Apri il menu principale

Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera è l'organo posto al vertice del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera della Repubblica Italiana.

Il Comando generale è retto da un ammiraglio ispettore capo ed ha la sua sede in viale dell'Arte a Roma nel quartiere dell'EUR presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ed è coadiuvato dalla figura dell'ammiraglio ispettore, che ricorpe la carica di vice comandante generale del corpo.

Viene nominato con decreto del presidente della Repubblica.

Indice

StoriaModifica

In seguito ad una della norme del decreto 11 novembre 1938 al vertice del Corpo della Capitanerie di porto veniva posto un ammiraglio di squadra appartenente al Corpo di stato maggiore della Regia Marina, tale situazione perdurò fino al gennaio 1946 quando al vertice del corpo tornò un tenente generale di porto proveniente dal Corpo delle Capitanerie. Dopo la riforma delle denominazioni dei gradi della Marina Militare introdotta con la legge 16 aprile 1973, n° 174[1], con cui gli ufficiali corpi tecnici e del Corpo delle Capitanerie portano gli stessi gradi degli altri ufficiali del Corpo di stato maggiore della Marina Militare, con l'aggiunta dei suffissi "(AN)", "(GN)", "(MD)", "(CM)", "(CP)"[1] rimangono diverse le denominazioni dei gradi di ammiraglio ispettore (equivalente ad ammiraglio di divisione), ed ammiraglio ispettore capo (equivalente ad ammiraglio di squadra), mentre precedentemente alla riforma del 1973 i gradi degli ufficiali tecnici e del Corpo delle Capitanerie avevano le stesse denominazioni in uso nell'Esercito italiano, quindi l'ammiraglio ispettore (CP) si chiamava maggior generale di porto e l'ammiraglio ispettore capo tenente generale di porto.

Con il Decreto del Presidente della Repubblica del 12 febbraio 2013, n. 29 e con il decreto legislativo 28 gennaio 2014, n. 8,[2], per la "riduzione delle dotazioni organiche" essendo stato abolito il grado di ammiraglio ispettore capo per i Corpi sanitario militare marittimo (SAN), di commissariato (CM) e delle capitanerie di porto (CP), la funzioni di comandanti dei suddetti Corpi della Marina Militare e quindi del Corpo delle capitanerie di porto - Guardia costiera venivano svolte nel grado di ammiraglio ispettore. Successivamente, per effetto del decreto legislativo n. 94 in data 29 maggio 2017 “Disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate” - l’articolo 133 del codice dell’ordinamento militare, prevede, in luogo della designazione legata all’anzianità di grado, una nuova procedura di nomina del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. L’incarico attualmente è quindi attribuito con decreto del Presidente della Repubblica adottato sulla base della proposta, condivisa e paritetica, dei Sigg. Ministri della Difesa, sentito il Capo di stato Maggiore della Difesa, e del Sig. Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, prevedendo, contestualmente, il conferimento del grado di Ammiraglio Ispettore Capo al vertice del Corpo e la permanenza in carica per non meno di due anni e, ove raggiunto dal limite di età, è richiamato in servizio d’autorità fino al termine del mandato.

Pertanto, a decorrere dall’8 luglio 2017, è stato conferito il grado di Ammiraglio Ispettore Capo al Comandante Generale allora in carica Vincenzo Melone.

Il Comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto, nella qualità di Capo di corpo, dipende dal Capo di stato maggiore della Marina militare per gli aspetti tecnico-militari attinenti al Corpo.

CompetenzeModifica

Il comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto - Guardia costiera è Responsabile del coordinamento e del controllo di tutte le attività svolte dalle Capitanerie di Porto e del coordinamento generale delle attività di ricerca e soccorso[3] e cura i rapporti istituzionali rappresentandolo ufficialmente, ed è custode della Bandiera di guerra e delle tradizioni dell'Istituzione.

Le figureModifica

 
Insegna per paramano di Comandante del Corpo

Comandante generaleModifica

Il distintivo per paramano del Comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto è costituito da un giro di bitta, due binari e una greca. Analogamente il distintivo per controspallina è provvisto di tre stellette. Il codice di equivalenza NATO è OF-8[4].

L'attuale comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto è l'Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino, in carica dal 9 febbraio 2018.

Vice comandante generaleModifica

Il vice comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto è l'ammiraglio ispettore (CP) Antonio Basile.[3]

Cronotassi dei comandanti generaliModifica

 
Francesco Mazzinghi
 
Ten. gen. Francesco Marena
  • 1910 31/12/1919 Francesco Mazzinghi GENERALE DI PORTO ISPETTORE[5]
  • 01/01/1920 31/12/1924 Ernesto Policastro GENERALE CAPO DI PORTO
  • 01/01/1925 18/04/1925 Federico Mandillo GENERALE DI PORTO ISPETTORE
  • 19/04/1925 21/12/1927 Giulio Ingianni TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 21/12/1927 08/09/1930 Pirro Alferi Osorio TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 09/09/1930 31/12/1935 Francesco Marena TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 01/01/1936 30/06/1936 Carlo Vergara Caffarelli di Craco TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 01/07/1936 31/12/1936 Francesco Pasciuto TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 01/01/1937 02/01/1939 Armando Gaeta TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 03/01/1939 09/07/1939 Mario Falangola AMMIRAGLIO DI SQUADRA
  • 10/07/1939 30/06/1940 Silvio Salza AMMIRAGLIO DI SQUADRA
  • 01/01/1942 08/09/1943 Mario Falangola AMMIRAGLIO DI SQUADRA
  • 08/09/1943 14/01/1946 Aldo Ascoli AMMIRAGLIO DI DIVISIONE (FF. COMANDANTE GENERALE)
  • 15/01/1946 31/12/1947 Antonio Bisconti TENENTE GENERALE DI PORTO (FF. COMANDANTE GENERALE)
  • 01/01/1948 31/01/1951 Alberto Pace TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 01/02/1951 31/12/1954 Francesco Serra Maninchedda TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 01/01/1955 02/02/1961 Alfonso Federici TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 03/02/1961 17/10/1965 Michele Carnino TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 18/10/1965 11/02/1967 Domenico Modica TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 12/02/1967 27/10/1970 Mario Battaglieri TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 28/10/1970 28/01/1973 Francesco Carfì TENENTE GENERALE DI PORTO
  • 29/01/1973 01/04/1974 Demetrio Rando AMMIRAGLIO ISPETTORE (CP)
  • 02/04/1974 09/09/1977 Alfredo Gifuni AMMIRAGLIO ISPETTORE (CP)
  • 10/09/1977 28/08/1982 Ugo Balducci Riccitelli AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP)
  • 29/08/1982 31/12/1986 Luigi Romani AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP)
  • 01/01/1987 26/08/1989 Francesco Cerenza AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP)
  • 27/08/1989 03/04/1990 Franco Marzio AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP)
  • 04/04/1990 06/09/1995 Giuseppe Francese AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 07/09/1995 04/05/1996 Mario De Palo AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 05/05/1996 14/12/1999 Renato Ferraro di Silvi e Castiglione AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 15/12/1999 25/11/2004 Eugenio Sicurezza AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 26/11/2004 04/07/2007 Luciano Dassatti AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 05/07/2007 18/06/2010 Raimondo Pollastrini AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 19/06/2010 07/10/2010 Ferdinando Lolli AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 08/10/2010 24/02/2012 Marco Brusco AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 25/02/2012 01/06/2013 Pierluigi Cacioppo AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 02/06/2013 01/11/2015 Felicio Angrisano AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 02/11/2015 07/07/2017 Vincenzo Melone AMMIRAGLIO ISPETTORE (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 08/07/2017 08/02/2018 Vincenzo Melone AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE
  • 09/02/2018 in carica Giovanni Pettorino AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE

NoteModifica

Voci correlateModifica