Danny Care

rugbista a 15 britannico
Danny Care
Danny Care (9996941863) (cropped).jpg
Danny Care con la maglia degli Harlequins
Dati biografici
Paese Regno Unito Regno Unito
Altezza 174 cm
Peso 84 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Inghilterra Inghilterra
Ruolo Mediano di mischia
Squadra Harlequins
Carriera
Attività giovanile
2002-03 Otley
2003-06 Leeds Tykes
Attività di club¹
2005-06 Leeds Tykes 6 (10)
2006- Harlequins 189 (305)
Attività da giocatore internazionale
2008- Inghilterra Inghilterra 84 (79)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 9 dicembre 2019

Daniel Stuart "Danny" Care (Leeds, 2 gennaio 1987) è un rugbista a 15 britannico, internazionale per l'Inghilterra, mediano di mischia degli Harlequins.

BiografiaModifica

Originariamente calciatore nelle giovanili dello Sheffield Wednesday[1] nel ruolo di attaccante, veniva impiegato poco dal suo allenatore, che lo considerava troppo esile[1]. A 15 anni, dopo un incontro con i pari categoria del Manchester Utd. nel corso del quale fu lasciato in panchina per l'ennesima volta[1], decise di lasciare lo Sheffield per continuare a giocare a calcio in un locale club; l'anno successivo passò al rugby ed entrò nelle giovanili dell'Otley, per poi passare nel 2003 al Leeds Tykes[1].

All'inizio della stagione successiva Care esordì in prima squadra; singolarmente, debuttò prima in Europa che nel campionato domestico; nonostante l'infortunio rimediato proprio nella sua prima gara ufficiale, il Leeds lo mise sotto contratto da professionista nel dicembre 2004. Il debutto in Premiership avvenne quasi un anno più tardi, nel settembre 2005 contro i Saracens. Nella sua unica stagione al Leeds mise a segno comunque 2 mete.

Dal 2006, a seguito dei mancati rinnovi dei giocatori dopo la retrocessione del Leeds[2], Danny Care milita nei londinesi Harlequins; all'epoca già era membro della selezione inglese U-21 che prese parte alla Coppa del Mondo di categoria; a metà gennaio 2007 fu nominato capitano dell'Inghilterra U-20 in occasione del Sei Nazioni riservato a quella fascia d'età. L'inizio della stagione 2007-08 vide Care giocarsi le sue chance di ben figurare da titolare, stante l'indisponibilità dei titolari Andy Gomarsall e Steven So'oialo impegnati nella Coppa del Mondo di rugby 2007 rispettivamente con Inghilterra e Figi. L'inizio fu positivo ma un infortunio alla caviglia lo tenne fuori dal campo per 5 settimane, poi, complice il rientro di Gomarsall e So'oialo, Care ebbe poche possibilità di mettersi in vista, eccezion fatta per gli incontri europei e della Coppa Anglo-Gallese. Tuttavia ciò non gli precluse la convocazione negli England Saxons a gennaio 2008 e la disputa del Sei Nazioni di categoria, nel quale debuttò a Ragusa per l'incontro che vide l'Inghilterra prevalere sull'Italia "A" 38-15 subentrando a Paul Hodgson.

Le buone prestazioni internazionali indussero il C.T. della Nazionale maggiore Brian Ashton a preconvocare Care per gli incontri del Sei Nazioni senior contro Scozia e Irlanda, ma non fu utilizzato: la prima maglia con l'Inghilterra maggiore, benché non ufficiale, giunse in un incontro con i Barbarians. Infine, del maggio 2008 fu la convocazione da parte di Ashton per il tour in Nuova Zelanda del giugno successivo. Nel 2011 si aggiudicò con la Nazionale inglese il Sei Nazioni poi, con gli Harlequins, vinse la Challenge Cup battendo in finale a Cardiff lo Stade Français. Inizialmente prescelto da Martin Johnson per la Coppa del Mondo di rugby 2011, un incidente ad agosto[3] lo escluse dai possibili selezionati favorendo così la convocazione, in sua vece, di Joe Simpson.

Nella stagione successiva vinse, ancora con gli Harlequins, il campionato inglese battendo il Leicester nella finale di Twickenham; fu il primo titolo di campione d'Inghilterra sia per Care che per il suo club. Ad agosto 2012 estese il suo contratto con gli Harlequins di ulteriori tre stagioni fino al 2015[4]. Nel 2012-13 ebbe la sua miglior stagione a livello individuale, guidando i Quins in Premiership e nella Heineken Cup con 12 mete segnate e 63 punti totali. Due anni dopo prese parte alla Coppa del Mondo di rugby 2015 dove scese in campo solamente nella partita con l'Uruguay vinta per 60-3. Nel 2016 venne convocato, insieme al compagno di squadra degli Harlequins Chris Robshaw, per il Sei Nazioni in cui conquistò il Grande Slam. Al 2016 vanta 62 presenze internazionali con l'Inghilterra, con 8 mete segnate e 49 punti totali.

Nel 2009 Care, noto anche con l'acronimo di DC e il soprannome di Care Bear, prestò il suo volto e il suo corpo a una campagna di sensibilizzazione sul rischio di cancro prostatico e testicolare, posando nudo per la pubblicità commissionata a tale scopo dall'associazione Everyman[5]. Nel 2011 posò nudo per il calendario Rugby Finest.

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) Chris Jones, How United helped "too small" Quin Care to quit football and become a rugby player instead, in Daily Mail, 24 dicembre 2008. URL consultato il 21 febbraio 2012.
  2. ^ (EN) Harlequins sign ex-Tiger Skinner, in BBC, 9 maggio 2006. URL consultato il 7 agosto 2014.
  3. ^ (EN) Injured England scrum-half Danny Care out of World Cup, in BBC, 17 agosto 2011. URL consultato il 21 febbraio 2012.
  4. ^ (EN) There's no other club for me! Boost for Quins as Care pens three-year contract extension, in Daily Mail, 21 agosto 2012. URL consultato il 7 agosto 2014.
  5. ^ (EN) Care Bear goes bare: England rugby star Danny Care strips for health campaign (and to show off his muscles, obviously), in Daily Mail, 6 febbraio 2009. URL consultato il 19 giugno 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica