Finanza

disciplina economica che studia investimenti e finanziamenti
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il Corpo della Guardia di Finanza, vedi Guardia di Finanza.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Finanziario" rimanda qui. Se stai cercando l'impresa diversa dalla banca, vedi Ente finanziario.

La finanza è la disciplina economica che studia i processi e le scelte di investimento e finanziamento, soffermando l'analisi sul lato prettamente tecnico, cioè pricing, hedging e valutazione delle attività oggetto dell'investimento o finanziamento.

Tabellone all'interno di una borsa valori.

DescrizioneModifica

La finanza (dal latino finis "fine, termine, cessazione") si occupa degli strumenti finanziari (o prodotti finanziari), per mezzo dei quali avvengono gli scambi di flussi di denaro tra individui, imprese e Stati, e dei mercati sui quali tali strumenti finanziari vengono negoziati al fine di trasferire le risorse economiche dagli individui in surplus a quelli in deficit.

Rispetto ad un investimento produttivo, un investimento finanziario non è necessariamente finalizzato alla creazione di ricchezza reale, anzi negli ultimi decenni si è assistito ad una imponente scalata finanziaria che ha superato il Pil globale. Dal 1980 anno in cui gli attivi finanziari globali equivalevano all'incirca al Pil del mondo, la crescita del settore finanziario ha continuato a crescere superando di misure lo stesso Pil (ad esempio nel 2008 equivaleva a 21,4 volte il Pil mondiale). Esiste un dibattito di etica della finanza, legato all'ipotesi che la finanza sia un gioco a somma zero (zero-sum game), capace quindi solo di spostare denaro fra soggetti economici, piuttosto che un gioco a somma positiva (in grado di creare ricchezza) - c'è chi dubita che oltre allo spartire una "torta" di valori lo scambio finanziario possa ingrandirla.

I cinque campi base della finanzaModifica

La finanza, se si desidera semplificare la sua trattazione anche solo per convenzione, si può suddividere e pensare come cinque campi base messi insieme in base al soggetto che cerca finanziamenti e all'ampiezza/estensione delle transazioni (se si desidera generare una suddivisione più specifica e complessa, si possono ottenere più campi):

  • finanza personale, che concerne il financial planning di debiti e crediti che fanno capo al singolo soggetto;
  • corporate finance, detta anche finanza aziendale o finanza d'impresa, che si occupa della ricerca e selezione di fonti finanziare e dell'investimento delle risorse da parte delle imprese;
  • trade finance, detta anche finanza commerciale, che si occupa di gestire il preciso campo del commercio nazionale e internazionale nel caso dell'export;
  • finanza pubblica, riguardante le tematiche della ricerca e dell'impiego di risorse finanziarie da parte della pubblica amministrazione;
  • finanza internazionale, che tocca il tema dei flussi di denaro scambiati tra paesi (da origine di operazioni sia finanziarie che operative tra individui, imprese e pubbliche amministrazioni internazionali).

Suddivisioni della finanzaModifica

FinanzcapitalismoModifica

Dagli anni 80 del secolo scorso, la finanza ha raggiunto uno sviluppo enorme rispetto alle altre attività economiche, massimizzando le strategie di "estrazione" ed accumulazione di valore, a differenza del capitalismo industriale votato invece alla "produzione" di valore, ciò ha portato a trasferire gli investimenti di capitali dall'industria manifatturiera al sistema finanziario determinando il finanzcapitalismo o capitalismo dell'arbitraggio con volume di affari globalmente superiore ai valori reali.[1]

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 12332 · LCCN (ENsh2002007885 · NDL (ENJA00565882