Divisione di polizia marittima e aeroportuale

Police Maritime
Polizia Marittima
Monaco - Principality Police (4346961491).jpg
Descrizione generale
Attiva16 agosto 1960
NazioneMonaco Monaco
TipoPolizia giudiziaria
Polizia tecnico amministrativa marittima
Sicurezza della navigazione
RuoloCorpo nazionale di soccorso in mare
Comando generale14, quai Antoine 1er
98000 Monaco (MCO)
Comandanti
Capo della divisionecomandante principale di polizia
Patrick Reynier
Simboli
Insegna navaleFlag of Monaco.svg
Voci su marine militari presenti su Wikipedia

La Divisione di polizia marittima e aeroportuale (in francese: Division de Police Maritime et Aéroportuaire, abbreviata con l'acronimo DPMA) è una branca della polizia monegasca suddivisa in due sezioni, "marittima" e "controllo frontaliero".

La motovedetta monegasca Vigilante (classe Canots tous temps o CTT di 17,60 m sviluppata per la SNSM)

StoriaModifica

Nata per decisione del principe Ranieri III, la Divisione originariamente aveva il compito di garantire il controllo delle imbarcazioni a porto d'Ercole. Nel corso del tempo, compiti e personale sono aumentati.

Oggi, il DPMA assicura:

  • tutti i compiti assegnati alla polizia nelle aree portuali, acque interne e quelle acque territoriali;
  • salvataggio in mare in stretta collaborazione con il CROSSMED di Tolone (Centro operativo regionale per la sorveglianza e salvataggio - Mediterraneo);
  • controllo delle frontiere
  • Sicurezza delle spiagge
  • gestione di soste di sicurezza.

Organizzazione del personaleModifica

Il DPMA è composto da 35 elementi:

  • 1 comandante principale di polizia, capo divisione: Patrick Reynier

Lo stato maggiore:

  • 1 comandante principale di polizia, vicecapo divisione: Philippe Liautard
  • 3 brigadieri capo
  • 1 sottobrigadiere

Una segreteria:

  • 1 agente de polizia

Oltre a:

  • 6 sottobrigadieri
  • 22 agenti de polizia

Il personale è per lo più polivalente, cumula le qualifiche di sommozzatore (18) per immersioni in mare aperto fino a -40 m o per alcuni fino a -60 m; di 11 tecnici in indagini [giudiziarie] subacquee (TIS), altri (12) sono formati e qualificati come padroni e secondi di imbarcazione d'altura o costiera presso il Centro di istruzione navale[1] di Saint-Mandrier (CIN) e il Centro nazionale di istruzione nautica della gendarmeria[2] ad Antibes (CNING). 19 agenti di polizia sono titolari del Certificato nazionale di sicurezza e salvataggio in acqua[3] (BNSSA) di cui 2 svolgono la mansione bagnino di salvataggio. Queste competenze professionali sono direttamente correlate ai compiti assegnati alla divisione, che è operativa quotidianamente h24 tutto l'anno.

Mezzi marittimi in usoModifica

  • 1 imbarcazione di salvataggio, la Vigilante;
  • 1 imbarcazione veloce semirigida, il Libecciu;
  • 1 imbarcazione pneumatica a scafo semirigido del tipo "Zodiac".

Caratteristiche tecniche mezzi marittimi odierni e del passatoModifica

Mezzo Utilizzo Lunghezza Velocità massima
Grâce Patricia 1961-1970 13 metri 16 nodi
Jacques Boissy 1973-1990 17 metri 25 nodi
RH 1000 1989-2006 10 metri 40-45 nodi
Vigilante 2006 - in uso 17,60 metri 18-22 nodi
Libecciu 2006 - in uso 10 metri 50 nodi

NoteModifica

  1. ^ Marine nationale, CIN Saint-Mandrier, su defense.gouv.fr.
  2. ^ Gendarmeria nazionale, Centre national d'instruction nautique de la gendarmerie (CNING), su gendarmerie.interieur.gouv.fr (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  3. ^ Le nageur sauveteur, BNSSA et formation au sauvetage aquatique, su nageur-sauveteur.com.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Forze di polizia monegasche

Corpo dei vigili del fuoco di Monaco · Compagnia dei carabinieri del principe · Polizia monegasca · Divisione di polizia marittima e aeroportuale