Apri il menu principale

Flavio Carraresi

batterista, compositore e paroliere italiano
Flavio Carraresi
NazionalitàItalia Italia
GenereJazz
Musica leggera
Periodo di attività musicale1950 – 1984
Strumentobatteria
EtichettaRCA Italiana

Flavio Carraresi (Firenze, 8 aprile 1930Milano, 22 novembre 1992[senza fonte]) è stato un batterista, compositore, paroliereproduttore discografico direttore artistico, editore e, occasionalmente, cantante italiano.

BiografiaModifica

I primi anni come batteristaModifica

Appassionato di musica jazz, inizia a suonare in alcune orchestre, per poi formarne una a suo nome insieme a Franco Motta al clarinetto, Beppe Termini al contrabbasso e Sandro Comensoli al vibrafono, con cui, nel 1950, si trasferisce a Milano, debuttando al Jazz Club cittadino: ha così l'occasione, negli anni seguenti, di suonare con nomi come Oscar Valdambrini, Gianni Basso e Stan Getz, partecipando anche ad alcune incisioni.

Con l'avvento del rock and roll si avvicina alla musica leggera, e nel 1957 entra nei Rock Boys, il complesso che accompagna Adriano Celentano, sostituendo Giancarlo Ratti. Fra i componenti, con al pianoforte un giovanissimo Enzo Jannacci, nasce un rapporto di amicizia, e il famoso locale Santa Tecla di Milano li vede spesso sul palco ad esibirsi. Questa esperienza durerà poco più di due anni, quando Carraresi decide di abbandonare il gruppo (decisione che spinge Celentano a formarne uno nuovo, I Ribelli).

Cantante e compositoreModifica

Carraresi decide di dedicarsi all'attività di cantante: firma un contratto con l'RCA Italiana, pubblicando qualche 45 giri con scarso successo, tra cui Un delitto perfetto d amore con l'arrangiamento di Ennio Morricone, firmato da Gino Paoli, che poi rifarà il brano in un 45 giri.

Va invece molto meglio l'attività di compositore: nel 1961 compone con Sergio Endrigo La brava gente, mentre nel 1963, La nostra casa (con testo di Sergio Bardotti) piace a Gino Paoli, che la incide come lato B di Sapore di sale, brano che lo stesso Carraresi, in quegli anni produttore di Paoli, contribuisce a realizzare negli studi della RCA. Il disco vende molte copie grazie alla facciata A, ma attira l'attenzione anche la canzone scritta da Carraresi, che quasi contemporaneamente viene registrata anche da Riccardo Del Turco.

Nel 1965 partecipa con Quello sbagliato, interpretata da Bobby Solo e con il testo di Alberto Testa, a Un disco per l'estate. Dalla collaborazione con Alberto Testa nasceranno Ai miei vent'anni, Amore muove le montagne, Aquel error, Attends moi, Bestia nera, Bitte vergiss mich.

Con Dedicato all'amore, scritta insieme a Daniele Pace (nuovamente con le parole di Testa), e interpretata da Peppino Di Capri e Dionne Warwick, partecipa al Festival di Sanremo 1967. Nello stesso anno scrive con Alberto Testa Dimmelo parlami, per Fabrizio Ferretti; il brano viene richiesto in Inghilterra, dove la grande Cilla Black ne incide una cover in inglese che balza ai primi posti su Billboard. Anni dopo il gruppo degli ABBA con la solista Aghneta Faltskog, ne faranno una versione dal titolo Fool Am I. Un altro successo per Carraresi e Testa, con il brano che entra in classifica ancora in tutto il mondo. Un'altra sua canzone di successo è nel 1969 Viso d'angelo, composta insieme ad Elio Isola ed incisa dai Camaleonti.

Discografico e produttoreModifica

Nel 1970 intraprende l'attività di discografico, e fonda insieme all'amico Alberto Testa l'etichetta Disco TEC, distribuita dalla Dischi Ricordi, che però avrà un'attività molto breve; il nome deriva dall'assonanza con la parola francese “discothèque”, e le tre lettere TEC, scritte in maiuscolo, sono le iniziali congiunte dei cognomi dei due fondatori (Testa E Carraresi).

 Lo stesso argomento in dettaglio: Disco TEC.

In seguito Carraresi svolgerà l'attività di produttore discografico, lavorando prevalentemente con la RCA Italiana, e anche di editore con "Cobra edizioni musicali" e "Santa Chiara edizioni musicali"; seguirà tra gli altri Marisa Interligi e i Romans.

Le sigle dei cartoni animatiModifica

Negli anni ottanta si dedica anche alla realizzazione di sigle per cartoni animati giapponesi (filone inedito nella discografia italiana, e all'epoca molto fortunato), pubblicate per la RCA Italiana; tra le più note, Megaloman (1981) e Il Mago Pancione Etcì, del 1983, dalle rispettive serie omonime. Alla fine degli anni 80 arriva il successo di izenborg, altro cartone giapponese a cui parteciperà come autore del testo il figlio Fabrizio, che poi si distinguerà come autore con nomi del calibro di Migliacci e Avogadro. Negli anni 90 la malattia avanza e Flavio Carraresi muore il 22 novembre 1992 a Milano.

Canzoni scritte da Flavio CarraresiModifica

Carraresi ha utilizzato, in alcune occasioni, lo pseudonimo Dunnio.

Anno Titolo
(Titolo originale)
Autori del testo Autori della musica Interpreti
1960 Un delitto perfetto d'amor Franco Migliacci Flavio Carraresi Maria Monti
1962 La mia periferia Giorgio Calabrese Flavio Carraresi Flavio Carraresi
1962 La brava gente Sergio Endrigo Flavio Carraresi Flavio Carraresi
1963 La brava gente Sergio Endrigo Flavio Carraresi Sergio Endrigo
1963 La nostra casa Sergio Bardotti Flavio Carraresi Gino Paoli
1963 un giorno di mare Carlo Rossi Flavio Carraresi Donatella Moretti
1964 Comme Enzo Bonagura e Alberto Testa Flavio Carraresi Margherita e Giordano Colombo
1964 Dove sei Marì Mogol = Giulio Rapetti Flavio Carraresi Ennio Morricone
1965 Quello sbagliato Alberto Testa Flavio Carraresi Bobby Solo
1966 L'uomo e la donna Luciano Beretta e Dunnio Sholom Secunda Jonathan e Michelle
1966 Tu cammini Alberto Testa Flavio Carraresi Mat 65
1967 Dedicato all'amore Alberto Testa Flavio Carraresi e Daniele Pace Peppino Di Capri e Dionne Warwick
1967 Gli occhiali da sole Luciano Beretta Flavio Carraresi Jonathan e Michelle
1967 Ai margini del mondo Ombretta Lalli Flavio Carraresi Jonathan e Michelle
1967 Fammi vedere Luciano Beretta e Flavio Carraresi Phil Ochs Jonathan e Michelle
1967 La bestia nera Alberto Testa Flavio Carraresi Mat 65
1967 Io suono Alberto Testa Flavio Carraresi Mat 65
1969 Viso d'angelo Daniele Pace e Mario Panzeri Flavio Carraresi ed Elio Isola Camaleonti
1977 Amico Elvis Franco Migliacci e Mike Fraser Flavio Carraresi Michele
1981 I-Zenborg Carlo Rossi Flavio Carraresi e Angelo Rotunno Megalosingers
1981 Megaloman Carlo Rossi Flavio Carraresi e Angelo Rotunno Megalosingers
1982 Occhio di serpente Carlo Nistri Flavio Carraresi Fabrizio carraresi Marisa Interligi
1983 Agua viva Fabrizio Carraresi Flavio Carraresi e Adelmo Musso Marisa Interligi

NoteModifica


BibliografiaModifica

  • Gino Castaldo (a cura di), Dizionario della canzone italiana, Roma, Armando Curcio, 1990, alla voce Flavio Carraresi.
  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, Modena, Panini, 2009, alla voce Flavio Carraresi.