto da Carlo Ludovico Bragaglia
Casanova farebbe così!
Casanova farebbe così !.JPG
I fratelli De Filippo e Clelia Matania in una scena del film
Titolo originaleCasanova farebbe così!
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1942
Durata62 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37 : 1
Generecommedia
RegiaCarlo Ludovico Bragaglia
SoggettoArmando Curcio (commedia teatrale)
SceneggiaturaCarlo Ludovico Bragaglia, Peppino De Filippo
Casa di produzioneCines, Juventus Film
Distribuzione in italianoENIC
FotografiaRodolfo Lombardi
MontaggioGabriele Varriale
MusicheGiulio Bonnard
ScenografiaAlfredo Montori
CostumiGaia Romanini
Interpreti e personaggi

Casanova farebbe così! è un film commedia del 1942, interpretato da Peppino De Filippo e diretto da Carlo Ludovico Bragaglia, che ne curò la sceneggiatura con lo stesso De Filippo.

Il soggetto utilizzato dal film è Casanova farebbe così, commedia teatrale scritta nel 1940 da Armando Curcio e Peppino De Filippo.

Il film è stato distribuito nel circuito cinematografico italiano il 5 dicembre 1942,[1]. Inaspettatamente, alcune copie del film sono state distribuite anche negli USA col titolo di After Casanova's Fashion.[1]

Indice

TramaModifica

Don Agostino è un uomo molto noto in paese, per via della sua fama da don Giovanni. Un giorno scommette coi suoi amici di riuscire a passare una notte con Maria Grazia, moglie di don Ferdinando, suo debitore oltreché marito geloso.

Don Agostino prepara così uno stratagemma: fa allontanare subito don Ferdinando dal paese con un pretesto; dopodiché si intrufola in casa sua sfruttandone l'assenza. Per farsi aprire da Maria Grazia, don Agostino dice di essere inseguito dalla polizia dato che ha appena assassinato un uomo.

Gli amici di don Agostino, nascosti nel bosco che circonda la casa, considerano ormai vinta la scommessa, dato che l'uomo è entrato in casa; purtroppo per lui ritorna don Ferdinando.

I due sono dapprima perplessi, ciascuno per la presenza dell'altro, ma dopo un po' iniziano le spiegazioni: don Agostino si giustifica con la medesima storia raccontata a Maria Grazia, e convince don Ferdinando a mantenere il silenzio su tutto annullando i debiti che l'uomo ha con lui.

Alla fine la verità viene fuori, e don Agostino, diventato oggetto di scherno da parte di tutti i paesani, è costretto ad abbandonare il paese.

NoteModifica

  1. ^ a b Dati disponibili qui, ultimo accesso il 19-02-2008.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema