Apri il menu principale

Francesca Senette

giornalista, showgirl e conduttrice televisiva italiana
Magdalena Todor, Francesca Senette (al centro) e Giuseppe Chiaravalloti al Privacy Day Forum nel 2012.

Francesca Maria Fabiola Senette (Tradate, 26 settembre 1975) è una giornalista e conduttrice televisiva italiana.

Indice

BiografiaModifica

Cresciuta a Cislago, in provincia di Varese, vive e lavora a Milano.

Inizia la propria attività giornalistica negli anni '90 scrivendo per una testata locale, L'informazione dell'Altomilanese, e successivamente collaborando con Antennatre: presso cui poi conduce il notiziario regionale e due trasmissioni settimanali, su turismo e moda. Si laurea con 110 e lode in Scienze Politiche all'Università Cattolica di Milano. Durante un servizio politico realizzato per Antenna 3 viene notata dal direttore del TG4, Emilio Fede, che la chiama poi a condurre l'edizione delle 13:30; diviene così uno dei volti più noti del TG4. Successivamente, oltre al tg, le è affidata la conduzione del rotocalco Sipario, basato sulle interviste, sempre su Rete 4.

Nel 2002 Mario Calabresi, Andrea Galdi e Francesca Senette ricevono insieme il "Premio Ischia in ricordo di Angelo Rizzoli".[1] Cura per un periodo la rubrica TobaToba sul quotidiano Libero di Vittorio Feltri. Per 8 anni ha curato mensilmente una rubrica di libri per bambini sul settimanale Donna Moderna.

Nel 2005 si è sposata con l'imprenditore Marcello Forti[2], dal quale ha avuto due figli: Alice, nata il 3 aprile 2006, e Tommaso, nato il 13 giugno 2013. Dopo aver concluso tre corsi AIS, nel 2006 è divenuta sommelier.

Testimonial per la Fondazione Umberto Veronesi a difesa della salute della pelle e volto LILT NASTRO ROSA contro il tumore al seno. L'8 settembre 2008, dopo otto anni trascorsi in Mediaset passa a Rai 2 per condurre il programma televisivo Italia allo specchio, in onda dal lunedì al venerdi dalle 14:40 alle 16:15.

Nel 2009 segue i progetti di Intervita oggi WeWorld Onlus in Cambogia (2009), realizzando un reportage per Donna Moderna. Nel giugno 2011, sempre con Intervita, si reca nel Benin, Africa occidentale, per seguire i progetti sulla malnutrizione dei bambini. Nell'estate 2012, testimonial della Onlus, ha visitato i progetti contro il turismo sessuale in Brasile. Nel 2009 riceve il Grand Prix Corallo di Alghero.[3]

Dal 2010 al 2012 insegna Fashion Communication & Fashion Editing all'Accademia del Lusso di Milano.

Il 29 aprile conduce su LA7d, lo speciale Will e Kate, il principe trova moglie, per seguire in diretta ( la prima del canale) il matrimonio tra William Windsor e Catherine Middleton.

Dal gennaio 2011 conduce Effetti Personali, trasmissione dedicata ai viaggi con interviste a personaggi famosi che vivono o amano la città oggetto della puntata. La trasmissione, in onda su La7d viene riconfermata anche per il 2012 e il 2013. Nel 2012 Francesca Senette inizia a collaborare con Geppi Cucciari nel preserale di La7 G'Day realizzando interviste e vox populi, nella rubrica Abbiamo l'esclusiva.

Incinta del suo secondogenito, realizza e porta in onda su Sky - easy baby Diario di un bebè - #Mytummyway, il racconto in diretta, docu-factual e tutorial, dei nove mesi di gravidanza[4].

Nel maggio 2014 pubblica il libro "Cose che non mi aspettavo quando stavo aspettando" per Kowalski-Feltrinelli, sull'esperienza della gravidanza.

Dal 2017 è il volto della trasmissione YoYoga, su DeA Junior [5]. intanto frequenta il Teacher Training di Hatha Yoga con Giovanni Formisano e ottiene la certificazione 200RYT nel 2018, nel 2019 il master 500RYT ; volto della seconda e terza edizione della trasmissione YoYoga, collabora al libro gioco Yoga Box per DeA Planeta libri.

Conduce retreats, team building ed eventi legati allo yoga (per la prima volta insegna yoga in una installazione alla Triennale di Milano, una mostra sull'abitare), al benessere olistico e alla salute. Interviene in trasmissioni tv su queste tematiche e insegna privatamente Hatha, Pranayama e Yoga Nidra.

TelevisioneModifica

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica