Apri il menu principale

DHL Fastest Pit Stop Award

DHL Fastest Pit Stop Award
SportPixel fill.png Formula 1
Fondazione2015
DetentoreAustria Red Bull (2018)
Maggiori vittorieItalia Ferrari (1)
Regno Unito Williams (1)
Germania Mercedes (1)
Austria Red Bull (1)

Il DHL Fastest Pit Stop Award è un premio, istituito nel 2015, assegnato alla scuderia che, nel corso di una stagione del Campionato mondiale di Formula 1, ottiene i migliori risultati nei cambi gomme, effettuati nel corso dei gran premi. Nelle prime due edizioni il premio veniva attribuito al team che, per il più alto numero di gran premi, effettuava più rapidamente il cambio gomme.[1] Il premio è supportato dalla DHL, che già sponsorizza il premio riservato al pilota che ottiene il più alto numero di giri veloci in stagione, il DHL Fastest Lap Award.

Il premio è stato introdotto per "riconoscere il lavoro di squadra, a partire dagli eroi sconosciuti che apportano un contributo di fondamentale importanza per il successo dei piloti in pista".[2]

StoriaModifica

Il premio è stato introdotto dalla stagione 2015 e, in tale stagione, è stato conquistato dalla Scuderia Ferrari, che in ben 7 occasioni, su i 19 gran premi della stagione, ha effettuato il pit stop più rapido del gran premio. Il premio è stato consegnato in occasione del Gran Premio di Abu Dhabi 2015, ultima prova del campionato.[2]

Nel corso del Gran Premio di Gran Bretagna 2019 i meccanici della Red Bull Racing stabiliscono il nuovo record di velocità per un pit stop, in 1"91. Il precedente record apparteneva ad una sosta effettuata da Mark Webber, sempre per la scuderia anglo-austriaca, al Gran Premio degli Stati Uniti d'America 2003, in 1"92; la Williams aveva eguagliato la stessa prestazione nel Gran Premio d'Europa 2016, per un cambio gomme di Felipe Massa.[3] Il record è stato nuovamente battuto due settimane più tardi nel corso del Gran Premio di Germania 2019 sempre dai meccanici della Red Bull Racing, per un pit stop di Max Verstappen, in 1"88.[4]

RegolamentoModifica

Il trofeo premiava quella scuderia che fosse riuscita, per il maggior numero di volte, a essere la più rapida, nel corso di un gran premio, nell'effettuare il pit stop.[5] Dal 2017 il regolamento viene modificato, mutuando quello che determina l'assegnazione del Campionato costruttori. Vengono premiati, con un sistema di punteggi analogo a quello previsto per la classifica piloti e costruttori, i primi dieci pit stop effettuati in ciascun gran premio. Alla scuderia che ha effettuato il cambio gomme più veloce sono assegnati 25 punti, 18 a quella che effettua il secondo cambio gomme più veloce, e così via, fino al decimo più veloce, che porta, alla scuderia che lo ha effettuato, 1 punto. In uno stesso gran premio una scuderia può ottenere punti dai cambi gomme effettuati per entrambi i piloti.[6]

Albo d'oroModifica

Voci correlateModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) 2015 DHL Fastest Pit Stop Award, formula1.com.
  2. ^ a b (EN) Scuderia Ferrari recognized for outstanding team work with inaugural DHL Fastest Pit Stop Award, dpdhl.com, 1º dicembre 2015. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  3. ^ (FR) Basile Davoine, Red Bull a signé l'arrêt au stand le plus rapide de l'Histoire, su fr.motorsport.com, 16 luglio 2019. URL consultato il 16 luglio 2019.
  4. ^ Jordi Rovira, F1 Red Bull infrange di nuovo il record di pit stop, su f1ingenerale.com, 29 luglio 2019. URL consultato il 30 luglio 2019.
  5. ^ a b (EN) Hamilton and Ferrari pick up DHL Fastest Lap and Pit Stop Awards, su formula1.com, 29 novembre 2015. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  6. ^ a b c (EN) Hamilton and Mercedes win 2017 DHL Awards, su formula1.com, 26 novembre 2017. URL consultato il 27 novembre 2017.
  7. ^ Con sfondo giallo le scuderie che, nella stessa stagione, si sono aggiudicate anche il Campionato mondiale costruttori.
  8. ^ Nelle prime due edizioni veniva premiata la scuderia che, per il più alto numero di gare, effettuava il pit stop più rapido.
  9. ^ (EN) 2016 DHL Fastest Pit Stop Award, su formula1.com. URL consultato il 28 novembre 2016.
  10. ^ (EN) DHL Fastest Pit Stop Award: Williams close in on 2-second barrier, su formula1.com, 21 luglio 2017. URL consultato il 27 novembre 2017.
  11. ^ (EN) 2018 DHL Fastest Pit Stop Award, su formula1.com. URL consultato il 27 novembre 2018.

Collegamenti esterniModifica