Dr. Everett Scott

personaggio fittizio del The Rocky Horror Picture Show
Dr. Everett Scott
Il Dr. Scott e Frank -N- Furter in una scena del film Screenshot.jpg
Il Dr. Scott e Frank -N- Furter in una scena del film
UniversoThe Rocky Horror Show
Lingua orig.Inglese
AutoreRichard O'Brien
Interpretato da
Specieumana
Etniastatunitense di origine tedesca
Professioneprofessore universitario e scienziato

Il Dr. Everett Scott o Dr. Everett Von Scott è un personaggio creato da Richard O'Brien che appare nel The Rocky Horror Show del 1973 e nel The Rocky Horror Picture Show del 1975.

Il personaggioModifica

Il dr. Scott è l'ultimo personaggio ad apparire nel film. È uno scienziato esperto in UFO, avversario di Frank-N-Furter, che sta portando avanti ricerche similari. Rivela a Brad e Janet che Frank-N-Furter è un alieno, causando l'ira di quest'ultimo. Successivamente, nel film, si viene a scoprire che Eddie, l'ex fattorino ed ex amante di Frank e di Columbia ormai defunto, era suo nipote.

Frank-N-Furter rivela inoltre che il suo vero nome parrebbe essere Dr. Everett von Scott, alludendo alle sue origini tedesche (evidenti anche dall'accento dello stesso) e al suo possibile passato di collaboratore con il regime del III Reich e di simpatizzante nazista.

InterpretiModifica

Il Dr. Scott veniva interpretato nella versione teatrale dallo stesso attore che impersonava Eddie, poiché quest'ultimo personaggio moriva prima dell'apparizione del Dr. Scott. Così, nella prima edizione teatrale londinese del musical viene impersonato da Paddy O'Hagan, in quella statunitense di Los Angeles da Meat Loaf. Nel film viene infine interpretato da Jonathan Adams, che nell'edizione teatrale originale interpretava la parte de The Criminologist.[1]

Brani cantati dal Dr. Everett ScottModifica

Il Dr. Scott è il principale interprete di un solo brano, Eddie, apparendo inoltre come interprete secondario nei brani: Planet, Schmanet, Janet e Don't Dream It, Be It.

NoteModifica

  1. ^ Paolo Belluso, Flavio Merkel The Rocky Horror Picture Show. Non sognatelo, siatelo!, Gammalibri, 1983

BibliografiaModifica

  • Paolo Belluso, Flavio Merkel, The Rocky Horror Picture Show. Non sognatelo, siatelo!, Gammalibri, 1983