Apri il menu principale
Coma
Sede vescovile titolare
Dioecesis Chomatitana
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Coma
Mappa della diocesi civile di Asia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita 1933
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Coma
Suffraganea di Mira
Eretta circa IV secolo
Soppressa circa XII secolo
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Coma (in latino: Dioecesis Chomatitana) è una sede soppressa del patriarcato di Costantinopoli e una sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Coma, identificabile con Hacımusalar nel distretto di Elmalı[1] in Turchia, è un'antica sede episcopale della provincia romana di Licia nella diocesi civile di Asia. Faceva parte del patriarcato di Costantinopoli ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Mira.

La diocesi è documentata nelle Notitiae Episcopatuum del patriarcato di Costantinopoli fino al XII secolo.[2]

Tre sono i vescovi noti di questa antica sede episcopale. Pionio prese parte al primo concilio di Costantinopoli nel 381.[3] Eudossio prese parte al concilio di Efeso nel 431, durante il quale ebbe un ruolo di una certa importanza, quando fece parte di una delegazione inviata per ordinare a Giovanni di Antiochia di comparire davanti all'assemblea conciliare. Eudossio fu presente anche al concilio di Calcedonia del 451, dove sembra sia arrivato in ritardo, mancando il suo nome nella lista delle presenze delle due prime sessioni. Infine il nome di Eudossio figura tra le sottoscrizioni della lettera che i vescovi della Licia inviarono nel 458 all'imperatore Leone I dopo l'uccisione del patriarca alessandrino Proterio.[4] L'ultimo vescovo noto è Nicola, che assistette al concilio di Costantinopoli dell'879-880 che riabilitò il patriarca Fozio.

Dal 1933 Coma è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica; il titolo non è più assegnato dal 22 settembre 1978. Il suo ultimo titolare è stato Joseph Arthur Costello, vescovo ausiliare di Newark.

CronotassiModifica

Vescovi greciModifica

  • Pionio † (menzionato nel 381)
  • Eudossio † (prima del 431 - dopo il 458)
  • Nicola † (menzionato nell'879)

Vescovi titolariModifica

NoteModifica

  1. ^ George Ewart Bean, Choma (Hacimusalar) Lycia, Turkey, in: Richard Stillwell u. a. (Hrsg.), The Princeton Encyclopedia of Classical Sites, Princeton University Press, Princeton NJ 1976.
  2. ^ Jean Darrouzès, Notitiae episcopatuum Ecclesiae Constantinopolitanae. Texte critique, introduction et notes, Parigi 1981, indice p. 488, voce Choma.
  3. ^ Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, p. 809.
  4. ^ Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, pp. 277-278.
  5. ^ Questi primi tre vescovi titolari sono indicati da Janin; Eubel (vol. I, p. 218), attribuisce questi vescovi alla sede Cumanatensis o Chomanatensis, di incerta identificazione.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi