Apri il menu principale
Arcidiocesi di Cuiabá
Archidioecesis Cuiabensis
Chiesa latina
Metropolitan Cathedral 1 Cuiaba Brasil.jpg
Regione ecclesiastica Oeste 2
Diocesi suffraganee
Barra do Garças, Diamantino, Juína, Primavera do Leste-Paranatinga, Rondonópolis-Guiratinga, São Félix, São Luiz de Cáceres, Sinop
Arcivescovo metropolita Mílton Antônio dos Santos, S.D.B.
Arcivescovi emeriti Bonifácio Piccinini, S.D.B.
Sacerdoti 83 di cui 33 secolari e 50 regolari
9.831 battezzati per sacerdote
Religiosi 63 uomini, 140 donne
Abitanti 928.000
Battezzati 816.000 (87,9% del totale)
Superficie 24.542 km² in Brasile
Parrocchie 27
Erezione 6 dicembre 1745
Rito romano
Indirizzo C.P. 22, Praça do Seminario 489, 78005-970 Cuiabá, MT, Brazil
Sito web www.arquidiocesecuiaba.org.br
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile

L'arcidiocesi di Cuiabá (in latino: Archidioecesis Cuiabensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Brasile appartenente alla regione ecclesiastica Oeste 2. Nel 2016 contava 816.000 battezzati su 928.000 abitanti. È retta dall'arcivescovo Mílton Antônio dos Santos, S.D.B.

TerritorioModifica

L'arcidiocesi comprende per intero i comuni dello stato brasiliano del Mato Grosso di Acorizal, Jangada, Nobres, Rosário Oeste e Várzea Grande; ed in parte i comuni di Barão de Melgaço, Cuiabá e Santo Antônio do Leverger.

Sede arcivescovile è la città di Cuiabá, dove si trova la cattedrale del Buon Gesù.

Il territorio è suddiviso in 27 parrocchie.

StoriaModifica

La prelatura territoriale di Cuiabá fu eretta il 6 dicembre 1745 con il breve Candor lucis aeternae di papa Benedetto XIV, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di Rio de Janeiro, di cui era originariamente suffraganea. Inizialmente, il territorio della prelatura si estendeva per circa 1.400.000 km² comprendendo gli attuali stati del Mato Grosso, Mato Grosso do Sul e Rondônia.

Nonostante l'erezione canonica della prelatura territoriale, il primo prelato a giungere a Cuiabá fu Luiz de Castro Pereira, nel 1808. Fino ad allora era stato nominato solo un altro prelato, nel 1782, cioè dopo trentasei anni dall'erezione della prelatura, che però non si recò mai a Cuiabá, e infine fu trasferito alla prelatura territoriale di Goiás nel 1788. Il suo successore fu nominato sedici anni dopo e ne impiegò altri quattro prima di prendere possesso della sede.

Il 15 luglio 1826 la prelatura territoriale fu elevata a diocesi con la bolla Sollicita Catholici Gregis Cura di papa Leone XII.

Il 5 aprile 1910 la diocesi ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Corumbá e di São Luiz de Cáceres e nel contempo è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Novas constituere di papa Pio X.[1]

Il 12 maggio 1914, il 22 marzo 1929 e il 13 luglio 1940 ha ceduto altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Registro do Araguaia (in seguito diocesi di Guiratinga), di Diamantino e di Chapada (oggi diocesi di Rondonópolis-Guiratinga). Il 25 giugno 2014 ha ceduto alcune porzioni di territorio a vantaggio della diocesi di Rondonópolis, che contestualmente ha assunto il nome di Rondonópolis-Guiratinga.

Cronotassi dei vescoviModifica

    • Sede vacante (1745-1782)
  • José Nicolau de Azevedo Coutinho Gentil † (23 gennaio 1782 - 7 marzo 1788 nominato prelato di Goiás) (vescovo eletto)
    • Sede vacante (1788-1804)
  • Luiz de Castro Pereira † (29 ottobre 1804 - 1º agosto 1822 deceduto)
  • José Maria Macerata † (1823 - 1831 deceduto)
  • José Antônio dos Reis † (2 luglio 1832 - 11 ottobre 1876 deceduto)
  • Carlos Luiz d'Amour † (21 settembre 1877 - 9 luglio 1921 deceduto)
  • Francisco de Aquino Correa, S.D.B. † (26 agosto 1921 - 22 marzo 1956 deceduto)
  • Orlando Chaves, S.D.B. † (18 dicembre 1956 - 15 agosto 1981 deceduto)
  • Bonifácio Piccinini, S.D.B. (15 agosto 1981 succeduto - 9 giugno 2004 ritirato)
  • Mílton Antônio dos Santos, S.D.B., succeduto il 9 giugno 2004

StatisticheModifica

L'arcidiocesi nel 2016 su una popolazione di 928.000 persone contava 816.000 battezzati, corrispondenti all'87,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949 84.500 85.000 99,4 23 23 3.673 15 35 11
1966 148.000 160.000 92,5 29 3 26 5.103 48 85 12
1970 185.000 200.000 92,5 28 2 26 6.607 35 112 12
1976 210.000 220.000 95,5 35 6 29 6.000 34 122 16
1980 114.000 126.000 90,5 36 5 31 3.166 38 115 17
1990 385.000 434.000 88,7 43 7 36 8.953 46 131 21
1999 800.000 900.000 88,9 51 13 38 15.686 57 136 22
2000 800.000 920.000 87,0 57 18 39 14.035 56 135 23
2001 680.000 766.727 88,7 62 21 41 10.967 56 135 23
2002 700.000 800.000 87,5 61 22 39 11.475 73 120 22
2003 700.000 796.572 87,9 64 24 40 10.937 69 126 22
2004 700.000 809.631 86,5 64 26 38 10.937 63 121 22
2006 724.166 851.961 85,0 73 32 41 9.920 57 110 23
2013 796.000 936.000 85,0 93 37 56 8.559 78 139 27
2016 816.000 928.000 87,9 83 33 50 9.831 63 140 27

NoteModifica

  1. ^ La bolla, assente negli Acta Apostolicae Sedis, si trova online nella Revista Philologus, nell'articolo di Carolina Akie Ochiai Seixas Lima: As consoantes geminadas latinas no português do século XVIII: uma análise filológica de manuscritos, anno 18, nº 53, maggio/agosto 2012, pp. 132-152.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica