Apri il menu principale

Elio Bartolini

scrittore, saggista e poeta italiano
Giancarlo Caporilli, Italo Salizzato, Mariano Saccol, Elio Bertolini

Elio Bartolini (Conegliano, 22 aprile 1922Varmo, 30 aprile 2006) è stato uno scrittore, saggista, poeta e partigiano italiano.

Indice

BiografiaModifica

Ha vissuto quasi sempre in Friuli, nella bassa pianura presso Varmo, dove ha ambientato molti dei suoi racconti e dei suoi libri come L'infanzia furlana o Le quattro sorelle bau. Nel 1963 e nel 1978 è stato fra i finalisti del premio Campiello rispettivamente con le sue opere La donna al punto e Pontificale in San Marco.[1] Nel 1998 ha vinto il Premio Dessì per la narrativa.[2]

È stato coautore delle sceneggiature de Il grido (1957), L'avventura (1960) e L'eclisse (1962), film di Michelangelo Antonioni e de Le stagioni del nostro amore (1966) di Florestano Vancini.

Dal suo romanzo La bellezza d'Ippolita nel 1962 fu tratto un film omonimo.

Nel 1975 ha diretto il film L'altro Dio e, nel 1980, ritorna alla regia per una cine-inchiesta regionale della Rai trasmessa in due puntate dal titolo Ragazze di un paese con fabbriche.

Elio Bartolini ha scritto, insieme a Paolo Patui, il testo di Bigatis (filandine, le donne che lavoravano nelle filande per produrre la seta), un dramma recitato e cantato in friulano che fu presentato al Mittelfest del 2000[3]. Sull'argomento, che conosceva bene essendo figlio di una filandina, Bartolini ha scritto anche saggi e memorialistica.

Opere di Elio BartoliniModifica

RomanziModifica

  • Il Ghebo - inedito (1946-1947)
  • Icaro e Petronio - Mondadori (1948-1950) - vincitore premio Hemingway-Mondadori 1950 e premio Bagutta opera prima 1950
  • Due ponti a Caracas Mondadori (1953)
  • La bellezza d'Ippolita Mondadori (1955) - Longanesi (1968)
  • La donna al punto, Rizzoli, Milano 1963; Premio Selezione Campiello
  • Chi abita la villa, Einaudi, Torino 1967;
  • Pontificale in San Marco - Rusconi (1978; Premio Selezione Campiello
  • La linea dell'Arciduca - Rusconi (1980)
  • Il palazzo di Tauride, Rusconi, Milano 1982; Premio Letterario Basilicata[4]
  • L'infanzia furlana - Santi Quaranta (1997) - ristampa
  • Le quattro sorelle bau - Santi Quaranta (1999) - ristampa
  • Le terre romanze - Santi Quaranta (2000) - ristampa
  • Due storie romanze - Edizioni Studio Tesi (1993) - contiene "Il Ghebo" e "Icaro e Petronio".

RaccontiModifica

  • Sette racconti cattolici - Leonardo (1992) - Casamassima (2000)
  • Racconti aquileiesi - Casamassima (2000)
  • Due racconti eretici

Sillogi poeticheModifica

  • Poesiis protestantis (in friulano) - Scheiwiller (1982) - Marsilio (1999)
  • Cansonetutis (in friulano) - Editoriale Sette (1986) - Marsilio (1999)

BiografieModifica

  • Ignazio di Loyola - Rusconi (1986)
  • Ottavio Bottecchia-Edizioni Studio Tesi (1992)
  • Vita di Giacomo Casanova - Mondadori (1998)

SaggisticaModifica

  • I Barbari, testi dal IV all'Xi secolo scelti, tradotti e commentati da E. Bartolini, Longanesi, Milano 1970

Sceneggiature cinematograficheModifica

NoteModifica

  1. ^ Premio Campiello, opere premiate nelle precedenti edizioni, su premiocampiello.org. URL consultato il 24 febbraio 2019.
  2. ^ Albo D'oro Vincitori Premio Letterario, su fondazionedessi.it. URL consultato il 21 maggio 2019.
  3. ^ Bigatis - storie di donne friulane in filanda, su cssudine.it. URL consultato il 24 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2014).
  4. ^ Albo d'oro premio Basilicata, su premioletterariobasilicata.it. URL consultato il 27 marzo 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN112445327 · ISNI (EN0000 0001 1480 1739 · SBN IT\ICCU\CFIV\000725 · LCCN (ENn78096145 · GND (DE119324520 · BNF (FRcb120600131 (data) · WorldCat Identities (ENn78-096145