Apri il menu principale
Collegiove
comune
Collegiove – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
ProvinciaProvincia di Rieti-Stemma.png Rieti
Amministrazione
SindacoDomenico Manzocchi (lista civica)
Territorio
Coordinate42°11′N 13°02′E / 42.183333°N 13.033333°E42.183333; 13.033333 (Collegiove)Coordinate: 42°11′N 13°02′E / 42.183333°N 13.033333°E42.183333; 13.033333 (Collegiove)
Altitudine1 001 m s.l.m.
Superficie10,61 km²
Abitanti189[1] (30-6-2017)
Densità17,81 ab./km²
Comuni confinantiAscrea, Collalto Sabino, Marcetelli, Paganico Sabino, Pozzaglia Sabina, Turania
Altre informazioni
Cod. postale02020
Prefisso0765
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT057020
Cod. catastaleC859
TargaRI
Cl. sismicazona 2B (sismicità media)
Nome abitanticollegiovesi
Patronosant'Antonio di Padova
Giorno festivo16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Collegiove
Collegiove
Collegiove – Mappa
Posizione del comune di Collegiove nella provincia di Rieti
Sito istituzionale

Collegiove è un comune italiano di 189 abitanti della provincia di Rieti, nel Lazio.

Indice

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

A ridosso del paese il Monte Cervia ed il Monte Navegna, da cui prende il nome la splendida riserva naturale che, oltre Collegiove, comprende anche i comuni di Marcetelli, Varco, Paganico, Ascrea, Nespolo, Collalto, Castel di Tora e Roccasinibalda, per un totale di 3.624 ettari.

Raggiungibile in un'ora di cammino, tutta la riserva è caratterizzata da folti boschi di faggi, castagni, olmi, querce, noccioli e aceri nei quali vivono aquile reali, lupi e gatti selvatici Come altri paesi limitrofi, anche Collegiove fece per lungo tempo parte della baronia di Collalto, di cui divenne feudo dipendente seguendone le vicende storiche nel corso dei secoli.

Sul monte Cervia c'è un sistema di grotte carsiche noto come "Grotte di Paganico", ancora da esplorare.

ClimaModifica

Classificazione climatica: zona F, 3187 GR/G

StoriaModifica

Le origini del borgo sono molto antiche e alcuni studiosi le fanno risalire al periodo della dominazione romana. Secondo alcuni studiosi, tra cui il Martelli, il primo nucleo fu edificato in una zona in cui anticamente sorgeva un tempio romano dedicato a Giove Rotondo, divinità pagana da cui probabilmente il paese prende il nome.

È probabile che in una prima fase l'insediamento sia stato caratterizzato da forme poco accentrate e che solo in un secondo tempo, probabilmente tra il XII ed il XIII secolo, con l'espandersi della signoria dei Collalto sulla zona, i nuovi signori abbiano provveduto ad accentrare la popolazione in un unico centro fortificato.

Il nome "Collis Iovis" compare per la prima volta nel 1252 nel registro delle chiese presenti nel territorio della diocesi di Rieti.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Chiesa di S. Maria - antica chiesa parrocchiale, conserva al suo interno numerose opere di artisti locali e due splendidi campanili del XVI secolo, è conservata una grande tazza marmorea di età romana trovata a Colle Santo e usata come acquasantiera.

Aree naturaliModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 

Etnie e minoranze straniereModifica

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2015 la popolazione straniera residente era di 64 persone[3] (30,04%).

Istituzioni, enti e associazioniModifica

Pro Loco

La Pro Loco di Collegiove , è stata eletta il 4 dicembre 2010 presso la sala comunale dopo che il precedente direttivo ha deciso di non cederla alla provincia e alla regione ma di consegnarla ad una nuova generazione che, come loro, porti innovazioni, divertimenti e quant'altro affinché il paese torni ad essere una meta per tantissime persone.

Il direttivo iniziale e quello attuale, non ha schieramenti politici, perché la scelta di rilevare la Pro Loco e di mantenerla attiva negli anni, è solo ed esclusivamente per il bene del paese, perché l'incremento della popolazione e del turismo, sono le basi per mantenere viva una piccola realtà montana come questa.

Si tiene a precisare che tutto ciò che viene organizzato è senza scopo di lucro, i ricavi sono esclusivamente utilizzati per aumentare la quantità e la qualità degli eventi organizzati periodicamente durante l'anno.

Ad oggi (Febbraio 2019) sia l'amministrazione comunale nel nome del sindaco Domenico Manzocchi, la Pro Loco, il Centro Anziani, ecc. viaggiano sulla stessa lunghezza d'onda con unico obiettivo comune: unità e rilancio del paese ad alti livelli come lo è sempre stato negli anni passati.

Tutti gli aggiornamenti, informazioni ed il calendario degli eventi, si possono trovare sulla pagina Facebook : La Voce di Collegiove Sabino costantemente aggiornata.

CulturaModifica

IstruzioneModifica

MuseiModifica

Museo della Civiltà Contadina - Sito in Via Umberto I (Locale Ex Biblioteca adiacente alla Chiesa).

Al fine di rivalutare e ridare la giusta importanza alla memoria storica della vita contadina per ristabilire gli antichi legami con il proprio passato e testimoniare gli aspetti materiali di una civiltà che, attraverso la fatica del lavoro dell'uomo, ha tramandato per secoli i riti della società contadina.

AmministrazioneModifica

Nel 1923 passa dalla provincia di Perugia in Umbria, alla provincia di Roma nel Lazio, e nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Rieti, Collegiove passa a quella di Rieti.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2003 2009 Pietro Petroni lista civica Sindaco
2009 2014 Giovanni Pompei lista civica Sindaco

Altre informazioni amministrativeModifica

Il paese appartiene alla Comunità Montana del Turano.

EconomiaModifica

L'economia è legata principalmente all'agricoltura ed all'allevamento.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Dati ISTAT

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Lazio