Elettromotrici della linea 3 della metropolitana di Milano

Elettromotrici della linea 3 della metropolitana di Milano
Automotrice
San donato - panoramio.jpg
Treno Serie 8100 (notare la veletta a LED) in uscita dal deposito di Rogoredo
Anni di costruzione 1º lotto 1989-1990
2º lotto 2003-2004
Anni di esercizio 1990-...
Quantità prodotta 1º lotto 40 treni M+R+M
2º lotto 5 treni M+R+M
Costruttore Parte meccanica:
Fiat Ferroviaria
Stanga
Breda
SOCIMI
Parte elettrica:
ABB Trazione
Marelli
Ansaldo Trasporti
Parizzi
SOCIMI
Motrice
Lunghezza 17.500 mm
Capacità 32 posti a sedere
180 posti in piedi
Scartamento 1.435 mm
Interperno 11.100 mm
Passo dei carrelli 2.150 mm
Massa in servizio 45,83 t
Massa a vuoto 29,5 t
Rimorchiata
Lunghezza 17.500 mm
Capacità 40 posti a sedere
190 posti in piedi
Scartamento 1.435 mm
Interperno 11.100 mm
Passo dei carrelli 2.150 mm
Massa in servizio 40,67 t
Massa a vuoto 22,3 t
Rodiggio Bo'Bo' + 2'2' + Bo'Bo'
Potenza continuativa 2080 kW (4 Motrici dotate di 4 motori di 130 kW ciascuno*)
  • composizione di 6 pezzi (2 UdT M+R+M-M+R+M)
Velocità massima omologata 90 km/h
Alimentazione elettrica da linea aerea
1,5 kV cc
Dati tratti da:
Ferrari, op. cit., p. 20

Le Serie 8000 e 8100 sono delle elettromotrici di tipo metropolitano in funzione sulla Linea 3 della metropolitana di Milano. Furono costruite in due lotti distinti (divisi in tre serie) dal 1989 al 2004, e hanno prestato servizio sulla Linea 3 sin dalla sua apertura nel 1990.

Differenze tra lottiModifica

Serie 8000 (8000-8068)

- Non intercomunicante, velette Dot matrix, porte ad aria.

- Inverter GTO-VVVF ABB

Serie 8000 "8080" (8069-8080, produzione Socimi)

- Non intercomunicante, velette Dot matrix, porte ad aria.

- Inverter GTO-VVVF Hitachi

Serie 8100

- Intercomunicante, dotato di aria condizionata, velette a LED arancioni, porte elettriche.

-Inverter GTO-VVVF ABB

Caratteristiche tecnicheModifica

Il loro sistema di trazione è del tipo Inverter, alimentante dei motori asincroni trifase (sistema precedentemente sperimentato sui 3 treni della Serie 500 in servizio sulla Linea 2 dal 1987).

I treni della Serie 8000 utilizzano due inverter distinti: le motrici da 8001 a 8068 utilizzano un'inverter GTO-VVVF prodotto dall'ABB (identico a quelli utilizzati sui treni Serie 500), mentre le motrici da 8069 a 8080 (solitamente chiamate "Socimi", per via del loro costruttore) utilizzano un inverter GTO-VVVF prodotto in Giappone dalla Hitachi.

Le motrici con inverter diversi non sono compatibili tra di loro per via del sistema di controllo dello stesso, infatti una UdT con inverter ABB non può viaggiare accopiata con una con inverter Hitachi.

Le elettromotrici della Serie 8100, introdotte dal 2003 in occasione del prolungamento a Maciachini, sono tornate a utilizzare l'inverter dell'ABB.

I motori di tutte e tre le sottoserie sono asincroni trifase, del tipo 4ELA2035 (di produzione Ansaldo, ABB e Marelli).

La frenatura di servizio é elettropneumatica (con recupero e rinvio dell'energia in linea oppure con dissipazione mediante reostato), mentre per la frenatura d'emergenza si usano dei pattini elettromagnetici posizionati sui carrelli.

Vengono utilizzate in unità di trazione (UdT) a composizione bloccata, formate da due elettromotrici con cabina inquadranti una rimorchiata senza cabina (M+R+M)[1].

In totale ogni UdT ha una capacità di 654 posti, di cui 112 seduti. Nell'esercizio regolare le UdT vengono accoppiate formando composizioni di sei carrozze[1], ma inizialmente, nei periodi di scarsa frequentazione (mattino presto e sera tardi) circolavano anche UdT singole[2].


Serie Lotto Anno Numerazione Tipo Quantità Costruttore Note
8000 1º lotto 1989-90 8001 ÷ 8028 M 28 Stanga Inverter ABB
8000 8029 ÷ 8054 M 26 Fiat Inverter ABB
8000 8055 ÷ 8068 M 14 Breda Inverter ABB
8000 8069 ÷ 8080 M 12 Socimi Inverter GTO-VVVF Hitachi
9000 9001 ÷ 9040 R 40 -
8100 2º lotto 2003-04 8101 ÷ 8110 M 10 . Inverter ABB
9100 9101 ÷ 9105 R 5 .

In totale vi sono 45 UdT da 3 elementi di cui una demolita a seguito di un allagamento, che vanno a formare 22 treni (da due UdT), di cui 3 treni (sempre da due UdT) composti esclusivamente dalle motrici 8069 ÷ 8080 (e relative rimorchiate) a causa della loro incompatibilità con il resto del parco rotabile.

InterniModifica

I treni serie 8000 e 8100 hanno gli interni di colore azzurro chiaro, i sedili bianchi e gli appigli gialli: l'utilizzo di questi colori chiari fu deciso per dare agli interni un aspetto più brillante e moderno rispetto ai treni delle Linee 1 e 2, che avevano gli interni grigi.

Sui tutti i treni delle Serie 8000 e 8100, a sinistra e a destra della veletta sono presenti degli indicatori luminosi a forma di freccia che indicano il lato di apertura porte.

Nel corso dell'estate del 2018 si è iniziato a revisionare i treni Serie 8000, sostituendo l'illuminazione e riverniciando l'interno del comparto passeggeri, oltre che sostituendo i vetri lato intercomunicante con un modello non apribile. Oltre a questo si stanno revisionando e rinnovando gli azionamenti delle porte e le velette a dot-matrix.

Tale revisione è effettivamente la prima modifica o rinnovamento che è stato eseguito sui treni Serie 8000 dall'anno della loro entrata in servizio nel 1990.

 
Interno di un treno Serie 8000 allo stato d'origine.


StoriaModifica

Originariamente intesi per essere in tutto e per tutto identici ai loro prototipi, la Serie 500 della Linea 2,[3] successivamente, (dato che la Linea 3 era la prima linea completamente nuova dopo quasi vent'anni dalla Linea 2 del 1969, e utilizzava le migliori tecnologie disponibili all'epoca) si decise di dargli un aspetto molto più moderno, con un frontale aerodinamico e una luminosa livrea bianca con filetti neri e una fascia gialla, pur mantenendo molti componenti dei suoi predecessori (in particolare le porte pneumatiche e l'impostazione generale).

40 UdT (20 convogli) furono consegnati tra il 1989 e il 1990, costruiti da un consorzio di aziende, che comprendeva l'OMS, la Breda, la Fiat e la Socimi, con componentistica elettronica dell'ABB e della Hitachi.

Nel 2003-2004, in occasione dell'apertura della tratta Zara-Maciachini, è entrata in servizio la Serie 8100.

In apparenza molto simile alla Serie 8000 (dalla quale riprendono l'aspetto esterno e interno) sono però dotate di LED gialli, carrozze intercomunicanti, climatizzazione e l'azionamento elettrico delle porte anziché pneumatico per la salita e discesa dei passeggeri[4].

Sono anche presenti dei pulsanti per l'apertura individuale delle porte, ma normalmente non vengono utilizzati poiché le porte vengono aperte direttamente dal conducente del treno.

In tutto sono entrate in servizio 5 unità di trazione (la cui numerazione va da 8101 a 8110 per le motrici e da 9101 a 9105 per le rimorchiate[5]), solitamente viaggiano due convogli di due UdT accoppiate fra loro più una UdT Serie 8100 accoppiata con una UdT della Serie 8000.

Inizialmente, entrambe le serie non avevano il numero della motrice dipinto sul frontale, che fu aggiunto in seguito.

Tabella MaterialeModifica

Serie 8000
UdT Motrice Rimorchiata Motrice Anno Costruttore Note
1 8001 9001 8002 Stanga Revisionata
2 8003 9002 8004 Stanga Revisionata
3 8005 9003 8006 Stanga Revisionata
4 8007 9004 8008 Stanga Revisionata
5 8009 9005 8010 Stanga Revisionata
6 8011 9006 8012 Stanga Revisionata
7 8013 9007 8014 Stanga Revisionata
8 8015 9008 8016 Stanga Revisionata
9 8017 9009 8018 Stanga
10 8019 9010 8020 Stanga
11 8021 9011 8022 Stanga Revisionata
12 8023 9012 8024 Stanga Revisionata
13 8025 9013 8026 Stanga
14 8027 9014 8028 Stanga Revisionata
15 8029 9015 8030 Fiat Revisionata
16 8031 9016 8032 Fiat Revisionata
17 8033 9017 8034 Fiat Revisionata
18 8035 9018 8036 Fiat Revisionata
19 8037 9019 8038 Fiat Accoppiata alla 8110
20 8039 9020 8040 Fiat
21 8041 9021 8042 Fiat Allagata nel 2010 a Sondrio
22 8043 9022 8044 Fiat
23 8045 9023 8046 Fiat Revisionata
24 8047 9024 8048 Fiat Revisionata
25 8049 9025 8050 Fiat Revisionata
26 8051 9026 8052 Fiat Revisionata
27 8053 9027 8054 Fiat Revisionata
28 8055 9028 8056 Breda Revisionata
29 8057 9029 8058 Breda Revisionata, apparsa nel film "Anni 90"
30 8059 9030 8060 Breda Revisionata
31 8061 9031 8062 Breda Revisionata
32 8063 9032 8064 Breda Revisionata
33 8065 9033 8066 Breda Revisionata
34 8067 9034 8068 Breda Revisionata
35 8069 9035 8070 Socimi Inverter GTO-VVVF Hitachi
36 8071 9036 8072 Socimi Inverter GTO-VVVF Hitachi
37 8073 9037 8074 Socimi Inverter GTO-VVVF Hitachi
38 8075 9038 8076 Socimi Inverter GTO-VVVF Hitachi
39 8077 9039 8078 Socimi Inverter GTO-VVVF Hitachi
40 8079 9040 8080 Socimi Inverter GTO-VVVF Hitachi
Serie 8100
UdT Motrice Rimorchiata Motrice Anno Costruttore Note
1 8101 9101 8102 Ansaldobreda
2 8103 9102 8104 Ansaldobreda
3 8105 9103 8106 Ansaldobreda
4 8107 9104 8108 Ansaldobreda
5 8109 9105 8110 Ansaldobreda Accoppiata a motrici serie 8000

CuriositàModifica

Una scena del film Anni 90 (1992) è ambientata sulla rimorchiata n. 9029.[6]

Il video musicale di "Siamo Soli" di Vasco Rossi (2001) è girato per la maggior parte su un treno della Serie 8000, sulla cui veletta è scritto "Stupido hotel" (il nome dell'album) .[7]

I treni Serie 8000 sono particolarmente apprezzati dagli appassionati giapponesi di ferrovie per via della spiccata somiglianza con la loro Serie 209 del 1993.[8]

NoteModifica

  1. ^ a b Ferrari, op. cit., p. 19.
  2. ^ youtube.com, https://www.youtube.com/watch?v=0RnGpxV7-4o.
  3. ^ Video-presentazione dei lavori della Linea 3, al minuto 10.15 vi é un bozzetto dei futuri treni, di aspetto simile ai treni Serie 500,, su youtube.com.
  4. ^ Sergio Viganò, Linea "gialla" in crescita, in I Treni, anno XXV, n. 258 (aprile 2004), p. 14. ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).
  5. ^ Sottomilano.it - mezzi della MM, su sottomilano.it. URL consultato il 1º maggio 2013.
  6. ^ scena del film disponibile su YouTube, su youtube.com.
  7. ^ video musicale disponibile su YouTube (veletta del treno visibile brevemente a 1:36), su youtube.com.
  8. ^ 2427junction.com, http://www.2427junction.com/itamilanometro03.html.

BibliografiaModifica

  • Pietro Ferrari, Milano ha la linea 3, in I Treni Oggi, n. 106 (luglio-agosto 1990), pp. 16–22.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica