Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima competizione scomparsa, vedi Champions Hockey League (2008-2009).
Champions Hockey League
CHL2014Logo.png
SportIce hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
TipoSquadre di Club
CategoriaProfessionisti
ContinenteEuropa
OrganizzatoreIIHF
CadenzaAnnuale
Aperturaagosto
Chiusurafebbraio
Partecipanti32
Sito Internetchampionshockeyleague.net
Storia
Fondazione2013
Numero edizioni5
DetentoreFrölunda
Ultima edizioneChampions Hockey League 2017-2018

La Champions Hockey League è la più importante competizione di hockey su ghiaccio europea per club posta sotto l'egida della IIHF. Fu fondata nel 2013 grazie all'interesse di ventisei club europei appartenenti a sei diversi campionati membri dell'associazione Hockey Europe.[1]

StoriaModifica

Nel 2008 la IIHF lanciò un torneo omonimo per festeggiare i cento anni della federazione internazionale. L'unica edizione disputata di svolse dall'8 ottobre 2008 al 28 gennaio 2009 e fu vinta dagli svizzeri del ZSC Lions, qualificandosi così di diritto alla Victoria Cup 2009.[2] La IIHF cercò di far disputare anche la stagione successiva, tuttavia in seguito a problemi di sponsor e a disaccordi sul formato del torneo fu costretta a cancellare il torneo.[3] Il 9 dicembre 2013 la IIHF annunciò ufficialmente la creazione a partire dalla stagione 2014-15 di un nuovo trofeo, seppur con lo stesso nome di quella precedente, fondato sulle ceneri dell'European Trophy.[4][5]

Formula del torneoModifica

Nella stagione inaugurale presero il via 44 squadre, provenienti da dodici diverse nazioni europee, suddivise in undici gironi da quattro squadre ciascuno. Le undici vincitrici insieme alle cinque migliori seconde si qualificano alla fase a eliminazione diretta. Il torneo prevedette ottavi, quarti e semifinali per concludersi con una finale giocata in gara unica. In totale furono disputati 149 incontri (incluse la fase a gironi e i playoff).[4][6] Dalla stagione successiva si allargò il numero di partecipanti a 48, divise in 16 gruppi da tre formazioni ciascuno. Le prime due di tutti i gironi si qualificarono per i sedicesimi, per poi procedere con la fase ad eliminazione diretta fino alla finale. La riduzione delle gare di qualificazione, 96 contro le 132 della prima stagione, fu compensata dall'aumento delle gare dei playoff da 29 a 61, per un totale di 157 gare previste.[7]

A partire dalla stagione 2017-18 i criteri di qualificazione sono legati ai risultati ottenuti nel campionato, con un numero di squadre per ogni lega assegnato in base al ranking. Viene dunque abbandonata la qualificazione attraverso il sistema delle licenze. Le squadre scendono a 32, suddivise in 8 gironi, i playoff partono dagli ottavi, con la medesima formula degli anni precedenti.

SquadreModifica

Nella seconda e nella terza edizione hanno preso il via 48 formazioni provenienti da almeno 8 diversi paesi europei. Le squadre si sono qualificate al torneo attraverso tre tipi di licenza: A, B e C.[7][8]

  • Licenza A: le 26 squadre fondatrici partecipano di diritto al trofeo e usufruiscono della licenza di tipo A. L'unica condizione è che esse partecipino alla massima serie dei rispettivi campionati.[9]
  • Licenza B: all'interno dei campionati fondatori (EBEL, ELH, Liiga, DEL, LNA e SHL) due squadre, la miglior classificata al termine dell'ultima stagione regolare e la miglior squadra agli ultimi playoff sprovviste di una licenza A prendono parte al torneo.[9] Se queste posizioni fossero occupate da squadre con la licenza A altre formazioni possono prendere il loro posto. I criteri sono i seguenti:[9][10]
  1. Campione nazionale
  2. Vincitore della stagione regolare
  3. Secondo posto stagione regolare
  4. Finalista dei play-off
  5. Miglior semifinalista
  6. Peggior semifinalista
Se le leghe non raggiungono ancora il numero minimo di squadre ammesse alla competizione (EBEL: 4; DEL, LNA ed Extraliga: 5; SHL e Liiga: 6) possono essere ammesse anche le terze o quarte classificate al termine della stagione regolare.[9]

MappaModifica

Albo d'oroModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Champions Hockey League opens in August 2014, europeantrophy.com, 9 dicembre 2013. URL consultato il 27 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2013).
  2. ^ (EN) Victoria Cup champs ZSC Lions cap year to remember, nhl.com, 30 settembre 2009. URL consultato il 27 aprile 2014.
  3. ^ La Champions Hockey League 2009-2010 non sarà disputata, hockeytime.net, 17 giugno 2009. URL consultato il 27 aprile 2014.
  4. ^ a b (EN) New era dawns for Europe, iihf.com, 12 dicembre 2013. URL consultato il 27 aprile 2014.
  5. ^ (EN) History of the Nordic Trophy and European Trophy, championshockeyleague.net, 11 maggio 2014. URL consultato il 13 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2014).
  6. ^ (EN) Ready for takeoff, iihf.com, 27 febbraio 2014. URL consultato il 27 aprile 2014.
  7. ^ a b c (EN) CHL to play with 48 teams in 2015–16, championshockeyleague.net, 2 dicembre 2014. URL consultato il 2 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2014).
  8. ^ La nuova Champions Hockey League partirà ad agosto 2014, hockeytime.net, 9 dicembre 2013. URL consultato il 27 aprile 2014.
  9. ^ a b c d (EN) How did the 44 clubs qualify for the 2014/2015 CHL?, championshockeyleague.net, 10 maggio 2014. URL consultato il 13 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2014).
  10. ^ (EN) New clubs join CHL, iihf.com, 4 aprile 2014. URL consultato il 27 aprile 2014.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Hockey su ghiaccio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hockey su ghiaccio