Connor (Angel)

Connor
ConnorAnselson.jpg
Connor, il figlio di Angel
UniversoBuffyverse
Soprannome
  • Connor Angel
  • Steven Franklin Thomas Holtz
  • Il distruttore
  • Connor Reilly
1ª app. inNinna nanna
Ultima app. inNon svaniremo
Interpretato daVincent Kartheiser
Voce italianaFabrizio De Flaviis
Speciedampiro
Sessomaschile
Data di nascitanovembre 2001
Professione
  • ex studente
  • cacciatore di demoni
Poteri
  • condizione fisica sovrumana
  • guarigione rapide delle ferite non mortali
  • sensi sviluppati
  • Percezione di aure (?)

Connor è un personaggio della serie televisiva Angel, interpretato da Vincent Kartheiser.

È il figlio miracoloso[non chiaro] di due potentissimi vampiri: Angel e Darla; e come tale è una sorta di dampiro dotato di tutti i poteri dei genitori ma nessuna delle loro debolezze.

Biografia del personaggioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Angel (terza stagione).

La nascitaModifica

Connor è nato dalla unione di due vampiri: Angel e Darla. I vampiri normalmente non possono avere figli, e per questo motivo la nascita di Connor è un evento straordinario; perfino una profezia annunciava il suo arrivo dicendo che il figlio nato dai due vampiri non sarebbe nato, nel senso di non venire partorito infatti viene solo liberato dal corpo della madre. Connor viene alla luce in un pomeriggio piovoso in un lurido vicolo mentre i genitori e i membri della Angel Investigations cercavano di sfuggire al cacciatore di vampiri Daniel Holtz, Darla si sacrifica per il figlio facendo promettere ad Angel che avrebbe protetto il suo bambino e che gli avrebbe detto che l'amava.

Durante la gravidanza Darla veniva influenzata dall'anima di Connor, quindi provava tutte le emozioni di una mamma. Con lui in grembo, Darla scopre cos'è l'amore per la prima volta nella sua lunga vita e non-vita. Lo rivela ad Angel prima di morire.

Il rapimentoModifica

Continuando a tradurre la profezia Wesley scoprì un passo che recitava: "Il padre ucciderà il figlio". Inizialmente tentò in tutti i modi di confutarla, ma tutti i suoi sforzi furono vani. Decise allora di salvare Connor rapendolo, ma mentre lo sta portando via, Lorne viene a scoprire i suoi piani leggendogli la mente mentre canta una ninna nanna al bambino, così Wesley è costretto a metterlo KO. Lorne rivelerà poi tutto ciò che è successo non appena Angel e gli altri rientrano.

Durante la fuga tuttavia Wesley viene aggredito da Justine, che gli taglia la gola e rapisce a sua volta il bambino per portarlo a Holtz. Dopo un inseguitmento con i soci della Wolfram & Hart capeggiati da Lilah, Angel e il demone Sajahn, Holtz viene bloccato in un piazzale e il demone gli ordina di uccidere il bambino altrimenti farà espandere la dimensione Quor-Thot, un luogo infernale, che si intravede attraverso il portale che il demone ha aperto. Holtz con Connor in braccio, si lancia nel portale per impedire il ricatto del demone.

Il ritornoModifica

Alcune settimane dopo l'evento un portale si apre nella hall dell'Hyperion Hotel e insieme a svariati demoni ne emerge anche un ragazzo, che si rivela essere proprio Connor, cresciuto moltissimo in poche settimane, in quanto delle dimensioni infernali il tempo scorre più velocemente. Il ragazzo attacca il gruppo, Angel riesce ad avere la meglio ma Connor riesce a fuggire alla luce del sole dove lo inseguono gli altri membri del gruppo investigativo del vampiro, che tuttavia lo perdono di vista quando spicca un balzo su un pullman.

Connor aiuta una ragazza di nome Sunny a liberarsi dagli spacciatori, ma la ragazza muore di overdose. Più tardi Angel trova il figlio e i due iniziano a discutere, il ragazzo afferma di chiamarsi Steven e che suo padre Daniel Holtz gli ha spiegato tutto dei vampiri insegnandogli anche come combatterli; a questo punto chiede ad Angel di poter vedere il suo vero volto, il padre lo accontenta. I due vengono interrotti dall'arrivo degli spacciatori e iniziano dunque a combatterli fianco a fianco.

Angel rimane ferito nel tentativo di proteggere il figlio, ma fortunatamente riescono entrambi a mettersi in salvo separandosi poco dopo sebbene Angel volesse Steven con lui. A questo punto il ragazzo si reca in un vecchio motel dove in una stanza si incontra con Holtz, anch'egli invecchiato parecchio.

Successivamente Holtz si farà uccidere da Justine lasciando sul collo due segni simili al morso di un vampiro così da far credere che sia Angel il suo assassino. Il giovane, furibondo, attira il padre con un tranello e lo rinchiude in una cassa sigillata che in seguito fa sprofondare nell'oceano.

Nella quarta stagioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Angel (quarta stagione).

Alcuni mesi dopo che Connor ha buttato il padre sul fondo del mare, il ragazzo va a vivere con Fred e Gunn all'Hotel. Quando Angel riesce a riemergere dai fondali grazie a Wesley, incolpa Connor della scomparsa di Cordelia avvenuta lo stesso giorno in cui il figlio lo ha imprigionato ma il ragazzo si estranea dai fatti e dopo una breve lite se ne va.

Comincia così a provvedere a sé stesso autonomamente, si sistema in un vecchio magazzino fuori città e spia Angel frequentemente. Quando Cordelia ritorna dal Paradiso, a causa dell'amnesia che la colpisce, si sente poco sicura all'Hyperion Hotel e si rifugia dunque dal ragazzo che accetta di buon grado di proteggerla.

Dopo uno scontro con un demone chiamato la Bestia, Cordelia (sotto il controllo di Jasmine) decide di far conoscere a Connor tutto ciò che non aveva mai provato e, dunque passa la notte con lui ma dopo averlo fatto rinsavisce e si pente, abbandonando dunque il ragazzo ormai invaghito di lei.

Dopo qualche giorno dall'accaduto, Los Angeles è in preda alla furia di creature notturne di ogni sorta e Cordelia capisce di essere incinta di Connor che volendo dimostrarsi un padre premuroso si mette completamente a servizio della donna. Sempre più sotto l'influenza di Jasmine, Cordelia manovra Connor come una marionetta, spingendolo persino a uccidere una ragazza per far sì che Cordelia partorisca. In quell'occasione lo spirito di Darla cerca di dissuaderlo anche se non ottiene alcun risultato.

Alla nascita di Jasmine, Connor rimane abbagliato dal suo incantesimo anche se solo apparentemente, infatti, amava la figlia indipendentemente dall'aspetto mostruoso. Jasmine prende il controllo di Los Angeles venendo venerata come una dea dagli abitanti. Angel rapendo il custode del nome, spezza la morsa esercitata da Jasmine sulla città. Nel frattempo Connor ritrova Cordelia comatosa e, dopo uno struggente monologo d'amore, sposta lo scontro in strada; qui raggiunge Jasmine e la uccide disintegrandole il cranio con un semplice pugno, sotto gli occhi del padre. Connor è distrutto per aver perso ogni punto di riferimento, per questo prende degli ostaggi in un negozio, imbottisce di esplosivo sia sé stesso che l'amata, priva di sensi, e attira l'attenzione del padre. Angel, in un ultimo estremo gesto d'amore accetta il patto con i Soci Anziani Wolfram e Hart: lui entra alle loro dipendenze nella sede di Los Angeles assieme a tutto il suo team e i Soci Anziani in cambio cancellano a Connor la memoria e riscrivono la sua vita. Il ragazzo diviene dunque Connor Reilly, figlio adottivo di Laurence Reilly e Colleen Reilly con tanto di sorella minore. Connor è diventato una persona completamente diversa, un ragazzo studioso, pacifico, felice e con l'abitudine di scherzare amichevolmente con tutti.

Nell'ultima puntata viene rivelato che il ragazzo andrà a Stanford insieme a una ragazza di nome Tracy, probabilmente la sua fidanzata.

Nella quinta stagioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Angel (quinta stagione).

Nel momento in cui viene investito da un furgone e non riporta alcun danno, Connor fa incuriosire i suoi attuali genitori sulle sue vere origini. I due in cerca di risposte si recano alla Wolfram & Harts. Angel tenta inizialmente di liquidare le domande ma in seguito, quando la famiglia Reilly viene aggredita da un'orda di demoni e Connor li uccide a mani nude, Angel è costretto a rivelare al ragazzo delle sue abilità, senza però dir nulla sulla loro origine e sul fatto di essere suo padre.

Deciso ad aiutare il figlio Angel si reca dallo stregone Cyvus Vail, autore dello stravolgimento della realtà e della sostituzione dei ricordi di Connor. Questi dice ad Angel di essere l'autore dell'attacco demoniaco ai Reilly e che Connor deve uccidere un demone di nome Sahjhan secondo un'antica profezia, altrimenti minaccia di ripristinargli le memorie perse. Angel riferisce a Connor della sfida che deve accettare e il ragazzo si dice d'accordo pur di non mettere più in pericolo la sua famiglia. Durante il combattimento il demone sembra avere la meglio, anche perché Connor non sa combattere, ma in seguito grazie a Wesley (erroneamente furioso con Angel per aver cancellato Connor dalla loro memoria, lo colpevolizza in parte della morte di Fred), che distrugge la scatola mistica con dentro la memoria di Connor, quest'ultimo riottiene i suoi ricordi insieme all'esperienza di combattente, riuscendo a decapitare facilmente Sahjhan. Nonostante il ritorno della memoria il ragazzo sceglie di tornare dalla sua famiglia adottiva, fingendo di non ricordare nulla, ma congedandosi da Angel dicendo di aver imparato da suo padre che bisogna proteggere la famiglia ad ogni costo.

Nell'ultimo episodio, Angel fa visita al figlio in vigilia della battaglia con il Circolo della Spina Nera per vederlo un'ultima volta. Il ragazzo rivela di aver riacquistato i ricordi e afferma di essere grato per ciò che Angel ha fatto per lui. Quando il padre sta per essere ucciso da Marcus Hamilton il giorno dopo, Connor salva Angel scagliando lontano l'avversario. Quando il genitore gli chiede perché sia lì, Connor, ironicamente, gli risponde che Angel non sarebbe mai andato da lui a prendere un caffè se non ci fosse stata una fine del mondo in arrivo. Dopo che Angel ha successo nell'uccidere l'essere, Connor torna dalla sua famiglia su richiesta del padre, poiché quest'ultimo afferma che finché Connor vivrà, una parte di lui vivrà sempre. Connor, così, lascia a malincuore il genitore mentre questi si prepara ad affrontare l'esercito mandatogli contro dai Soci Anziani come punizione.

Caduta di Los AngelesModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Angel: After the Fall.

Dopo che per vendetta i Soci Anziani hanno spedito tutta Los Angeles all'inferno Connor soccorre le vittime di aggressioni demoniache assieme a Nina Ash e a Gwen Raiden, inoltre si alleerà anche con Spike e Illyria, i quali sono diventati signori di Beverly Hills. Successivamente si ricongiungerà al padre (che si è ripreso parecchia LA dai demoni) e con esso affronterà la battaglia finale contro un Charles Gunn divenuto vampiro (che fa impazzire Illyria e la scatena contro tutta LA), morendo per difendere Angel. Il vampiro con l'anima straziato dalla rabbia capirà che i Soci Anziani non possono lasciarlo morire e allora si farà uccidere da Gunn per costringerli resettare la linea temporale.

In tal modo la situazione ritorna a prima della caduta di LA, e Connor ritorna dunque in vita. Nella mente di tutti i cittadini di LA restano però i ricordi del drammatico periodo e i membri della Angel Investigations vengono proclamati eroi cittadini.

Connor entrerà in seguito a far parte del gruppo come membro a tempo pieno e, dopo che Angel deciderà di lasciare la squadra per prendersi un po' di tempo di riflessione il comando sarà lasciato proprio al ragazzo.

Poteri e abilitàModifica

Connor è una sorta di dampiro e come tale possiede tutti poteri comuni ai vampiri mostrati nel mondo di Buffy, è in possesso dunque di capacità sovrumane come una maggior forza, agilità e riflessi di un essere umano normale, tanto che l'unico vivente che può combatterlo è appunto la Cacciatrice: egli stesso ha affermato di essere in grado di sollevare quasi 1000 kg (1 tonnellata).

Inoltre dispone di una percezione sensoriale (udito, olfatto, vista, tatto e gusto) estremamente sviluppata, che ne fanno un fenomenale predatore notturno. A differenza dei vampiri, non è immortale e perciò invecchia come un normale essere umano e può essere ucciso da armi convenzionali come spade e proiettili, sebbene sia estremamente resistente e comunque capace di guarire da qualunque tipo di ferita entro certi limiti: ad esempio quando combatte la Bestia e si rompe un osso afferma di non averlo mai creduto possibile, asserendo dunque che non gli sia mai capitato; in un'altra occasione è sopravvissuto alla caduta da un'altezza elevatissima riportando uno svenimento come unica conseguenza e affermando non gli fosse mai capitato nemmeno quello. La sua percezione del dolore è molto al di sotto la soglia convenzionale e perciò è molto resistente alle torture, inoltre forse, visto che e dotato di tutti i poteri dei genitori, non e da escludere che abbia ereditato da Darla (che ha a sua volta ereditato dal Maestro) il potere di percepire le aure e l'anima all'interno del corpo di suo padre. Connor è un essere vivente e perciò ha bisogno di mangiare e respirare, inoltre a differenza dei vampiri non ha un volto demoniaco in cui trasformarsi e non soffre nessuna delle loro debolezze come: croci, luce solare, acqua santa e l'impossibilità di entrare in una residenza privata senza specifico invito.

Connor è stato addestrato al combattimento e all'uso delle armi dal patrigno Holtz, ma non sembra aver preso molto dello stile di combattimento dell'istruttore. Connor tende infatti a servirsi prettamente della forza bruta in battaglia e la strategia di cui si serve più di frequente è colpire il nemico rapidamente in modo da sottometterlo prima che possa reagire; questo gli provoca un notevole svantaggio nel momento in cui si trova a combattere con un avversario dallo stile di combattimento sofisticato, raramente infatti si è visto Connor trionfare su un avversario esperto che non abbia colto di sorpresa. Verso la fine della terza stagione, Angel lo aiuterà ad allenarsi, insegnandogli alcuni trucchi, come il fatto di mantenere l'equilibrio durante i combattimenti corpo a corpo; dopo gli eventi del seguito a fumetti della serie Connor ha ulteriormente affinato le sue capacità di combattente e di stratega grazie all'aiuto di Angel.

AccoglienzaModifica

MerchandisingModifica

Negli anni sono stati messi in commercio diversi oggetti di merchandising raffiguranti Connor, tra i quali alcune action figure[1], ma principalmente libri e fumetti spin-off della serie principale (Angel), tra i quali i romanzi Dark Mirror[2], Monolith[3] e Love and Death[4]. Queste apparizioni, pur facendo parte del merchandising ufficiale, non sono considerate canoniche.

RecensioniModifica

Il cast e la troupe di Angel elogiarono in più occasioni Vincent Kartheiser per la sua professionalità e la sua capacità di dare un apporto personale al personaggio[5][6] Il produttore della serie Tim Minear dichiarò che Kartheiser era una delle ragioni principali per le quali fu evitato di eliminare in modo orribile il personaggio, come inizialmente previsto; dichiarò infatti "ci siamo tutti così affezionati al personaggio e all'attore che non abbiamo voluto farlo"[7] Nonostante anche l'accoglienza di pubblico e critica per l'interpretazione di Kartheiser fosse stata molto positiva, il personaggio e le sue vicende si rivelarono controverse[8][9][10][11]. La relazione sessuale con la madre surrogata, Cordelia, suscitò particolare attenzione, ricevendo reazioni per lo più negative. Amy Berner, editorialista su Darkworlds.com, li definì "finalisti tra le coppie più inquietanti della storia della televisione"[12]. Nel suo saggio accademico The Assassination of Cordelia Chase, la scrittrice Jennifer Crusie sostenne che questa sottotrama portò alla distruzione del personaggio di Cordelia[13]. La stessa interprete di Cordelia, Charisma Carpenter, nonostante si fosse divertita nell'impersonare il personaggio[14], nel tempo divenne critica della trama, definendo la seduzione di un adolescente da parte di Cordelia "inquietante"[15]. Altri, invece, accolsero positivamente la vicenda: Liz Gasto, del sito Moviefrak.com, incluse il triangolo Angel - Cordelia - Connor tra i punti forti della quarta stagione[16], mentre il sito Underland.com elogiò la trama, definendola come "una storia di amore e tradimento alla maniera di Re Artù"[17]. Un altro gruppo rimase neutrale nei confronti di questo sviluppo. Nel suo libro Bloody Relations: Chosen Families in Buffy the Vampire Slayer and Angel, Jes Betties si limitò a osservare che la relazione completa il già presente "circuito di incesto erotico in Buffy ed Angel"[18]. Jean Lorrah, nel suo saggio accademico A World Without Love: The Failure of Family in Angel concordò con le precedenti affermazioni, annotando inoltre che Connor fosse il prodotto di una relazione dai toni incestuosi: "Angel è sedotto da Darla, precedentenemente sua madre, ora sua nipote [...] la vita di Connor, all'insaputa di entrambi i genitori, è iniziata[19].

La caratterizzazione di Connor e il suo arco narrativo principale con il padre nelle stagioni tre e quattro ricevette reazioni miste. Jes Battis elogiò la dinamica padre/figlio e la descrisse come "altamente drammatica e (perversa in modo coinvolgente)"[18]. La giornalista Sarah D. Bunting definì Connor "un personaggio frustrante" e scrisse che, pur "capendo da dove venisse" e che le sue "interazioni nervose, da stress post-traumatico, suonano vere", queste fossero invecchiate troppo in fretta per via della mancanza di un reale sviluppo del personaggio e della sua relazione con Angel per la maggior parte della quarta stagione[20]. Kartheiser espresse la stessa preoccupazione sulla mancanza di sviluppo del personaggio, ma disse che "Verso la fine della stagione ero davvero contento delle opportunità che stavo ottenendo"[21]. Quest'ultima affermazione trovò eco nella recensione di Jamie Pool, che definì la "fine" di Connor "emozionalmente soddisfacente", pur annotando che il personaggio non fosse stato particolarmente accattivante per la maggior parte della stagione[9]. S. Wiebe di Eclipsemagazine.com descrisse la caratterizzazione di Connor come "acuta", con "dei sottotesti molto affascinanti" e la definì tra gli aspetti positivi della stagione[22]. Anche Strega di Television Without Pity elogiò la psicologia del personaggio, scrivendo "La cosa che apprezzo di più è che non hanno solo creato un adolescente che si sente la persona più alienata del mondo - lo è davvero"[23], e "Adoro quanto poco amato Connor pensi di essere"[24]. Jean Lorrah descrisse l'arco narrativo che coinvolge Darla, Angel, Connor e Jasmine come "sicuramente uno dei più ambiziosi archi narrativi mai tentati da una serie televisiva"[19]. Stacey Abbott di PopMatters descrisse la sottotrama di Darla, Angel e Connor come "provocatoria" e "puro melodramma familiare"[25]. Tara DiLullo di Cityofangels.com ha riassunto:

«"Vincent Kartheiser (Connor) ha passato un anno a dir poco impegnativo interpretando il figlio errante di Angel. Se il pubblico poteva aver sperato in una riconciliazione tra i due, questa non era mai stata prevista. Connor invece iniziò e rimase [...] tanto petulante e antipatico quanto molti adolescenti lo sono nella vita reale. [Il suo abbinamento con] Cordelia ha imbrogliato praticamente tutti e l'ha reso il capro espiatorio per l'ira dei fan. Ma [Vincent] si guadagna dei sinceri complimenti per la sua straordinaria trasformazione dell'ultimo momento di Connor da moccioso a figura tragica degna di pietà e comprensione, negli episodi Peace Out e Home. Che Vincent sia stato capace di redimere Connor in un tempo così breve è stato una vera impresa, che da sola è stata capace di rendere il finale straziante e nostalgico[10]»

La versione rivista di Connor ricevette elogi durante la stagione finale. Phoenix di cityofangel.com definì il ritorno di Connor "trionfale", dichiarando che questo "timido, dolce, felice giovane uomo" fosse il figlio che Angel aveva sempre voluto e che fosse "per il pubblico, una versione del personaggio finalmente degna di essere apprezzata e supportata"[26] Roz Kaveney, nel suo saggio "A Sense of the Ending: Schrödinger's Angel" elogiò il nuovo Connor, definendolo "un giovane eroico"[27]. Lo scrittore Brian Lynch ammise di non apprezzare il Connor della quarta stagione, ma che "gli era piaciuto molto" nella quinta stagione, "quando è tornato ed era ben adattato"[28].

Il nome di Connor è spesso menzionato insieme al personaggio di Buffy l'ammazzavampiri Dawn Summers, sorella minore di Buffy Summers e similmente a lui creata per creare un forte legame emozionale con il protagonista della serie. Quattro anni dopo la cancellazione di Angel, IGN incluse Connor nella propria lista del classico cliché televisivo di "aggiungere un bambino" come estremo tentativo di salvare una serie in crisi. Per "non essere sommerso di commenti da parte di fan arrabbiati di uno schieramento o dell'altro", il sito omise di specificare se la sua aggiunta fosse stata una buona o una cattiva decisione[29]. Nel suo libro What Were They Thinking? David Hofstede criticò apertamente l'aggiunta di Connor e Dawn, mettendoli al novantottesimo posto della sua lista dei "100 eventi più stupidi nella storia della televisione"[30].

CuriositàModifica

  • Connor è tecnicamente, per aspetto, caratteristiche e poteri, un dampiro. Tuttavia tale definizione non è esatta in quanto i suoi genitori sono entrambi vampiri e non un'umana e un vampiro come vorrebbero le leggende del popolo rom.

NoteModifica

  1. ^ Tower Exclusive Vampire Angel Figure w/ baby Connor, in Amazon.com. URL consultato il 1º novembre 2011.
  2. ^ Craig Shaw Gardner, Dark Mirror, Pocket Books, 2004, ISBN 978-0-7434-8998-0.
  3. ^ John Passarella, Monolith, Pocket Books, 2004, ISBN 978-0-7434-9235-5.
  4. ^ Jeff Mariotte, Love and Death, Pocket Books, 2004, ISBN 978-0-7434-9554-7.
  5. ^   Jeffrey Bell, Commentary for Angel episode "The Magic Bullet", 20th Century Fox, 2004.
  6. ^   David Fury, Commentary for Angel episode "The House Always Wins", 20th Century Fox, 1º marzo 2004.
  7. ^   Tim Minear, Commentary for Angel episode "Home", 20th Century Fox, 2004.
  8. ^ Angel-This Ain't No Love Song, su televisionwithoutpity.com, 6 aprile 2003. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2011).
  9. ^ a b DVD: ANGEL: SEASON 4 (UK), su creature-corner.com, 6 marzo 2004. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2004).
  10. ^ a b Season 4 Review, su cityofangel.com. URL consultato il 3 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2008).
  11. ^ (EN) Review of Episode 22, Season 4, su cityofangel.com. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2008).
  12. ^ THE WATCHER:ANGEL season four review: FAMILY MATTERS, su darkworlds.com, settembre 2004. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2007).
  13. ^ (EN) The Assassination of Cordelia Chase, su jennycrusie.com, ottobre 2004. URL consultato il 2 giugno 2020.
  14. ^   Terrence O'Hara, Jeffrey Bell, Commentary for Angel episode "Orpheus", 20th Century Fox, 2004.
  15. ^ The Thrill of the Chase, in Buffy the Vampire Slayer Magazine incorporating Angel Magazine, n. 92, febbraio-marzo 2007, p. 83.
  16. ^ (EN) Angel - Season 4, su moviefreak.com, 9 settembre 2004. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2011).
  17. ^ Angel - The Complete Fourth Season, su underlandonline.com. URL consultato il 29 ottobre 2011.
  18. ^ a b Jes Battis, Blood Relations: Chosen Families in Buffy the Vampire Slayer and Angel, McFarland & Company, 2005, ISBN 978-0-7864-2172-5.
  19. ^ a b Jean Lorrah, Five Seasons of Angel, Benbella Books, 2004, ISBN 978-1-932100-33-4.
  20. ^ What bedeviled Angel., su tomatonation.com, 9 gennaio 2006. URL consultato il 3 giugno 2020 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2006).
  21. ^ Vincent Kartheiser - Angel Magazine Interview, su whedon.info, novembre 2003. URL consultato il 3 giugno 2020.
  22. ^ Angel, Season Four – The Milk Chocolate Season, su eclipsemagazine.com, 21 settembre 2004. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2004).
  23. ^ Family Tradition, su televisionwithoutpity.com, 6 maggio 2003. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2013).
  24. ^ (EN) Angel-Home of Deranged (Writers), su televisionwithoutpity.com, 13 maggio 2003. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2013).
  25. ^ "Angel" Tv Series - Popmatters.com Review, su Popmatters.com. URL consultato il 3 giugno 2020.
  26. ^ Review of Episode 18, Season 5, "Origin", su cityofangel.com. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2011).
  27. ^ A Sense of the Ending: Schrödinger's Angel, in slayageonline.com. URL consultato il 3 giugno 2020 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2008).
  28. ^ Brian Lynch talks "Angel: After the Fall", su comicbookresources.com, 6 novembre 2007. URL consultato il 3 giugno 2020.
  29. ^ (EN) TV Playbook: Let's Add a Kid!, su tv.ign.com, 10 dicembre 2008. URL consultato il 2 giugno 2020.
  30. ^ David Hofstede, What Were They Thinking: The 100 Dumbest Events in Television History, Back Stage Books, 2004, ISBN 978-0-8230-8441-8.