Apri il menu principale

Giovanni Farina (Tempio Pausania, 22 settembre 1950) è un criminale e poeta italiano esponente del banditismo sardo, fece parte dell'Anonima sequestri, fu implicato e condannato per i rapimenti di Francesco Del Tongo (ad Arezzo il 18 marzo 1980) allora un bambino e di Dario Ciaschi (a Lastra a Signa il 29 ottobre 1980), fu arrestato il 15 agosto 1998 per il sequestro dell'imprenditore tessile bresciano Giuseppe Soffiantini dalla polizia australiana nei pressi di Sydney, dove si era rifugiato sotto il falso nome di Luigi Valiante[1][2][3].

Indice

OpereModifica

  • Giovanni Farina, a cura di Elisabetta Conti, Poesie. Giuseppe Soffiantini pubblica alcune poesie di Giovanni Farina, La Compagnia della Stampa, Roccafranca, 2007, ISBN 9788884862587.
  • Giovanni Farina, a cura di Giuliano Capecchi, Aspettando il 9999. Poesie e scritti dall'ergastolo e dal 41 bis, Sensibili alle foglie, Rebibbia, 2015, ISBN 9788898963157.
  • Giovanni Farina, a cura di Costantino Cavalleri, Nonostante i cacciatori di uomini. Autobiografia, Editziones de su Arkiviu bibrioteka "T. Serra", Guasila, 2013.

NoteModifica

BibliografiaModifica

FilmografiaModifica

Dal libro di memorie Il mio sequestro di Giuseppe Soffiantini, il regista Riccardo Milani ha tratto la miniserie televisiva per Canale 5: Il sequestro Soffiantini, dove il ruolo del sequestratore, chiamato fittiziamente "Marco", è interpretato dall'attore Tony Sperandeo.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica