Apri il menu principale
Francisco de Borja Álvarez de Toledo ritratto da Francisco Goya (1804)

Francisco de Borja Álvarez de Toledo (Madrid, 9 giugno 1763Madrid, 12 febbraio 1821) fu 16º duca di Medina Sidonia e 12º duca di Bivona.

Stemma del Duca di Medina Sidonia

Indice

BiografiaModifica

Era il figlio di Antonio Álvarez de Toledo, e della sua seconda moglie, Maria Antonia Gonzaga. Ereditò il marchesato di Villafranca alla morte dello zio, José María Álvarez de Toledo.

CarrieraModifica

Intraprese la carriera militare. Nel 1782 divenne sergente delle guardie reali raggiungendo, nel 1797 il grado di colonnello. Nel 1798 è stato nominato Maresciallo e nel 1803 è stato gentiluomo da camera del re.

Durante l'invasione francese, Francisco tenne come titolo principale quello di Marchese di Los Vélez. È stato Comandante Generale e Governatore della regno di Murcia (1809-1814) e vice procuratore in questa regione.

Successe al fratello Giuseppe Maria, che non aveva avuto figli dalla moglie Maria Teresa Cayetana de Silva[1].

Fu Marchese di Martorell dal 1763 al 1821.

Investito del ducato di Bivona il 3 novembre 1796, Francesco Borgia fu l'ultimo duca ad esercitare la signoria feudale sulla cittadina agrigentina.

Dopo l'ascesa al trono di Ferdinando VII, raggiunse il grado di tenente generale (1816) e capitano generale della Murcia (1817).

MatrimonioModifica

A Madrid sposò, il 29 gennaio 1798, María Tomasa de Palafox (7 marzo 1780-14 ottobre 1835), figlia di Felipe de Palafox. Ebbero sei figli:

MorteModifica

Morì nel suo palazzo di Madrid il 12 febbraio 1821.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Marrone, 434.

BibliografiaModifica

  • Antonino Marrone, Bivona città feudale voll. I-II, Caltanissetta-Roma, Salvatore Sciascia Editore, 1987. ISBN non esistente

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica