Apri il menu principale

City Island

film del 2009 diretto da Raymond De Felitta
City Island
City Island.JPG
Vince Rizzo ad un provino
Titolo originaleCity Island
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2009
Durata100 min
Generecommedia
RegiaRaymond De Felitta
SceneggiaturaRaymond De Felitta
Distribuzione in italianoMikado Film
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

City Island è un film del 2009 scritto e diretto da Raymond De Felitta con Andy García e Julianna Margulies.

Indice

TramaModifica

Vince Rizzo è un secondino che scopre la recitazione ma si vergogna di confessarlo alla famiglia. Frequenta i corsi di recitazione e per nasconderlo alla moglie inventa che va a giocare a poker con gli amici. Un giorno al lavoro in carcere incontra suo figlio, Tony Nardella, avuto da una relazione da giovane con una donna che ha abbandonato prima che nascesse il figlio. Vince ottiene il permesso di portare Tony a casa sua sotto libertà vigilata. Nessuno della famiglia sa perché Tony sia in casa sua, neanche Tony stesso. La figlia espulsa dal college e persa la borsa di studio a causa di qualche stupefacente ritrovato nella sua stanza, per pagarsi gli studi trova un lavoro in un night club come spogliarellista.

Ogni membro della famiglia nasconde un segreto, ma in una sera sola ognuno dirà la verità.

ProduzioneModifica

Le principali produttrici del film sono la CineSon Entertainment e la Medici Entertainment, supportate dalla Lucky Monkey Pictures, Gremi Film Production e Filmsmith Productions.[1] Gli effetti speciali sono stati curati dalla Resident Creative Studio,[2] mentre la David Haddad si è occupata dei mezzi di trasporto.[3] Le scene sono state girate completamente nel Bronx (New York); il budget ammonta a circa $ 6.000.000.[4]

SloganModifica

Lo slogan per il film è:

  • Truth is stranger than family

DistribuzioneModifica

Il film è stato distribuito in diversi paesi con titoli e date differenti:[5][6]

DivietiModifica

La pellicola negli Stati Uniti è stata vietata ai minori di 13 anni, in Brasile ai minori di 14 anni, e nei Paesi Bassi ai minori di 16 anni.[7]

AccoglienzaModifica

Negli States il film nel primo week-end di apertura guadagna $ 32.001, mentre in Italia € 43.000.[8] In tutto in patria il guadagno del film ammonta a circa $ 6.670.712.[4]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema