Francesco Specchia (giornalista)

giornalista e scrittore italiano

Francesco Specchia (Firenze, 28 maggio 1968) è un giornalista e scrittore italiano.

Francesco Specchia

BiografiaModifica

Trasferitosi giovanissimo a Verona, dopo aver lì conseguito la maturità classica si laurea in legge, specializzandosi in comunicazioni di massa e antropologia criminale.

Inizia la sua attività lavorativa come assistente della cattedra di diritto dell'esecuzione civile nell'Istituto di diritto processuale civile all'Università di Parma.

Nel 1988 inizia la sua attività giornalistica, collaborando prima al settimanale Verona Fedele e poi a L'Arena, diretta da Albino Longhi.

Nel 1995 lavora invece a La Voce di Indro Montanelli e presso la redazione culturale de Il Giornale.

Caporedattore del quotidiano Libero e direttore della collana Mediamursia[1], ha inoltre collaborato con Rai Radio Tre a Prima pagina, Radio Monte Carlo e con R101, tenendo per quest'ultima la rubrica Gli incredibili[2]; mentre all'interno del TGcom ne conserva una di critica televisiva: scrive infatti di cultura, politica e mass media.

Ha presentato su Reteconomy i talk-show I Tartassati - Storie di fisco e dintorni e su Telelombardia, Iceberg e Alias con Franco Debenedetti, mentre su Antenna 3 Monoscoppio - La tivvù sotto tiro e Versus[3], primo esperimento di social-tv. Scrive principalmente di cultura, politica e mass media.

Dal settembre 2018 è direttore di Pop Economy, “il luna park dell’economia”, la prima piattaforma di economia dedicata ai millennials già presente sul canale 224 del Dtt ed ora solo sul web.

OpereModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14514785 · ISNI (EN0000 0000 5886 518X · LCCN (ENno2005120062 · GND (DE137824769 · WorldCat Identities (ENlccn-no2005120062