Apri il menu principale

Francesco Giorgino

giornalista e conduttore televisivo italiano
Francesco Giorgino

Francesco Giorgino (Andria, 8 agosto 1967) è un giornalista, conduttore televisivo e docente italiano.

Professore a contratto, studioso di tematiche sociali e saggista[1]. È caporedattore centrale della redazione Interni del TG1[2], volto noto e conduttore del TG1 delle 20:00.

BiografiaModifica

Fratello di Nicola Giorgino, sindaco di Andria per Forza Italia dal 2010, inizia la sua carriera di giornalista quando, non ancora diplomato, collabora con l'emittente privata di Andria "Telesveva". È giornalista pubblicista dal 1988, e si laurea in giurisprudenza nel 1990 presso l'Università degli Studi di Bari, con una tesi sul Sistema radiotelevisivo pubblico e privato ed ordinamento costituzionale.[3][4] Lavora come responsabile di uffici stampa, e collabora con i quotidiani Il Popolo e Il Globo.[4]

È praticante dal 1991, quando entra in Rai nella redazione di Unomattina. Diventa giornalista professionista a gennaio 1993, con menzione speciale da parte della commissione di esame.[3]

Nel 1993 scrive il suo primo libro (Intervista alla prima Repubblica). È addetto stampa del Ministro Giuliano Urbani durante il Governo Berlusconi I (1994).

Dal 2001 è professore a contratto presso la facoltà di Scienze della comunicazione dell'università «La Sapienza» di Roma, dove insegna Teorie e tecniche del newsmaking.

Nel 2003 interpreta se stesso in un cameo nel film Natale in India.

Dal 2013 è professore presso l'Università LUISS Guido Carli di Roma.

Insieme a Simona Ventura ha condotto il Dopofestival del Festival di Sanremo 2002[5].

Collabora con la Rivista San Francesco Patrono d'Italia, dei francescani conventuali di Assisi.

Dal 2000 è conduttore del TG1 delle 13.30, nel 2010 - sotto la direzione di Augusto Minzolini - torna alla conduzione dell'edizione alle 20.00 che aveva già condotto per un breve periodo nel 2004-2005. Il 13 marzo 2013 annuncia nel corso di un'edizione straordinaria del TG1 la fumata bianca del conclave che ha eletto papa Francesco.

OpereModifica

  • Intervista alla prima Repubblica. Taviani, Napolitano, Amato: scene (e retroscena) da cinquant'anni di politica, Milano, Mursia, 1994. ISBN 978-88-425-1783-2
  • L'un contro l'altro armati. Dieci testimonianze della guerra civile, 1943-1945, con Nicola Rao, Milano, Mursia, 1995. ISBN 978-88-425-1837-2
  • Gli eredi di Sturzo. Cinquant'anni di DC raccontati da democristiani e post democristiani, Milano, Mursia, 1995. ISBN 978-88-425-1921-8
  • Giornalisti agli arresti redazionali? Il newsmaking in Italia. Ricerca su selezione e gerarchia delle notizie. TG1-TG5: due modelli a confronto, analisi comparativa delle due principali testate televisive italiane, a cura di, Roma, Kappa, 2004. ISBN 88-7890-618-2
  • Dietro le notizie. Il mondo raccontato in sessanta righe e novanta secondi, Milano, Mursia, 2004. ISBN 978-88-425-3296-5
  • Buone notizie. Ricerca quanti-qualitativa su selezione, gerarchia e trattamento delle good news nei media italiani e stranieria cura di, Roma, Kappa, 2004. ISBN 88-7890-685-9
  • Buoni propositi. I cattolici nella società postmoderna, Padova, Edizioni Messaggero, 2007. ISBN 978-88-250-1829-5
  • Giornalismi e società, Informazione, politica, economia e cultura, Milano, Mondadori Education, 2017. ISBN 978-88-6184-546-6
  • Alto volume. Politica, comunicazione e marketing, Prefazione di Giovanni Orsina, I Capitelli, Luiss University Press, 2019.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN114853256 · ISNI (EN0000 0000 8183 2255 · SBN IT\ICCU\LO1V\143805 · LCCN (ENn95080622 · GND (DE1131810821 · BNF (FRcb13038638g (data) · WorldCat Identities (ENn95-080622