Echium vulgare

specie di pianta della famiglia Boraginaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Viperina azzurra
Echium vulgare Luc Viatour.JPG
Echium vulgare
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Lamiales
Famiglia Boraginaceae
Genere Echium
Specie E. vulgare
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni superiori
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi I
Ordine Boraginales
Famiglia Boraginaceae
Nomenclatura binomiale
Echium vulgare
L., 1753
Nomi comuni

viperina azzurra
erba viperina

Bombus hortorum queen - Echium vulgare - Keila.jpg

La viperina azzurra (Echium vulgare L., 1753) è una pianta spontanea appartenente alla famiglia delle Boraginacee.[1]

DescrizioneModifica

È una pianta erbacea biennale.

PortamentoModifica

Il fusto si presenta eretto e ramificato, con un'altezza compresa tra i 20 e gli 80 centimetri. È ricoperto da fitti peli rigidi.

FoglieModifica

Le foglia sono organizzate in rosetta basale, di forma lineare, lunghe tra i 6 ed i 10 centimetri e larghe tra 1 e 2 centimetri. Sono ricoperte da setole e da una morbida peluria.

FioriModifica

I fiori sono prodotti in infiorescenze a spiga, con la corolla lunga 1 o 2 centimetri e di colore variabile dal blu al rosso-rosaceo e con striature blu o rosse e rosa. Gli stami variano da 3 a 5 e sporgono dalla corolla. La fioritura avviene nel periodo compreso tra in mesi di giugno e ottobre.

RadiciModifica

La radice è di tipo fittonante.

Distribuzione e habitatModifica

La viperina azzurra è diffusa in tutto il continente europeo. La si ritrova anche in Asia ed in America settentrionale[2] ed in Cile.[3]

Il suo habitat naturale è rappresentato da terreni incolti e pascoli ad altitudini comprese tra 0 e 1.200 metri.

UsiModifica

L'erba viperina è una pianta mellifera, i fiori sono molto bottinati dalle api, grazie alla lunga fioritura: da cui si può produrre del miele, anche monoflorale, ma solo nelle poche zone dove se ne trova in quantità sufficiente.[4]

Uso in medicina popolareModifica

 
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Un infuso di erba viperina permette di curare infezioni locali derivanti, per esempio, da onicocriptosi. Il procedimento di preparazione prevede:

  • Essiccazione della pianta;
  • Infusione mediante bollitura in acqua della pianta essiccata;
  • Immersione dell'area lesa nella soluzione calda.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Echium vulgare, in Plants of the World Online, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 3/2/2020.
  2. ^ Diffusione della specie in America settentrionale, su plants.usda.gov. URL consultato il 21 dicembre 2009.
  3. ^ http://www.chileflora.com/Florachilena/FloraEnglish/HighResPages/EH0022.htm
  4. ^ http://api.entecra.it/mieli/html/5_13_erbaviperina.html

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica