Apri il menu principale

Cavatelli

tipo di pasta
Cavatelli
Cru-sìcchi cavatelli lunghi 04.JPG
Un piatto di cavatelli
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniAbruzzo
Molise
Puglia
Zona di produzioneMolise, Abruzzo, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia
Dettagli
Categoriaprimo piatto
RiconoscimentoP.A.T.
SettorePaste alimentari
 
Vassoio di capunti

I cavatelli ("cavetiell" in dialetto molisano o "cavatille" in dialetto di tutto il Vastese) sono una pasta tradizionale e prodotto agroalimentare tradizionale[1] del Molise, successivamente acquisita da parti della Puglia, dove vengono chiamati anche capunti[2]. Sono altrettanto prodotti in Abruzzo, Campania, Basilicata, Calabria e in Sicilia. A Caggiano, ad esempio, prendono il nome di crusìcchi (Cru-sìcchi); a Gesualdo invece sono chiamati cecaruccoli, ad Ariano Irpino invece sono chiamati cicatielli.

Sono ricavati da un impasto di semola di grano duro e acqua (a volte anche con patate) e hanno una forma allungata con una incavatura all'interno.

Vengono gustati e serviti col ragù oppure con verdure tipo broccoli o cardoncelli.

VariantiModifica

  • A Campobasso i cavatelli vengono conditi con un sugo dove sono state cotte costolette di maiale (tracchiulelle in dialetto) oppure con i cicoli di maiale soffritti e serviti in bianco con gli spigatelli (spigatiell in dialetto).
  • A Montenero di Bisaccia il piatto tipico del paese sono i cavatelli (cuzzutill in dialetto) col ragù di ventricina.

SagreModifica

A Petrella Tifernina, solitamente la prima domenica dopo il ferragosto si svolge la sagra dei "cavètièlle e savecicce", cavatelli conditi con sugo e salsiccia di maiale.

A Cercemaggiore si svolge a fine luglio la sagra dei cavatelli cercesi conditi con sugo di maiale o cinghiale.

A Pietracatella si svolge di solito il 10 agosto la sagra dei cavatelli conditi al sugo, nella piazza centrale del paese.

A Vitorchiano si svolge per tre giorni ogni estate i primi giorni di agosto la sagra del cavatello, nella piazza centrale del centro storico. La pasta viene condita con il tipico sugo di pomodoro, aglio e finocchio.

A Caggiano ad agosto si svolge la sagra dei crusìcchi.

Anche a Ruvo del Monte, il 10 agosto, si svolge la sagra dei cavatelli cu' u cas' r'cott' , cioè cavatelli al sugo, conditi con il cacioricotta.

A Trivento, l'11 Settembre, si svolge la sagra dei cavatelli conditi con sugo di costatine di maiale. A Larino in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna del Carmine, si svolge la sagra dei cavatelli con il sugo di maiale. La sagra ha origine negli anni ottanta.

A Tufillo l'11 di Agosto, si svolge la sagra dei Cavatelli col sugo di Salsiccia Rossa (del Vastese) o di Fegato, ma la tradizione preferisce ancor di più col sugo di Ventricina. Nel 2019 la sagra ha compiuto il trentacinquesimo anno di edizione

A Rutigliano ogni anno la Sagra del Cavatello ha luogo la prima domenica di agosto.

Abbinamenti enogastronomiciModifica

Si gustano con un buon vino rosso, la tradizione vede il piatto abbinato con la Tintilia del Molise, o d'estate rosato fresco.

NoteModifica

  1. ^ N.89 elenco Prodotti Agroalimentari Tradizionali Abruzzesi e Molisani riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali
  2. ^ Capunti (o cavatelli). Il giornale del cibo. Ricette.

Altri progettiModifica

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina