Friedrich Wilhelm von Berg

generale e politico lituano

Friedrich Wilhelm von Berg (Sangaste, 15 maggio 1793San Pietroburgo, 6 gennaio 1874) è stato un generale e politico lituano naturalizzato russo. Fu feldmaresciallo russo e governatore generale della Finlandia dal 1855 al 1861.

Friedrich Wilhelm von Berg

BiografiaModifica

 
Il tentativo di assassinio del generale Berg a Varsavia nel 1863

Friedrich Wilhelm von Berg nacque al castello di Sangaste, in Lituania (attuale conte di Valga, in Estonia) da una famiglia della nobiltà tedesca del Mar Baltico. Compì i propri studi all'Università di Dorpat ed entrò a far parte dell'esercito imperiale russo nel 1812. Nominato presto ufficiale, venne assegnato allo stato maggiore russo e partecipò a quasi tutte le battaglie delle campagne del 1813 e del 1814. Dopo alcuni anni di viaggio nell'Europa meridionale, nel 1819 fece ritorno in Russia dove venne promosso colonnello ed impiegato nelle ambasciate russe a Monaco di Baviera e Napoli, conducendo dal 1822 l'organizzazione dei rapporti commerciali della Russia col Kirghizistan attraverso Bukhara e l'India.

Nel 1828-1829 prese parte alla Guerra russo-turca e durante la campagna in Polonia del 1831, comandò l'avanguardia del generale Diebitch distinguendosi in numerose occasioni. Divenne quindi tenente generale e venne nominato capo di stato maggiore dell'esercito russo in Polonia, mantenendo tale incarico per ben dodici anni. Nel 1843 venne nominato generale di fanteria e quartiermastro generale, incaricato di diverse missioni diplomatiche, la più difficile delle quali fu annunciare alla corte di Vienna che per la rivolta del 1849 l'Ungheria aveva richiesto l'aiuto della Russia.

Nel 1854 prese parte alla Guerra di Crimea.

Distintosi altresì nel campo dell'amministrazione, nel 1855 venne nominato governatore generale della Finlandia (all'epoca sotto il dominio russo), incarico che ricoprì sino al 1861. Dal governo finlandese venne nominato conte ed ottenne nel 1857 la cittadinanza onoraria.

Fu l'ultimo Namestnik (viceré) del Regno di Polonia (1863–1874), occupandosi nello specifico della feroce repressione dell'Insurrezione di gennaio e delle successive politiche di russificazione. Proprio per il suo ruolo, i rivoluzionari polacchi tentarono di assassinarlo il 19 settembre 1863, fallendo.

Morì a San Pietroburgo dove si era ritirato dopo il termine del proprio incarico in Polonia.

Contributo alla geografia ed alla topografiaModifica

Nel 1820 von Berg fu il primo a dare una descrizione militare e statistica della Turchia, negli anni 1823-25 guidò una spedizione nell'Asia centrale al fine di tracciare delle mappe militari precise, così come fece in Bulgaria e Romania tra il 1828 ed il 1829. Per i suoi servigi resi alla cartografia, nel 1870 venne eletto membro onorario della Società Geografica Russa di cui era stato anche uno dei membri fondatori, occupandosi di un comitato sorto per migliorare i metodi di lavoro nel campo della trigonometria cartografica, accettando per primo il metodo della scheda di rete di Gauss. Per la cartografia russa egli inoltre introdusse l'uso comune del miglio anglosassone anziché delle 200 braccia usate in precedenza.

Von Berg inoltre si fece promotore della richiesta di rimozione del segreto di stato sulle carte topografiche nel 1857, avvalendosi anche della collaborazione di P. A. Tuchkov (poi governatore generale di Mosca). Si impegnò anche per lo studio della geodesia del suolo russo e scandinavo.

Matrimonio e figliModifica

 
La contessa Leopoldina Cicogna-Mozzoni, moglie del conte von Berg, già vedova del conte Alessandro Annoni.

Nel 1832 Friedrich Wilhelm von Berg sposò la contessa italiana Leopoldina Cicogna Mozzoni, già vedova del conte Alessandro Annoni, dalla quale però non ebbe figli. Si preoccupò in compenso di favorire largamente la carriera del figlio avuto dalla moglie dal primo matrimonio, il conte Francesco Annoni, che divenne generale dell'esercito italiano. Nel 1856 adottò quindi i due figli di suo fratello:

OnorificenzeModifica

Onorificenze russeModifica

  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea
  Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Alexander Nevsky con diamanti
  Cavaliere di I classe dell'Ordine di Sant'Anna
  Cavaliere di I classe dell'Ordine di San Vladimiro
  Cavaliere di III classe dell'Ordine di San Giorgio
  Spada d'oro al coraggio
  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca
  Croce di Commendatore dell'Ordine Virtuti Militari

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Regno di Svezia)
  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Regno di Prussia)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Rossa (Regno di Prussia)
  Cavaliere dell'Ordine Pour le Mérite (Regno di Prussia)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi (Paesi Bassi)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Salvatore (Regno di Grecia)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero austro-ungarico)

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN13968159 · ISNI (EN0000 0001 1597 9627 · CERL cnp00539841 · LCCN (ENn92080573 · GND (DE117586714 · WorldCat Identities (ENlccn-n92080573
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie