Distance over Time

album dei Dream Theater del 2019
Distance over Time
ArtistaDream Theater
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 febbraio 2019
Durata56:51
Dischi1
Tracce9
GenereProgressive metal
EtichettaInside Out
ProduttoreJohn Petrucci
Registrazione17 luglio-27 settembre 2018, Yonderbarn Studios, Monticello (New York)
Voce: Mixland, Midhurst (Canada)
FormatiCD, 2 LP+CD, 2 CD+BD+DVD, download digitale
Dream Theater - cronologia
Album precedente
(2016)
Album successivo
Singoli
  1. Untethered Angel
    Pubblicato: 7 dicembre 2018
  2. Fall into the Light
    Pubblicato: 11 gennaio 2019
  3. Paralyzed
    Pubblicato: 8 febbraio 2019
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1] 4/5 stelle
Classic Rock[2] 8/10 stelle
Consequence of Sound[3] A-
Metal Hammer[4] Favorevole
RockNLoad![5] 10/10 stelle
Wall of Sound[6] 7.5/10

Distance over Time è il quattordicesimo album in studio del gruppo musicale statunitense Dream Theater, pubblicato il 22 febbraio 2019 dalla Inside Out Music.[7]

L'album rappresenta la prima pubblicazione del gruppo attraverso la sussidiaria della Sony Music, concludendo il contratto decennale con la Roadrunner Records,[8] nonché il primo dai tempi di Images and Words ad avere una durata complessiva inferiore a un'ora.

RegistrazioneModifica

Contrariamente a quanto operato in passato, per la prima volta in carriera tutti i membri dei Dream Theater si sono riuniti in un unico luogo di registrazione (un fienile situato a New York denominato Yonderbarn)[9] per le fasi di scrittura e registrazione del materiale anziché registrare le proprie parti in studi separati.[10]

Già dalla fase di composizione, l'intenzione del gruppo era di comporre un disco più immediato e differente rispetto al precedente The Astonishing, concept album interamente composto dal chitarrista John Petrucci e dal tastierista Jordan Rudess e che ha richiesto tre anni di lavorazione.[9] Il primo brano composto per il disco è stato At Wit's End,[11] mentre per tutte le tracce restanti sono stati necessari 18 giorni,[9] un breve processo simile a quanto svolto con Train of Thought del 2003, secondo quanto spiegato da Petrucci.[12] Tra i brani composti vi è anche Room 137, il primo scritto dal batterista Mike Mangini dal suo ingresso in formazione.[13]

TracceModifica

Musiche di John Petrucci, Jordan Rudess, John Myung e Mike Mangini.

  1. Untethered Angel – 6:14 (testo: John Petrucci)
  2. Paralyzed – 4:17 (testo: John Petrucci)
  3. Fall into the Light – 7:04 (testo: John Myung, John Petrucci)
  4. Barstool Warrior – 6:43 (testo: John Petrucci)
  5. Room 137 – 4:23 (testo: Mike Mangini)
  6. S2N – 6:21 (testo: John Myung, John Petrucci)
  7. At Wit's End – 9:20 (testo: James LaBrie)
  8. Out of Reach – 4:04 (testo: James LaBrie)
  9. Pale Blue Dot – 8:25 (testo: John Petrucci)
Traccia bonus nell'edizione speciale
  1. Viper King – 4:00 (testo: James LaBrie)
Contenuto bonus nell'edizione artbook
  • CD 2 – Instrumental Mixes
  1. Untethered Angel – 6:14
  2. Paralyzed – 4:17
  3. Fall into the Light – 7:04
  4. Barstool Warrior – 6:43
  5. Room 137 – 4:23
  6. S2N – 6:21
  7. At Wit's End – 9:20
  8. Out of Reach – 4:04
  9. Pale Blue Dot – 8:25
  • DVD/BD
  1. Distance over Time (Animations) – 60:51
  2. Distance over Time (Hi-Resolution Audio - 96/24 LPCM 5.1 Mix) – 60:51
7" bonus nell'edizione deluxe
  • Lato A
  1. Pale Blue Dot – 8:25 (testo: John Petrucci)
  • Lato B
  1. Viper King – 4:00 (testo: James LaBrie)

FormazioneModifica

Gruppo
Produzione

ClassificheModifica

Classifica (2019) Posizione
massima
Australia[14] 10
Austria[14] 5
Belgio (Fiandre)[14] 8
Belgio (Vallonia)[14] 8
Canada[15] 12
Finlandia[14] 20
Francia[14] 16
Germania[14] 1
Italia[16] 4
Italia (vinili)[17] 3
Norvegia[14] 3
Paesi Bassi[14] 3
Portogallo[14] 4
Regno Unito[18] 12
Regno Unito (download)[19] 9
Regno Unito (physical)[20] 5
Regno Unito (rock & metal)[21] 1
Regno Unito (vinyl)[22] 6
Repubblica Ceca[23] 9
Scozia[24] 4
Spagna[14] 6
Stati Uniti[25] 24
Stati Uniti (digital)[26] 6
Stati Uniti (hard rock)[27] 3
Stati Uniti (rock)[28] 4
Stati Uniti (tastemaker)[29] 1
Stati Uniti (vinyl)[30] 11
Svezia[14] 4
Svizzera[14] 1
Ungheria[31] 5

NoteModifica

  1. ^ (EN) Distance over Time, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  2. ^ (EN) William Miller, Dream Theater – Distance over Time, Classic Rock, 22 febbraio 2019. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  3. ^ (EN) Chad Bowar, Dream Theater Capture Old Magic on Distance over Time, Consequence of Sound, 19 febbraio 2019. URL consultato il 14 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) Matt Mills, Dream Theater's Distance over Time Album Is the Return to Form They Needed, Metal Hammer. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  5. ^ (EN) Dream Theater – Distance over Time, RockNLoad!. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  6. ^ (EN) Kurt Boldy, Dream Theater – Distance over Time (Album Review), Wall of Sound, 17 febbraio 2019. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  7. ^ (EN) DREAM THEATER: New Album 'Distance Over Time' To Arrive In February; First Tour Dates Announced, Blabbermouth.net, 2 novembre 2018. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  8. ^ (EN) Sony Music Signs Dream Theater to a Long-Term Deal via its InsideOutMusic Imprint, Dream Theater, 11 dicembre 2017. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  9. ^ a b c (EN) Richard Bienstock, Dream Theater Talk Recording in the Catskills and Their Heavy New LP, Rolling Stone, 14 novembre 2018. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  10. ^ (EN) Dream Theater Records Next Album in a Barn, su prosoundnetwork.com, 27 settembre 2018. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  11. ^ (EN) Richard Bienstock, Watch Dream Theater Discuss the Making of New Album, 'Distance Over Time', Guitar World, 26 novembre 2018. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  12. ^   Inside Out Music, DREAM THEATER - Interview at the Studio Pt. 2, su YouTube, a 0 min 49 s. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  13. ^ Roberto Gelmi, Recensione: Distance Over Time, su truemetal.it, 17 febbraio 2019. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  14. ^ a b c d e f g h i j k l m (NL) Dream Theater - Distance Over Time, Ultratop. URL consultato il 19 marzo 2019.
  15. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 19 marzo 2019.
  16. ^ Classifica settimanale WK 9 (dal 22.02.2019 al 28.02.2019), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 4 marzo 2019.
  17. ^ Classifica settimanale WK 9 (dal 22.02.2019 al 28.02.2019), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 4 marzo 2019.
  18. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 01 March 2019 - 07 March 2019, Official Charts Company. URL consultato il 3 marzo 2019.
  19. ^ (EN) Official Album Downloads Chart Top 100: 01 March 2019 - 07 March 2019, Official Charts Company. URL consultato il 3 marzo 2019.
  20. ^ (EN) Official Physical Albums Chart Top 100: 01 March 2019 - 07 March 2019, Official Charts Company. URL consultato il 3 marzo 2019.
  21. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40: 01 March 2019 - 07 March 2019, Official Charts Company. URL consultato il 3 marzo 2019.
  22. ^ (EN) Official Vinyl Albums Chart Top 40: 01 March 2019 - 07 March 2019, Official Charts Company. URL consultato il 3 marzo 2019.
  23. ^ (CS) Hitparáda – Týden – 10. 2019., International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 19 marzo 2019.
  24. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 01 March 2019 - 07 March 2019, Official Charts Company. URL consultato il 3 marzo 2019.
  25. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 19 marzo 2019.
  26. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Digital Albums), Billboard. URL consultato il 19 marzo 2019.
  27. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Hard Rock Albums), Billboard. URL consultato il 19 marzo 2019.
  28. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Top Rock Albums), Billboard. URL consultato il 19 marzo 2019.
  29. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Tastemaker Albums), Billboard. URL consultato il 19 marzo 2019.
  30. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Vinyl Albums), Billboard. URL consultato il 19 marzo 2019.
  31. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 19 marzo 2019.

Collegamenti esterniModifica