Coupe des Nations 1930

Coupe des Nations 1930
Coupe des Nations 1930
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione Unica
Date 28 giugno 1930 - 6 luglio 1930
Luogo Svizzera Ginevra
Partecipanti 10
Nazioni 10
Risultati
Vincitore Újpest
Secondo Slavia Praga
Terzo First Vienna
Quarto Servette
Statistiche
Incontri disputati 15
Gol segnati 76 (5,07 per incontro)

La Coppa delle Nazioni (in francese Coupe des Nations) fu un torneo di calcio organizzato nell'estate del 1930 a Ginevra (Svizzera) dal club svizzero del Servette. La squadra era reduce dalla vittoria del campionato svizzero e festeggiava i 40 anni dalla sua fondazione, e organizzò questo evento in contrasto con la prima edizione della Coppa del Mondo, che si tenne nello stesso periodo in Uruguay: allo stesso, solo pochi stati europei (Belgio, Francia, Romania e Jugoslavia) avevano mandato la loro rappresentativa. La manifestazione segnò anche l'inaugurazione dello Stadio di Charmilles.

In molti vedono in questo torneo il vero predecessore della UEFA Champions League, dato che fu il primo evento organizzato per le squadre campioni delle rispettive nazioni europee. Furono infatti invitati i club campioni di tutte le maggiori nazioni europee del periodo pre-bellico, ad esclusione delle squadre britanniche che furono escluse dalla FIFA. Il torneo venne vinto dagli ungheresi dell'Újpest Dosza, che segnarono 16 reti e ne subirono 1 in 4 partite. Dopo la vittoria, la squadra si autonominò Campione dei Campioni (nome che riporta ulteriormente alla Champions League attuale).

Negli anni successivi sarebbero stati effettuati diversi tentativi di creare un torneo dedicato ai Campioni d'Europa. Un primo tentativo di ospitare la competizione sarebbe stato effettuato da alcune città del Nord-Italia nel 1931, ma abbandonato per problemi di natura finanziaria[1]. Nel 1937, durante l'Esposizione Internazionale «Arts et Techniques dans la Vie moderne» che si sarebbe tenuto a Parigi, sarebbe stato creato un torneo che si sarebbe candidato come successore di quello disputato a Ginevra, ma solo 2 squadre campioni avrebbero accettato l'invito[2]. Dopo di ciò sia Zurigo, che avrebbe ospitato l'esposizione universale Schweizerische Landesausstellung nel 1939, sia Roma (che avrebbe dovuto ospitare l'esposizione nel 1942), avrebbero cercato di riorganizzare l'evento, però senza successo[3].

I maggiori campioni nazionali furono riuniti per la prima volta dal 1930 solo dopo la creazione della UEFA nel 1954, che diede via alla Coppa dei Campioni nel 1955.

PartecipantiModifica

Nazionalità Squadra Titolo
  First Vienna Coppa d'Austria nel 1928-1929 e 1929-1930, 3º posto nel campionato austriaco 1929-1930
  Cercle Brugge 1º posto nel campionato belga 1929-1930
  Slavia Praga 1º posto nel Campionato cecoslovacco 1929-1930
  Sète Coppa di Francia nel 1929-1930
  Greuther Fürth 1º posto nel campionato tedesco 1928-1929
  Újpest Dosza Coppa dell'Europa Centrale 1929, 1º posto nel campionato ungherese 1929-1930
  Bologna 1º posto nel campionato italiano 1928-1929
  Go Ahead Eagles 1º posto nel campionato olandese 1929-1930
  Real Unión Coppa del Re 1927 e 6º posto nel campionato spagnolo 1929-1930
  Servette 1º posto nel Campionato svizzero 1929-1930

Note:

  • Il Real Unión Irún fu annunciato come Campione di Spagna 1929, in maniera completamente errata (dato che il club finì al 9º posto nella stagione 1928-1929 ed eliminato nei 16esimi di finale della Coppa).
  • Sia il Bologna che l'Irún furono autorizzati a far scendere in campo anche giocatori non facenti parte del club.
  • Le federazioni calcistiche di Grecia e Norvegia mandarono lettere di protesta agli organizzatori, in quanto i loro campioni nazionali non erano stati invitati al torneo.
  • Il Bologna si presentò in ritardo alla manifestazione: il match contro gli olandesi del Go Ahead fu disputato solo dopo la prima partita dei quarti di finale. Entrambe le squadre (al di là del risultato) parteciparono ai quarti di finale, in quanto alla perdente fu data una wild card per il passaggio al turno successivo.

TabelloneModifica

Primo turnoModifica

Data Squadra #1 Risultato Squadra #2
28 giugno Servette   0 - 7   First Vienna
29 giugno Séte   3 - 4 (dts)   Greuther Fürth
29 giugno Slavia Praga   4 - 2   Cercle Brugge
30 giugno Újpest Dosza   3 - 1   Real Unión
2 luglio Go Ahead Eagles   0 - 4   Bologna

SpareggiModifica

Data Squadra#1 Risultato Squadra#2
1º luglio Servette   2 - 1   Cercle Brugge
1º luglio Real Unión   5 - 1   Sète

(Squadre sconfitte eliminate, i vincitori passarono ai quarti)

Quarti di finaleModifica

Data Squadra #1 Risultato Squadra #2
2 luglio First Vienna   7 - 1   Greuther Fürth
3 luglio Go Ahead Eagles   0 - 7   Újpest Dosza
3 luglio Real Unión   1 - 2   Slavia Praga
4 luglio Servette   4 - 1   Bologna

SemifinaliModifica

Data Squadra #1 Risultato Squadra #2
5 luglio Újpest Dosza   3 - 0   Servette
5 luglio First Vienna   1 - 3   Slavia Praga

Finale 3º postoModifica

Data Squadra #1 Risultato Squadra #2
6 luglio First Vienna   5 - 1   Servette

FinaleModifica

Ginevra
6 luglio 1930
Újpest Dosza  3 – 0  Slavia PragaStadio di Charmilles (22.000 spett.)
Arbitro:   Stanley Rous

ÚJPEST DOSZA:
GK   János Aknai
DF   Gyula Dudás
DF   József Fogl (C)
MF   Ferenc Borsányi
MF   Béla Volentik
MF   János Víg
FW   Albert Ströck
FW   István Avar
FW   János Köves
FW   Illés Spitz
FW   Gábor Szabó
Allenatore:
  Lajos Bányai
SLAVIA PRAGA:
GK   František Plánička
DF   Adolf Fiala
DF   Antonín Novák
MF   Antonín Vodička
MF   Adolf Šimperský
MF   Václav Šubrt
FW   František Junek
FW   Jindřich Šoltys
FW   František Svoboda (C)
FW   Antonín Puč
FW   Václav Bára
Allenatore:
  John Madden

NoteModifica

  1. ^ (HU) Sport, Nemzeti Sport, 9 luglio 1930, p. 3.
  2. ^ (EN) RSSSF - Tournoi International de l'Expo Universelle de Paris 1937, su rsssf.com. URL consultato il 27 dicembre 2009.
  3. ^ (HU) Sport, Nemzeti Sport, 1º agosto 1937, p. 1.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio