ESP - Fenomeni paranormali

film del 2011 diretto da The Vicious Brothers
ESP - Fenomeni paranormali
ESP - Fenomeni paranormali.JPG
Una scena del film
Titolo originaleGrave Encounters
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneCanada
Anno2011
Durata95 min
Genereorrore
RegiaThe Vicious Brothers
SceneggiaturaThe Vicious Brothers
ProduttoreShawn Angelski
Produttore esecutivoMichael Karlin
Casa di produzioneTwin Engine Films, Digital Interference Productions
Distribuzione in italianoEagle Pictures
FotografiaTony Mirza
MontaggioThe Vicious Brothers
Effetti specialiColin Minihan
MusicheQuynne Craddock
ScenografiaPaul McCulloch
CostumiNatalie Simon
TruccoAmber Makar
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

ESP - Fenomeni paranormali (Grave Encounters) è un film del 2011 diretto dai The Vicious Brothers.

Pellicola horror girata in stile falso documentario. Il titolo italiano del film riprende l'acronimo inglese di "percezione extrasensoriale" ("Extra-Sensory Perception").

TramaModifica

Una troupe televisiva lavora a un reality in stile falso documentario, dal titolo Grave Encounters (ESP - Fenomeni Paranormali in italiano). Questa decide di girare un episodio della serie all'interno del Collingwood Psychiatric Hospital, un vecchio ospedale psichiatrico abbandonato da tempo. La troupe gira "interviste" a testimoni che raccontano di inspiegabili fatti (fenomeni paranormali accaduti in passato nell'edificio). In particolare si parla anche di un neurologo, tale Friedkin che, lavorando presso l'istituto in questione, conduceva esperimenti sul cervello dei malati, effettuando lobotomie e finendo per morire pugnalato per mano di alcuni pazienti fuggiti dalle loro stanze.

La troupe decide così di restare nell'ospedale per una notte intera, chiusi all'interno dell'edificio, per verificare quanto di vero ci sia nei racconti narrati. Per rendere la situazione e quindi le riprese più "avvicenti", decidono inoltre di lasciare che solo il custode sia l'unico ad avere le chiavi dell'edificio e danno appuntamento a questi per le 6 del giorno successivo.

Inizialmente pare non manifestarsi alcun fenomeno, tuttavia i primi segni di una inquieta presenza non tardano a verificarsi.

Lungo uno dei lunghi corridoio dell'istituto difatti, mentre T.C, il cameraman del gruppo, è intento a telefonare alla propria moglie, una sedia a rotelle incomincia a muoversi come spinta da una forza invisibile. I veri problemi inizieranno a manifestarsi però quando a Sasha, unica ragazza del gruppo, vengono sfiorati i capelli da una misteriosa entità sotto la ripresa di una telecamera. Il fenomeno provocherà la fuga della squadra dei reporter e instaurerà nel gruppo la consapevolezza dell'esistenza di una qualche entità. Eccitati da quanto accaduto, tenteranno di stabilire un ulteriore contatto con la presenza senza tuttavia ottenere risultati.

Il gruppo quindi decide di andarsene, non prima però di rendersi conto di essersi inspiegabilmente perduto lungo la strada per l'atrio. Esasperati dal ritardo del custode che alle sei del mattino avrebbe dovuto aprire loro la porta principale, decidono di sfondarla per fuggire dall'ospedale. Una volta riusciti ad aprirla, la troupe scoprirà con orrore che essa non conduce fuori dall'edificio, bensì lungo una serie di ulteriori corridoi, così come farà una qualunque altra porta che avrebbe dovuto condurre loro all'esterno.

I reporter, nel loro vagare per l'edificio, notano inoltre che i loro orologi segnano orari non compatibili con l'effettivo momento della giornata. Difatti, nonostante questi segnino le 8 del mattino, fuori risulta ancora notte fonda. Tale situazione non cambia nemmeno nelle ore successive.

Ritornati nella hall d'ingresso e dopo essere rimasti senza riflettori dopo che una forza misteriosa li ha fatti cadere, il gruppo rimane in possesso solo delle torce delle videocamere che utilizzano come uniche fonti di illuminazione.

Ogni tentativo di trovare un'uscita fallirà miseramente portando sempre di più il gruppo ad uno stato di terrore e paranoia. Dopo essersi risvegliati da un breve sonno causato dall'estrema stanchezza, noteranno con orrore che sulla schiena di Sasha qualcuno aveva inciso, con profondi tagli, la parola "Hello".

I fenomeni col passare del tempo diventano sempre più violenti; la troupe, nel loro girovagare nell'ospedale sarà testimone di ulteriori e sempre più frequenti manifestazioni come quando, notando una figura correre da una camera all'altra e ritenendo potersi trattare dell'amico Matt (in precedenza perdutosi nel mentre cercava di recuperare l'apparecchiatura video dislocata lungo i corridoi dell'edificio) si recheranno verso una stanza nella quale rinverranno una figura che si rivelerà essere invece il fantasma di una giovane paziente che, una volta voltatasi verso di loro, deformerà orribilmente il volto facendoli fuggire. Lance, Sasha e T.C nascostisi in uno sgabuzzino, si risveglieranno con al polso un braccialetto riportante il loro nome, del tutto identico a quelli indossati dai pazienti della clinica quando questa era in attività.

Nel frattempo Houston Gray, (falso sensitivo, facente parte della troupe, rimasto da solo al buio dopo la fuga disperata dalla giovane paziente di cui sopra) verrà sorpreso dall'entità che dapprima tenterà di strangolarlo e in seguito lo sbalzerà a terra colpendolo a morte.

Matt verrà ritrovato dal gruppo in una camera con addosso una veste bianca e al polso un braccialetto identificativo bianco, oramai impazzito e del tutto somigliante a uno dei tanti pazienti che all'epoca dimoravano nella clinica.

Rifugiatisi in una stanza, la troupe cercherà di capire in che condizioni si trovi Matt mentre, nei corridoi dell'ospedale, si odono riecheggiare le risate e le urla isteriche degli ormai defunti pazienti e dei loro spiriti.

Con orrore Matt affermerà loro che l'unica via d'uscita dall'ospedale risieda nel farsi curare come pazienti.

Nel panico, Lance, Sasha. T.C e un sempre più delirante Matt, si trovano involontariamente in una sala ove si trova una vasca da bagno piena di sangue in cui, come riferito loro dal guardiano della struttura, tempo addietro una paziente si era tagliata i polsi suicidandosi. Qui, T.C verrà afferrato dal fantasma della paziente nella vasca e in essa sparirà misteriosamente.

I tre rimasti (Lance, Sasha e Matt) decideranno quindi di andare nelle gallerie sotterranee con la speranza che queste possano portarli verso la tanto sperata uscita.

Prima di riuscire a giungervi e dopo l'ennesimo attacco da parte dell'entità malvagia, Matt si suiciderà gettandosi lungo la tromba di un ascensore.

Così Lance e Sasha, ormai soli, giungono presso le interminabili gallerie, disperati e affamati.

Sasha dimostrerà inoltre di non trovarsi in ottime condizioni fisiche ed inizierà a tossire sangue. Mentre si riposano, una densa nube di fumo porterà via Sasha, mentre una delle telecamere fisse riprende la scena. Lance sarà dunque costretto ad andare avanti da solo, con la telecamera come unica fonte di luce; registrando la sua voce su un nastro nel tentativo disperato di ottenere spiegazioni da parte dell'entità malefiche, ottenendo come risposta unicamente delle risate.

Esausto e affamato, Lance si addormenterà per risvegliarsi tempo dopo accorgendosi della presenza di una porta a pochi metri da lui che.

All'interno di questa rinverrà delle stanze ove, crani umani, libri di sette sataniche e un pentacolo, faranno da padrone. Si renderà conto che quelle sale altro non sono che il laboratorio dove Friedkin svolgeva i suoi esperimenti. Qui, troverà proprio Friedkin stesso con la sua équipe intenti ad operare uno dei pazienti. Assalito dalla forma demoniaca di Friedkin e sottoposto a lobotomia dopo una sequenza di urla strazianti, Lance, nel riprendersi con la propria videocamera, tranquillizzerà gli "spettatori" riferendo loro di sentirsi meglio, invitando questi a seguire la prossima puntata di ESP- Fenomeni Paranormali.

ProduzioneModifica

È il primo film dei registi The Vicious Brothers e segue il genere dei predecessori Paranormal Activity, Rec e The Blair Witch Project. Se non si contano i costi degli effetti speciali (tra l'altro inseriti in una cinepresa modesta) il film non ha richiesto una grande manutenzione: si sono spesi i soldi per gli effetti speciali, per gli attori e per la location[non chiaro]; la location dove sono girate le scene del film è il Riverview Hospital.[senza fonte]

PromozioneModifica

«La paura è reale…»

(Tagline del film.)

DistribuzioneModifica

Il film in Italia è stato distribuito dalla Eagle Pictures il 1º giugno 2011.

SeguitoModifica

Un seguito del film, ESP² - Fenomeni paranormali, è stato prodotto nel 2012, e la sua distribuzione in Italia è avvenuta il 1º agosto 2013.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema