Apri il menu principale
Gastone I
Gaston of Foix.jpg
Gastone di Foix
Re (de jure) di Navarra
In carica 2 dicembre 1464 - 25 luglio 1472[1]
Predecessore Bianca II di Navarra con Giovanni II
Successore Eleonora con Giovanni II
Altri titoli conte di Foix e Bigorre, visconte del Béarn, di Narbonne, Nébouzan, Villemeur e Lautrec oltre che Pari di Francia
Nascita 27 novembre 1422 o 26 febbraio 1423[2]
Morte Roncisvalle, 25 luglio 1472
Casa reale Conti di Foix
Padre Giovanni I di Foix
Madre Giovanna d'Albret
Consorte Eleonora
Figli Gastone
Pietro
Giovanni
Maria
Giovanna
Margherita
Caterina
Isabella
Eleonora e
Giacomo, legittimi
Giacomo
Federico e
Giovanna, illegittimi

Gastone di Grailly-Foix o Gastone di Foix o Gastone di Grailly (Gaston in francese, in basco, in tedesco, in fiammingo e in inglese, Gastó in catalano, Gastón in spagnolo e Gastão in portoghese; 27 novembre 1422Roncisvalle, 25 luglio 1472) fu conte di Foix e Bigorre, visconte del Béarn, di Narbonne, Nébouzan, Villemeur e Lautrec dal 1436 al 1472 oltre che Pari di Francia dal 1458 e re consorte de jure di Navarra dal 1464.

Indice

Origini familiariModifica

Gastone, sia secondo Pierre de Guibours, detto Père Anselme de Sainte-Marie o più brevemente Père Anselme, sia secondo la Chroniques romanes des comtes de Foix, era il figlio primogenito del Conte di Foix, visconte di Béarn, Coprincipe di Andorra, Visconte di Castelbon e Conte di Bigorre, Giovanni I di Foix e di Giovanna d'Albret[3][2], figlia del Connestabile di Francia, Carlo I d'Albret Signore d'Albret e della moglie Maria, Signora di Sully et di Craon[3].
Giovanni I di Foix, sia secondo Père Anselme, che secondo la Chroniques romanes des comtes de Foix, era il figlio primogenito del Captal de Buch e, per diritto di matrimonio (de jure uxoris) Conte di Foix, visconte di Béarn e Coprincipe di Andorra, Arcimbaldo di Grailly, e della Contessa di Foix, viscontessa di Béarn e Coprincipessa di Andorra, Viscontessa di Castelbon e signora di Moncada, Isabella di Foix-Castelbon[4][5], che, secondo Père Anselme, era la figlia del Visconte di Castelbon e signore di Moncada, Ruggero Bernardo II e della moglie, Gerarde di Navailles[6], Signora di Navailles e Sault, figlia di Garcia Arnaldo IV di Navailles, barone di Navailles e Sault e della moglie, Béarnaise de Miramont[7], mentre la Chroniques romanes des comtes de Foixci conferma che era sorella del Visconte di Castelbon e signore di Moncada, poi conte di Foix, visconte di Béarn e Coprincipe di Andorra ed inoltre pretendente della Corona d'Aragona, Matteo[8].

BiografiaModifica

 
Battaglia di Castillon

La cronaca del tesoriere della contea di Foix, Arnaud Esquerrier (fr:Arnaud Esquerrier) (Chroniques romanes des comtes de Foix), cita che Gastone (Mossen Gaston fil de Mossen Johan et de Madona Johana de Labrit) nacque il 26 febbraio[2]. Suo padre, Giovanni, morì a Mazères, nella notte tra il 3 ed il 4 maggio 1436[9], poco dopo il suo terzo matrimonio[3]. Gastone, ancora minorenne, gli subentrò in tutti i suoi titoli, divenendo conte di Foix[2].

Il 30 luglio 1436, a soli tredici anni d'età, sposò Eleonora di Navarra[2], quartogenita (terza femmina) del principe di Castiglia e León e d'Aragona, duca di Peñafiel e futuro re di Navarra, della corona d'Aragona e di Sicilia, Giovanni II e della sua prima moglie, l'ex regina consorte di Sicilia e futura regina di Navarra, Bianca di Navarra[10]. Eleonora era stata promessa a Gastone, nel 1432[11].

Molto probabilmente, data l'età degli sposi, fu solo un impegno di matrimonio, che fu consumato solo dopo qualche anno, quando Eleonora, dopo aver vissuto alla corte di suo fratello, Carlo[12], che governava la Navarra per conto dei genitori, si recò, tra il 1441 ed il 1442, nella contea di Foix. Il matrimonio era stato organizzato da suo padre Giovanni II, reggente assieme alla cognata, Maria di Castiglia, della corona d'Aragona, per avere un forte alleato a nord dei Pirenei[12].

Negli anni dal 1442 al 1455 Gastone collaborò con il re di Francia, Carlo VII, nella conquista della Guienna, mettendosi in mostra durante la presa di Tartas nel 1442, di Mauleon nel 1449, e di altre piazzeforti: per i suoi meriti fu nominato governatore della Guienna. Nel 1453, con il conte di Dunois, prese Dax, Bordeaux e Bayonne, e partecipò alla vittoria francese nella Battaglia di Castillon, in cui morì il comandante delle truppe inglesi, Talbot, coi suoi figli, il che permise la conquista del Medoc e di Cadillac.

Dopo la sconfitta che il fratello di sua moglie, il principe di Viana Carlo, aveva subito nella guerra civile di Navarra ad opera del padre, Giovanni II, e fu esiliato nel regno di Napoli, presso lo zio, il re di Aragona e di Napoli, Alfonso V, Gastone ed Eleonora si accordarono con Giovanni che, nel 1455, nominò Eleonora luogotenente generale del regno di Navarra, ove Eleonora si trasferì con Gastone e si stabilirono a Sangüesa.
Essi trovarono la Navarra ancora divisa tra i due partiti che si erano formati durante la guerra civile: i beamonteses, seguaci della famiglia Beaumont, partigiani di Carlo, e gli agramonteses partigiani dell'antica casa nobiliare degli Agramont, a favore di Giovanni, che li appoggiarono subito.
Gastone aveva delle mire sul regno di Navarra, e, per soddisfarle, fece da intermediario tra Giovanni II e Carlo VII di Francia[13]; ed infatti, nel 1457, riuscì a fare riconciliare il suocero, Giovanni II, con il suo sovrano, Carlo VII, riuscendo a far loro stipulare un trattato di alleanza difensiva, il trattato di Valencia del 17 giugno 1457[14]; per ricompensa di tutte queste azioni militari e politiche Gastone fu nominato Pari di Francia (1458), come ci viene confermato dalle Chroniques romanes des comtes de Foix[15].

Nel 1461 il suo figlio primogenito, Gastone sposò Maddalena di Francia, figlia del re di Francia, Carlo VII, e di Maria d'Angiò, e sorella del futuro re di Francia, Luigi XI.

Re di Navarra
Foix-Béarn-Bigorre

Gastone I
Figli
Francesco Febo
Caterina
Figli
Modifica
 
castello di Foix
 
Sigillo di Gastone di Foix

Dopo la morte di Carlo di Viana, nel settembre del 1461, il trono di Navarra sarebbe spettato alla sorella maggiore di Eleonora, Bianca[16], ma suo suocero, Giovanni II, preferì trovare un accordo con Gastone ed Eleonora e, il 12 aprile del 1462, fu firmato il trattato di Olite, in cui Eleonora riconosceva il titolo regale al padre, che la confermava luogotenente di Navarra assieme a Gastone, mentre Bianca, che aveva l'appoggio del partito dei beamonteses, partigiani del defunto Carlo, veniva imprigionata e consegnata a Gastone, che la faceva trasferire nella contea di Foix[16].
Quando, nel corso dell'anno, iniziò la guerra civile catalana, Eleonora ed il marito si schierarono a fianco del padre e della matrigna, Giovanna Enríquez. Infatti Gastone corse in aiuto della suocera, Giovanna, che con il figlio Ferdinando, era assediata nel castello di Girona, aiutando le forze realiste catalane a rompere l'assedio dei ribelli.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Guerra contro Giovanni II.

Bianca, che era stata rinchiusa nel castello di Moncada, a Orthez, il 2 dicembre del 1464, morì avvelenata, molto probabilmente per ordine della sorella, Eleonora. Un cronista dell'epoca definì la morte di Bianca una grande infamia commessa dal conte Gastone IV di Foix e da sua moglie, la principessa donna Eleonora.
Poco prima di morire, pare che Bianca abbia abdicato a favore della sorella, Eleonora[12]

Negli anni della guerra civile catalana Gastone continuò ad appoggiare il suo sovrano, Luigi XI, sempre alleato di suo suocero, tenendo pacificato il sud della Francia, mentre Luigi XI teneva a bada il duca di Borgogna, Carlo il Temerario, che fomentava rivolte[17].

In quegli anni Gastone ed Eleonora recuperarono il rapporto coi beamonteses e nel 1468 si opposero a Giovanni II, che con l'appoggio degli agramonteses ebbe la meglio, privò la figlia del titolo di luogotenente di Navarra, che diede al figlio di Eleonora e Gastone, Gastone di Foix-Navarra.

Però, dopo la morte del figlio Gastone di Foix-Navarra (1470), Eleonora ritrovò un accordo col padre che, nel 1471, restituì a lei e al marito la luogotenenza perpetua sulla Navarra in cambio della rinuncia ad ogni rivendicazione sulla corona d'Aragona.
Il re di Francia, Luigi XI, non volle riconoscere il loro diritto di successione al regno di Navarra, per cui Gastone si alleò a Carlo il Temerario ed al duca di Bretagna, a cui diede in sposa la figlia, Margherita[18] e sollevò la Guienna contro Luigi, ma fu sconfitto e dovette rientrare in Navarra, dove morì, nel 1472[19], mentre cercava di riprendere la lotta con l'aiuto dei beamonteses.

Gli subentrò la moglie Eleonora, che riuscì a mantenere la luogotenenza della Navarra e che, essendo contessa di Foix, portò il regno sotto l'influenza preponderante del regno di Francia[11]; poi Eleonora fu regina di Navarra per tre settimane e, alla sua morte, i possedimenti di Gastone e quelli di Eleonora passeranno al nipote Francesco Febo, figlio di Gastone principe di Viana.

DiscendenzaModifica

Eleonora a Gastone diede dieci figli:[19][20][21][12]

Gastone da una o più amanti di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti ebbe tre figli:

NoteModifica

  1. ^ Regnò unitamente alla moglie, Eleonora e al suocero, Giovanni II
  2. ^ a b c d e (OC) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 69
  3. ^ a b c (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus IV, comtes de Foix de la seconde race, IV, pagina 373
  4. ^ (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus III, comtes de Foix de la seconde race, IV, pagina 371
  5. ^ (OC) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 66
  6. ^ (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus III, vicomtes de Castelbon, pagina 350, XI
  7. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: Conti di Foix- ROGER BERNARD V
  8. ^ (OC) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 64
  9. ^ (FR) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 69, nota 3
  10. ^ a b c d e (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus IV, comtes de Foix de la seconde race, VI, pagina 374
  11. ^ a b Rafael Altamira, Spagna, 1412-1516, cap XV, vol. VII, pag. 553
  12. ^ a b c d (DE) Eleonora di Navarra genealogie mittelalter Archiviato il 29 settembre 2007 in Internet Archive.
  13. ^ Joseph Calmette, Il regno di Carlo VIII e la fine della guerra dei cent'anni in Francia, cap XVII, vol. VII, pag. 652
  14. ^ Joseph Calmette, Il regno di Carlo VIII e la fine della guerra dei cent'anni in Francia, cap XVII, vol. VII, pag. 653
  15. ^ (OC) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 83
  16. ^ a b (EN) Reali di Aragona
  17. ^ Charles Petit-Dutaillis, Francia: Luigi XI, cap XVIII, vol. VII, pagg. 665 e 666
  18. ^ Charles Petit-Dutaillis, Francia: Luigi XI, cap XVIII, vol. VII, pag. 674
  19. ^ a b (EN) Nobiltà tolosana
  20. ^ (EN) Casa di Foix- genealogy
  21. ^ (EN) Gastone IV conte di Foix PEDIGREE
  22. ^ a b c d e f g h (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus IV, comtes de Foix de la seconde race, VI, pagina 375
  23. ^ (EN) #ES Genealogy: Foix 3-Gaston IV

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Letteratura storiograficaModifica

  • Rafael Altamira, Spagna, 1412-1516, in Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, cap XV, vol. VII, pp. 546–575, Garzanti, 1999
  • Joseph Calmette, Il regno di Carlo VIII e la fine della guerra dei cent'anni in Francia, in Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, cap XVII, vol. VII, 1999, pp. 611–656, Garzanti, 1999
  • Charles Petit-Dutaillis, Francia: Luigi XI, in Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, cap XVIII, vol. VII, 1999, pp. 657–695, Garzanti, 1999

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

separatore

Preceduto da: Re de jure di Navarra
(insieme alla moglie, Eleonora di Navarra)
Succeduto da:
Bianca II di Navarra
14611464
con
Giovanni II
14411479
Gastone di Foix
 
(14641472)
con
Giovanni II
1441 - 1479
Eleonora di Navarra
14641479
con
Giovanni II
14411479
Controllo di autoritàVIAF (EN22150770 · ISNI (EN0000 0000 0078 9188 · GND (DE102441804 · BNF (FRcb11942729t (data) · CERL cnp00288260