Apri il menu principale
Diocesi di Diamantino
Dioecesis Adamanteae
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Cuiabá
Regione ecclesiastica Oeste 2
Vescovo Vital Chitolina, S.C.I.
Sacerdoti 33 di cui 16 secolari e 17 regolari
7.239 battezzati per sacerdote
Religiosi 23 uomini, 37 donne
Abitanti 376.998
Battezzati 238.902 (63,4% del totale)
Superficie 107.498 km² in Brasile
Parrocchie 17
Erezione 22 marzo 1929
Rito romano
Cattedrale Immacolata Concezione
Indirizzo C.P. 2, Rua das Camelias 75, Bairro Jardim Eldorado, 78400-000 Diamantino, MT, Brazil
Sito web diocesedediamantino.com.br
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile
L'ex cattedrale dell'Immacolata Concezione.

La diocesi di Diamantino (in latino Dioecesis Adamanteae) è una sede della Chiesa cattolica in Brasile suffraganea dell'arcidiocesi di Cuiabá appartenente alla regione ecclesiastica Oeste 2. Nel 2016 contava 238.902 battezzati su 376.998 abitanti. È retta dal vescovo Vital Chitolina, S.C.I.

Indice

TerritorioModifica

La diocesi comprende 18 comuni nella parte centrale dello Stato brasiliano del Mato Grosso: Diamantino, Alto Paraguai, Arenápolis, Campo Novo do Parecis, Denise, Ipiranga do Norte, Itanhangá, Lucas do Rio Verde, Nortelândia, Nova Marilândia, Nova Maringá, Nova Mutum, Santo Afonso, São José do Rio Claro, Sapezal, Tangará da Serra, Tapurah e Santa Rita do Trivelato.

Sede vescovile è la città di Diamantino, dove si trova la cattedrale dell'Immacolata Concezione.

Il territorio si estende su una superficie di 107.498 km² ed è suddiviso in 17 parrocchie.

StoriaModifica

La prelatura territoriale di Diamantino fu eretta il 22 marzo 1929 con la bolla Cura universae Ecclesiae di papa Pio XI, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di Cuiabá.

Il 16 ottobre 1979 la prelatura territoriale è stata elevata a diocesi con la bolla Cum prelaturae di papa Giovanni Paolo II.

Successivamente, ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione di nuove diocesi e precisamente: la diocesi di Sinop il 6 febbraio 1982 e la diocesi di Juína il 23 dicembre 1997.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Sede vacante (1929-1955)
  • Alonso Silveira de Mello, S.J. † (13 giugno 1955 - 29 novembre 1971 dimesso)
  • Henrique Froehlich, S.J. † (29 novembre 1971 - 25 marzo 1982 nominato vescovo di Sinop)
  • Agostinho Willy Kist, S.J. † (15 novembre 1982 - 26 agosto 1998 ritirato)
  • Canísio Klaus (26 agosto 1998 succeduto - 19 maggio 2010 nominato vescovo di Santa Cruz do Sul)
  • Vital Chitolina, S.C.I., dal 28 dicembre 2011

StatisticheModifica

La diocesi nel 2016 su una popolazione di 376.998 persone contava 238.902 battezzati, corrispondenti al 63,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1966 980 50.000 2,0 21 3 18 46 35 30 7
1970 58.000 60.000 96,7 51 27 24 1.137 36 24 7
1976 140.000 160.000 87,5 26 3 23 5.384 2 34 50 16
1980 80.300 99.900 80,4 31 5 26 2.590 37 69 20
1990 177.000 190.000 93,2 24 4 20 7.375 1 21 43 13
1999 206.000 258.000 79,8 19 2 17 10.842 21 32 12
2000 207.200 259.500 79,8 17 2 15 12.188 23 31 13
2001 206.492 258.600 79,8 24 6 18 8.603 22 27 13
2002 162.415 223.098 72,8 21 5 16 7.734 16 32 13
2003 166.800 229.604 72,6 20 6 14 8.340 14 35 13
2004 177.188 248.587 71,3 21 6 15 8.437 29 36 13
2006 188.434 269.192 70,0 22 7 15 8.565 22 24 13
2013 235.000 323.000 72,8 26 10 16 9.038 26 39 13
2016 238.902 376.998 63,4 33 16 17 7.239 23 37 17

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica