Apri il menu principale

Ferrovia Rovigo-Chioggia

linea ferroviaria italiana
Rovigo-Chioggia
Mappa ferrovia Rovigo-Chioggia.png
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza57 km
Aperturaa tratte, dal 1876 al 1887
GestoreRFI
Scartamento1435 mm
Elettrificazioneno
Ferrovie

La ferrovia Rovigo-Chioggia è una linea ferroviaria italiana di proprietà statale a scartamento ordinario che unisce la città di Rovigo a Chioggia. Il suo percorso si snoda interamente nel Veneto e lungo il delta del Po.

La ferrovia è a binario semplice e a scartamento normale e non è elettrificata.

L'infrastruttura è gestita da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) che la qualifica come linea complementare[1] e il servizio passeggeri è espletato da Sistemi Territoriali.

Indice

StoriaModifica

Tratta Inaugurazione
Rovigo-Adria 23 ottobre 1876
Adria-Loreo 25 settembre 1884
Loreo-Chioggia 23 maggio 1887

La linea ferroviaria fra Rovigo e Adria fu costruita dalla Società per le Ferrovie dell'Alta Italia (SFAI) nell'ambito della linea Verona-Rovigo, voluta dalle province di Verona e di Rovigo e finanziata grazie alla Legge 29 giugno 1873, n. 1473[2]. Fu aperta all'esercizio il 23 ottobre 1876.[3]

Il tronco da Adria fino a Chioggia e al suo porto fu invece finanziato con la Legge 29 luglio, n. 5002 che la inserì fra le linee di seconda categoria.[4] La strada ferrata fu quindi aperta in due momenti: il 25 settembre 1884 per il tronco Adria-Loreo e il 23 maggio 1887 per il Loreo-Chioggia.[3]

CaratteristicheModifica

La linea è una ferrovia a binario semplice a scartamento ordinario da 1435 mm. La trazione è termica.

La circolazione tra la stazione di Lama e quella di Chioggia è regolata dal Dirigente Posto di Comando con sede presso la stazione di Adria. Tra Rovigo e Lama, invece, è affidata alla Dirigenza Locale.

PercorsoModifica

Stazioni e fermate
 
Linea per Padova
 
0+000 Rovigo 9 m s.l.m.
     
Linea per Verona
     
Linea per Bologna
 
4+6 Sant'Apollinare con Selva † 1961[5]
 
9+557 Ceregnano
 
12+968 Lama 4 m s.l.m.
 
19+914 Baricetta
     
Linea per Ariano Polesine † 1944
 
24+557 Adria 2 m s.l.m.
     
Linea ST per Mestre
 
30+983 Cavanella Po
 
35+642 Loreo 3 m s.l.m.
 
39+876 Rosolina
 
Fiume Adige
 
44+233 Cavanella d'Adige
 
48+396 Sant'Anna di Chioggia * 1908[6]
 
52+980 Brondolo † 1981[7]
 
55+792 Chioggia 3 m s.l.m.

TrafficoModifica

Il traffico passeggeri si svolge fra i due capolinea, sebbene alcune corse provenienti da Rovigo risultano limitate ad Adria.

È espletato da Trenitalia con l'impiego di automotrici ALn 668, ALn 663 e GTW 2/6. I treni, classificati come regionali, hanno una cadenza oraria. I principali nodi di interscambio sono posti nelle stazioni di Rovigo e Adria.

NoteModifica

  1. ^ RFI - Rete in esercizio (PDF), su site.rfi.it. URL consultato il 22 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  2. ^ Wikisource. s:L. 29 giugno 1873, n. 1475, sulla costruzione e l'esercizio di ferrovie nelle province venete e di Mantova
  3. ^ a b Sviluppo delle ferrovie italiane dal 1839 al 31 dicembre 1926, Roma, Ufficio Centrale di Statistica delle Ferrovie dello Stato, 1927. Vedi Alessandro Tuzza, Trenidicarta.it. URL consultato il 20 giugno 2010.
  4. ^ s:L. 29 luglio 1879, n. 5002, per la costruzione di nuove linee di completamento della rete ferroviaria del Regno. Tabella B. Punto 19.
  5. ^ Ordine di Servizio n. 111 del 1961
  6. ^ Ordine di Servizio n. 233 del 1908
  7. ^ Notizie flash, in "I Treni Oggi" n. 11 (luglio-agosto 1981), p. 7

BibliografiaModifica

  • RFI Spa. Fascicolo Linea 58 Rovigo - Chioggia. Aggiornato al CC VE 03/2009. pp. 101–113.
  • Atlante ferroviario d'Italia e Slovenia. Eisenbahnatlas Italien und Slowenien. Köln: Schweers + Wall, 2010. ISBN 978-3-89494-129-1

Ulteriori approfondimenti:

  • Domenico Sfriso, Sullo scalo marittimo della ferrovia Chioggia-Loreo-Adria-Rovigo, Chioggia, Duse, 1887. ISBN non esistente
  • Importanza della ferrovia Rovigo-Chioggia per lo sviluppo socio-economico del Basso e Medio Polesine, Rovigo, Amministrazione provinciale di Rovigo, 1967. ISBN non esistente

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica