Correzzana

comune italiano

Correzzana (Curesciàna in dialetto brianzolo) è un comune italiano di 3 095 abitanti della provincia di Monza e della Brianza in Lombardia. Comune tra i più piccoli della Provincia si trova nel verde della campagna brianzola e negli ultimi anni ha visto un incremento demografico importante a fronte di un trasferimento di persone sia dai comuni limitrofi che dalle città di Milano e Monza oltre che personaggi famosi.

Correzzana
comune
Correzzana – Stemma
Correzzana – Bandiera
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Lombardia
Provincia Monza e Brianza
Amministrazione
SindacoMarco Beretta
Territorio
Coordinate45°40′N 9°18′E
Altitudine258 m s.l.m.
Superficie2,51 km²
Abitanti3 095[2] (31-12-2021)
Densità1 233,07 ab./km²
Frazioninessuna[1]
Comuni confinantiBesana in Brianza, Casatenovo (LC), Lesmo, Triuggio
Altre informazioni
Cod. postale20856
Prefisso039
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT108022
Cod. catastaleD038
TargaMB
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[3]
Cl. climaticazona E, 2 462 GG[4]
Nome abitanticorrezzanesi
Patronosan Desiderio
Giorno festivo23 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Correzzana
Correzzana
Correzzana – Mappa
Correzzana – Mappa
Posizione del comune di Correzzana nella provincia di Monza e della Brianza
Sito istituzionale

È da considerarsi come il primo comune dell'area brianzola denominata Vimercatese.

Si trova tra i comuni di Lesmo a sud, Besana in Brianza a nord Triuggio a ovest ed il primo comune della Provincia di Lecco ovvero Casatenovo a est.

Il territorio comunale accoglie parte del Parco regionale della Valle del Lambro.

Origini del nome modifica

Potrebbe derivare il toponimo dal latino corrigia, da intendere come "striscia di terra".

Storia modifica

Non si hanno molte notizie sulla storia di questo borgo che, citato col nome di Corrozziana in un documento del XIII secolo, appartenne alla pieve di Agliate, di cui seguì le sorti, venendo pertanto sottoposto alla famiglia degli Albuzzi, i cui diritti feudali, dagli inizi del 1200, si estesero su tutti i possedimenti di tale pieve. Per il periodo delle signorie viscontea e sforzesca sul ducato di Milano mancano riferimenti ad eventuali investiture feudali concernenti questo territorio che, col feudo di Agliate, verso la metà del XVII secolo fu concesso ai Crivelli, i quali poco dopo ottennero da Filippo IV di Spagna il titolo di marchesi.

Oltre agli Albuzzi e ai Crivelli, altre nobili famiglie hanno avuto un peso nelle vicende di questa comunità; si ricordano in particolare quelle degli Strazza, dei Pulici, dei Rosa, dei Nova, dei Rocca e dei Lamberti.

Nel 1811, per volere di Napoleone, fu inserito nell'unione, con Montesiro e Tragasio.

Simboli modifica

Lo stemma e il gonfalone sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 19 gennaio 1976.

«Di verde, alla mucca d'oro, accompagnata in capo da tre spighe di grano d'argento, due in decusse, la centrale in palo, e in punta da due galli al naturale, affrontati. Ornamenti esteriori da Comune.»

La mucca e i due galli rappresentano i numerosi allevamenti zootecnici e avicoli presenti sul territorio; le spighe di grano ricordano la presenza di vaste estensioni agricole destinate alla coltivazione di cereali.

Il gonfalone è un drappo troncato di bianco e di giallo.

Monumenti e luoghi d'interesse modifica

 
La chiesa di San Desiderio

Povera la presenza di monumenti, rilevabili tutt'al più, nelle vecchie cascine e caseggiati di corte, tra i quali possiamo annoverare:

  • L'aggregato rurale di villa Allegranza, detto anche Cassott, con annessa una cappella votiva (restante su via Principale); Cascina e casa del Rancaello, Villa Enrichetta, poi Ita; Cascina Regondella e Villa Belpensiero, nella parte alta e a nord del paese.
  • Chiesa di San Desiderio, parrocchiale
  • Oratorio di Santa Maria del Rosario (oggi dismesso), Cascina Guzzafame, ospitante anche la vecchia sede municipale, Cascina Santa Eufemia, Cascina San Giuseppe, Villa Codazzi (fornita di "lanterna panoramica", come anche villa Enrichetta), il monumento dedicato ai Caduti.
  • Cascina Coste e il cimitero comunale, nella parte più bassa del territorio comunale.

Società modifica

Evoluzione demografica modifica

A partire dagli anni Sessanta del XX secolo si è registrato un consistente incremento demografico, tuttora in atto, che ha portato la popolazione a raddoppiare, nel periodo compreso tra il 1991 e il 2021 soprattutto grazie alla costruzione di grandi edifici abitativi nella zona industriale di via Majorana.

Abitanti censiti[5]

Lingue e dialetti modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Dialetto brianzolo.

Oltre alla lingua italiana, a Correzzana è utilizzato il locale dialetto brianzolo, una variante della lingua lombarda.

Etnie e minoranze straniere modifica

Secondo i dati ISTAT, al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 135 persone, pari al 5,09% di tutti i residenti. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:[6]

Pos. Cittadinanza Popolazione
1   Romania 41
2   Marocco 10
3   Regno Unito 9

Amministrazione modifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
14 giugno 2004 7 giugno 2009 Mario Corbetta Lista civica Sindaco
8 giugno 2009 24 maggio 2014 Andrea Zanone Poma centrodestra Sindaco
25 maggio 2014 27 maggio 2019 Mario Corbetta Lista civica Sindaco
28 maggio 2019 in carica Marco Beretta Lista civica Sindaco

Note modifica

  1. ^ Comune di Correzzana - Statuto
  2. ^ Bilancio demografico mensile anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  5. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012..
    Nota bene: il dato del 2021 si riferisce al dato del censimento permanente al 31 dicembre di quell'anno. Fonte: Popolazione residente per territorio - serie storica, su esploradati.censimentopopolazione.istat.it.
  6. ^ Statistiche demografiche ISTAT - Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, su demo.istat.it, ISTAT. URL consultato il 19 agosto 2012 (archiviato il 22 giugno 2013).

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia