Apri il menu principale

Enrico Zucchinali

calciatore italiano
Enrico Zucchinali
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Carriera
Giovanili
1942-1943 Atalanta
Squadre di club1
1941-1942 non conosciuta Dalmine ? (?)
1946-1947 Audace Monopoli ? (?)
1947-1949 Nocerina 21+ (6+)
1949-1952 Piombino 78 (49)
1952-1953 Brescia 15 (1)
1953-1955 Piacenza 12 (2)
1955-1956 Viola.svg Beretta ? (?)
1956-1957 Marzoli ? (?)
1957-1958 Falck Vobarno 27 (13)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Enrico Zucchinali (Levate, 30 luglio 1924[1] – ...) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecnicheModifica

Zucchinali era un centravanti[1], che poteva essere impiegato anche come mezzala[1]. Grazie alla sua velocità era considerato un abile contropiedista[2].

CarrieraModifica

 
Zucchinali, capitano del Piombino che sconfisse per 3-1 la Roma nel 1951

Inizia l'attività nel campionato 1941-1942 con il Dalmine[3], e l'anno successivo si trasferisce nelle giovanili dell'Atalanta[3].

Nel campionato di Serie C 1946-1947 milita nell'Audace Monopoli[4][5], con cui approda al girone finale della Lega Interregionale Sud. La formazione pugliese perde lo spareggio con la Nocerina per l'ammissione alla Serie B[5], e nell'estate 1947 passa proprio alla Nocerina, che lo fa esordire tra i cadetti[6]. Con i molossi colleziona 21 presenze con 5 reti[7], senza poter evitare la retrocessione dei rossoneri in Serie C a seguito della riforma dei campionati.

Nel 1949 la Nocerina lo cede al Piombino, militante in Serie C[8]. Nel campionato 1949-1950 i nerazzurri toscani si classificano al secondo posto dietro all'Anconitana, e Zucchinali realizza 17 reti[9]; l'anno successivo il Piombino vince il girone e ottiene la promozione in Serie B, con Zucchinali autore di 24 reti[10]. Riconfermato tra i cadetti, realizza 6 reti nelle prime cinque giornate del campionato 1951-1952[11]; nei mesi successivi, tuttavia, viene frenato da problemi al ginocchio, che lo portano anche a subire un'operazione chirurgica[12][13]. Conclude la stagione con 8 reti in 17 presenze[14][15], e il Piombino giunge al sesto posto in campionato.

Nel 1952 passa al Brescia, sempre tra i cadetti: chiude l'esperienza nel Piombino con 49 reti, secondo miglior marcatore della storia del club dietro Emilio Panicucci[16]. Con le Rondinelle non ripete le prestazioni offerte in Toscana, con un'unica rete in 15 partite; nel mercato autunnale del 1953 viene ceduto al Piacenza, in Serie C, dove viene impiegato come mezzala in alternativa a Enzo Cozzolini (già suo compagno di squadra a Piombino), totalizzando 12 presenze e 2 reti[1]. Rimane al Piacenza, senza giocare, anche nel successivo campionato, prima di essere messo in lista di trasferimento nel 1955[17]; conclude la carriera in IV Serie, nel Beretta di Gardone Val Trompia[18], nel Marzoli Palazzolo (con cui raggiunge le finali promozione nella stagione 1956-1957[19]) e nel Falck Vobarno.

Ha totalizzato 53 presenze e 14 reti in Serie B con Nocerina, Piombino e Brescia.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Piombino: 1950-1951
Marzoli: 1956-1957

NoteModifica

  1. ^ a b c d Rosa 1953-1954 Storiapiacenza1919.it
  2. ^ Un Brescia imbattuto ed ambizioso per il collaudo decisivo del Piombino, Il Corriere dello Sport, 30 novembre 1951, pag.1
  3. ^ a b La carriera di Zucchinali, Libertà, 29 dicembre 1953, pag.5
  4. ^ Veterani dello Sport, il 3 marzo la 'Giornata del Ricordo' Conipuglia.it
  5. ^ a b Attività calcistica, Il Corriere dello Sport, 8 agosto 1947, pag.2
  6. ^ La prima serie B Nitroneil.beepworld.it
  7. ^ Almanacco 1949, p.167.
  8. ^ Almanacco 1952, p.175.
  9. ^ I "fulminatori di reti" nel girone centrale della C, Il Corriere dello Sport, 30 giugno 1950, pag.2
  10. ^ Spigolature sul campionato di Serie C - Cannonieri, Il Corriere dello Sport, 27 giugno 1951, pag.3
  11. ^ Serie B 1951-1952 Xoomer.virgilio.it
  12. ^ Piombino - Molto incerta la presenza di Zucchinali, Il Corriere dello Sport, 25 ottobre 1951, pag.4
  13. ^ Piombino - Convincente allenamento, Il Corriere dello Sport, 6 dicembre 1951, pag.5
  14. ^ Matarrese, p.195.
  15. ^ Almanacco 1953, pp.162-163.
  16. ^ Lutto per la morte di Panicucci, ex gloria nerazzurra, Il Tirreno, 23 luglio 2008
  17. ^ Le liste di trasferimento della Lega Nazionale, Il Corriere dello Sport, 2 settembre 1955, pag.3
  18. ^ Tabellini 1955-1956[collegamento interrotto] Storiadellareggiana.it
  19. ^ Il Marzoli batte la Pro Vercelli: 1-0, Stampa Sera, 17 giugno 1957, pag.4

BibliografiaModifica

  • Almanacco illustrato del calcio, Milano, Rizzoli Editore, 1949.
  • Almanacco illustrato del calcio, Milano, Rizzoli Editore, 1952.
  • Almanacco illustrato del calcio, Milano, Rizzoli Editore, 1953.
  • Almanacco illustrato del calcio, Milano, Rizzoli Editore, 1954.
  • Giuseppe Matarrese, La storia del calcio. Campionato 1951-52, Milano, Giemme Edizioni, 1991.

Collegamenti esterniModifica