Gattilusio

famiglia genovese: ha retto Lesbo e altre isole dell'Egeo
Gattilusio
StatoFlag of Genoa.svg Serenissima Repubblica di Genova
Flag of PalaeologusEmperor.svg Impero bizantino
TitoliCroix pattée.svg Principi di Lesbo

Croix pattée.svg Signori di Enos

FondatoreFrancesco I Gattilusio
Ultimo sovranoNiccolò di Lesbo
Data di fondazioneXII secolo
Data di deposizione1462
Etniaitaliana

I Gattilusio o Gattilusi furono un'importante famiglia proveniente dalla Repubblica di Genova che tra il 1355 e la metà del XV secolo dominò numerosi territori nella zona settentrionale del Mar Egeo, tra di essi possiamo ricordare la grande isola di Lesbo, le isole di Lemno e Samotracia, la città di Eno (l'odierna città turca di Enez).

Lastra presso il castello di Mitilene che a partire da sinistra riporta: l'aquila dei Doria, il monogramma dei Paleologi e lo stemma dei Gattilusio

Francesco Gattilusio ottenne il favore dell'imperatore Bizantino Giovanni V Paleologo, grazie all'aiuto fornitogli nel 1354 per ottenere il trono contro il rivale Giovanni VI Cantacuzeno. Come ricompensa a Francesco venne assicurata la signoria di Lesbo (con l'importante fortezza di Mitilene) oltre che la mano della sorella dell'imperatore, Maria Paleologa. I possedimenti della famiglia crebbero ulteriormente con l'aggiunta delle isole di Lemno, Imbro, Taso e Samotracia, più la città di Aenos. Grazie a questi possedimenti i Gattilusio ottennero per circa un secolo un'importante posizione nell'estrazione e ricco commercio dell'allume, una sostanza usata per fissare la tintura dei tessuti.

Dopo la Caduta di Costantinopoli nel 1453, i Gattilusio mantennero per alcuni anni il possesso della sola Lesbo, come vassalli degli Ottomani, dietro il pagamento di un tributo pari a 4000 pezzi d'oro annui. Quando però Domenico Gattilusio venne assassinato e sostituito da suo fratello Niccolò, gli Ottomani inviarono nel 1462 una flotta a conquistare l'isola, Niccolò fu portato prigioniero ad Istanbul e giustiziato, ponendo fine al potere della famiglia.

Principi di LesboModifica

Signori di EnosModifica

Tavola genealogicaModifica

 Giacomo
*? †?
⚭ Alasina Usodimare
*? †?
 
   
 Gattino
*? † ante 1306
Luchetto
*~1230 † post 1307
⚭ Eleonora Doria[1]
*? †?
Giacomo
*? †?
 
     
 Franceschino
*? †?
Nicolò
*? †?
Domenico
*? †?
Obertino
*? †?
Ilisina
*? †?
 
 
 ?
non sono noti i genitori
 
  
 Francesco I
*~13261384
⚭ Maria Paleologa
*? †1401
Nicolò
*? †1409
 
   
 Andronico
*? †1384
Domenico
*? †1384
Francesco II[2]
*~1370 †~1404
 
      
 Jacopo
*~13901428
⚭ Valentina Doria
*? †?
Dorino I
*? †1455
⚭ Orietta Doria
*? †?
 Palamede
*? †1455
⚭ Valentina ?
*? †?
Eugenia
*? †1440
Giovanni VII Paleologo
*13701408
Helena
*? †?
Stefano III Lazaro[3]
*13741427
Caterina
*? †?
⚭ Pietro Grimaldi di Boglio
*? †?
  
            
Francesco III
*? †?
Domenico
* post 14201455~1458
⚭ Maria-Giustiniana Longo
*? †?
Niccolo
* post 14201462
Ginevra
fl. 1444
Giacomo II Crispo[4]
*14261447
Caterina
*? †1442
Costantino XI Paleologo
*14051453
Maria
*? †?
⚭ Alessandro di Trebisonda
Giorgio
*? †1449
Dorio II
*? † post 1488
⚭ Elisabetta Crispo
*1445 †?
Caterina
*? †?
⚭ Marino Doria
*? †?
Ginevra
*? † post 1489
Lodovico Fregoso
*14151489
Constanza
*? †?
⚭ Giangaleazzo Fregoso
*? †?
?
⚭ Francesco III Gattilusio
*? †?

NoteModifica

  1. ^ Figlia di Corrado Doria.
  2. ^ Nato Jacopo.
  3. ^ Despota di Serbia.
  4. ^ Duca dell'Arcipelago

BibliografiaModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN310739572 · GND (DE1047549670 · WorldCat Identities (ENviaf-306357941