Asia occidentale

regione dell'Asia
Asia occidentale
Desierto de Lut, Irán, 2016-09-22, DD 07.jpg
Deserto di Lut (Iran)
Stati * Azerbaigian Azerbaigian
Western Asia.png
Mappa dell'Asia Occidentale

L'Asia occidentale è una regione dell'Asia delimitata ad ovest dal Mar Mediterraneo e dal Mar Rosso, a sud dall'Oceano Indiano, ad est dalle catene montuose del Belucistan e dell'Hindukush e a nord dal Mar Nero e, a seconda delle convenzioni, dalla catena del Caucaso o dalla depressione del Kuma-Manych. La regione confina con la Russia, il Turkmenistan, l'Afghanistan, il Pakistan e l'Egitto. In base alla ripartizione del mondo effettuata dalle Nazioni Unite, l'Asia Occidentale è una delle macroregioni in cui è divisa l'Asia. Comprende le regioni del vicino oriente, del medio oriente e del Caucaso.

GeografiaModifica

 
Classificazione climatica dell Asia occidentale secondo Köppen
 
Deserto in Giordania
 
Montagne in Arabia Saudita

L'Asia Occidentale può essere divisa in due diverse zone: la fascia nord-est, piena di catene montuose che racchiudono l'Altopiano dell'Iran, con i monti del Caucaso, Elburz, Belucistan e Zagros. Le due cime più alte appartengono al Caucaso, l'Elbrus, e agli Elburz, il Damavand. La seconda regione, la sud-occidentale, è costituita da un grandissimo tavolato occupato in larga scala dalla Penisola araba e dalla Mesopotamia, dal greco antico mesos (mezzo) e potamos (fiume), circondata da due importanti fiumi, il Tigri e l'Eufrate. In questa zona vi sono anche alcuni laghi salati come il Mar Morto (in Israele, le sue acque sono talmente salate da non permettere di berla)

ClimaModifica

In questa zona troviamo tipi diversi di climi: la maggior parte delle zone presenta un clima arido, con scarse precipitazioni, estati calde ed inverni miti, sulla costa mediterranea troviamo un clima mite, abbastanza piovoso con estati ed inverni non troppo freddi, sul versante meridionale del Caucaso, invece, troviamo un clima con un'abbondante piovosità, caratterizzato da estati miti ed inverni rigidi.

EconomiaModifica

Negli stati dell'Asia occidentale, agricoltura e allevamento, rivestono una grandissima importanza ed essi favoriscono l'insediamento rurale con piccoli villaggi sparsi per la campagna. Si sono però sviluppate anche grandi città come Baghdad, capitale dell'Iraq, che possiede grandi giacimenti di petrolio, Damasco, la capitale della Siria, che è meta di turismo essendo sulla strada per La Mecca, inoltre essa è sede dei più importanti poli manifatturieri della Siria, Teheran, capitale dell'Iran, stato in attuale e veloce sviluppo, e Beirut, capitale del Libano, che è stata, per molto tempo, teatro di guerre civili. Negli ultimi anni sono stati scoperti numerosi pozzi di petrolio che hanno “risollevato” l'economia di questa regione, dove si stanno sviluppando città che imitano le caratteristiche delle città moderne occidentali.

In questa zona sono presenti anche due famose ed importanti città sante: Gerusalemme e La Mecca meta ogni anno di un elevato numero di turisti e pellegrini di varie religioni. L'economia dell'Asia occidentale non è molto sviluppata, caratterizzata soprattutto dall'arretratezza delle sue strutture, e dallo scarso progresso tecnologico. In questi ultimi anni però, l'economia sta alzando il suo livello grazie a nuovi e ricchi pozzi petroliferi che forniscono circa il 75% del petrolio prodotto. Il settore primario è poco produttivo se non nelle pianure e nei paesi della fascia costiera mediterranea, le rese restano comunque modeste. Le industrie sono poco sviluppate tranne quella dell'estrazione e della raffinazione del petrolio.

Grazie al grande afflusso di turisti, alle città sante ad esempio, sono state migliorate tutte le vie di comunicazione per agevolarlo. Ci sono stati che sono meno sviluppati come ad esempio la Siria, i suoi abitanti vivono soprattutto di redditi agricoli e dell'allevamento, il Libano, che, anche se un tempo era il maggiore centro commerciale del Medio Oriente, ora è molto povero ed arretrato, la Giordania, che soffre di ristrettezze economiche. Altri due stati che erano stati in lotta fra loro sono l'Iraq e l'Iran, i vari conflitti li hanno indeboliti molto ed ora stanno passando un momento di profonda crisi economica e sociale. Emirati Arabi Uniti, Kuwait e Qatar sono governati da emiri mentre l'Oman da un sultano. L'Arabia Saudita e il Bahrein invece sono regni. È presente una forte arretratezza economica e civile.

Lo Yemen è lo stato più povero della regione. Un altro centro di continue lotte è la Transcaucasia: Georgia, Armenia ed Azerbaigian, a causa di forti tensioni politiche e fra minoranze etniche e religiose, anche in questa zona l'agricoltura è la maggiore risorsa.

StatiModifica

Essa include un numero variabile di Stati, di numero compreso tra i 18 e i 22, a seconda del posizionamento dei confini dei continenti:

  1. ^ Geograficamente in Asia, ma talvolta considerata parte dell'Europa per ragioni storiche e culturali.
  2. ^ Paese considerato asiatico o transcontinentale a seconda della convenzione utilizzata ved. Paese transcontinentale#-Asia europa, a volte associato all'Europa per ragioni storico-culturali
  3. ^ Geograficamente in Asia, ma normalmente considerata parte dell'Europa per ragioni storiche e culturali.
  4. ^ Paese considerato asiatico o transcontinentale a seconda della convenzione utilizzata ved. Paese transcontinentale#-Asia europa, spesso associato all'Europa per motivi storico-culturali
  5. ^ solo la penisola del Sinai, la quale è normalmente posta in Asia
  6. ^ Il territorio della Grecia include un numero considerevole di isole poste nel continente asiatico, nei pressi della piattaforma anatolica come le isole di Rodi, Kos, Samos, Chio, Lesbo, Kastellòriso, Strongili (Megisti) e Ro.
  7. ^ Secondo le convenzioni ponenti il confine dell'Europa nella depressione del Kuma-Manych o più a nord
  8. ^ nazione transcontinentale, con il 3% del territorio situato in Europa
  9. ^ esclusa l'isola di Socotra che viene posta in Africa

Oltre a questi stati la definizione data dall'ONU include anche i Territori Palestinesi (Occupied Palestinian Territory) controllati dall'Autorità Nazionale Palestinese, un'istituzione provvisoria istituita dall'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, nonché della Repubblica turca di Cipro del Nord, del Nagorno Karabakh, dell'Abkhazia e dell'Ossezia del Sud.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Asia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Asia