Apri il menu principale
Falmenta
ex comune
Falmenta – Stemma Falmenta – Bandiera
Falmenta – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaCoA of Verbano-Cusio-Ossola.svg Verbano-Cusio-Ossola
Amministrazione
Data di soppressione31-12-2018
Territorio
Coordinate46°04′N 8°35′E / 46.066667°N 8.583333°E46.066667; 8.583333 (Falmenta)Coordinate: 46°04′N 8°35′E / 46.066667°N 8.583333°E46.066667; 8.583333 (Falmenta)
Altitudine715 m s.l.m.
Superficie16,32 km²
Abitanti126[1] (30-11-2018)
Densità7,72 ab./km²
FrazioniCrealla, collegata con la strada da Falmenta, abitanti 25
Altre informazioni
Cod. postale28827
Prefisso0323
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT103030
Cod. catastaleD481
TargaVB
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantifalmentini
Patronosan Lorenzo
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Falmenta
Falmenta
Falmenta – Mappa
Contrassegnato col numero 3, il territorio di Falmenta nel comune di Valle Cannobina, provincia del Verbano Cusio Ossola
Sito istituzionale

Falmenta (Falmenta in piemontese e in lombardo) è una frazione di 126 abitanti del comune italiano di Valle Cannobina in provincia del Verbano-Cusio-Ossola, in Piemonte. Fino al 31 dicembre 2018 è stato un comune autonomo.

Dal 1º gennaio 2019 si è fuso con i comuni di Cavaglio-Spoccia e Cursolo-Orasso per dare vita al nuovo comune di Valle Cannobina.

GeografiaModifica

Falmenta si trova nella parte alta della Valle Cannobina, una stretta vallata percorsa dal torrente Cannobino.

Il centro abitato di Falmenta è situato in costa sulla falda meridionale del monte Riga (1 290 m s.l.m.) e vi si giunge dalla strada provinciale 75 della Valle Cannobina[2].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

La parrocchia di Falmenta è intitolata a san Lorenzo diacono e martire romano, la chiesa parrocchiale risale al 1565 successivamente rimaneggiata, all'interno un pregevole altare ligneo riccamente decorato acquistato dagli abitanti nel XVII secolo[3].

Alla parrocchia fanno capo la casa parrocchiale, l'oratorio e cinque chiese: la già citata chiesa parrocchiale di San Lorenzo, la chiesa della Vergine Assunta a Camberto, la chiesa di San Giuseppe a Sasso Durone, la chiesa della Vergine di Re a Casa Zanni e la chiesa della Madre di Dio situata presso il cimitero.

Don Fabrizio Mancin, parroco dal 2012, canonico della Santa Pietà e parroco di Traffiume e Crealla, ha promosso il restauro conservativo del tetto della chiesa parrocchiale.

Poco distante dalla chiesa parrocchiale si trova un edificio che ospita un antico torchio utilizzato in passato per ricavare l'olio dalle noci.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

 

Escursionismo alpinoModifica

Interessante meta turistica è la capanna Fornà, nel parco nazionale della Val Grande, posta a 1649m s.l.m. con 15 posti letto[5].

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2018.
  2. ^ Ferrari, p. 94.
  3. ^ Ferrari, p. 95.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Capanna Fornà

BibliografiaModifica

  • Erminio Ferrari, Val Canobbina (Lago Maggiore), Verbania, Alberti Libraio Editore, 1988, ISBN 8885004873.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN245876114 · WorldCat Identities (EN245876114